Pianificazione regionale e comunale delle attività estrattive

PIANIFICAZIONE --> ATTIVITÀ ESTRATTIVA

Se la disposizione contenuta nel Piano regionale per le attività di cava non ancora approvato non può essere utilizzata quale parametro di valutazione diretta della legittimità degli atti, la stessa, però, deve essere utilizzata quale misura della relativa ragionevolezza, che risulta viziata da eccesso di potere nella misura in cui si presenta come irragionevole e contraddittoria.

Secondo quanto già chiarito dalla pronuncia dell’Adunanza Plenaria, n. 8/1991, gli strumenti urbanistici non possono disciplinate anche la materia estrattiva.

Il P.RA.E. approvato anteriormente al 21 luglio 2006 e il cui primo atto preparatorio sia anteriore al 21 luglio 2004 non è sottoposto a V.A.S..
... _OMISSIS_ ...unzione del Piano Cave non è quella di sanare attività in precedenza esercitate sine titulo.

L'attività estrattiva ben può essere regolata dagli strumenti urbanistici in relazione ai profili paesistici e ambientali: pertanto, è legittima la previsione del piano regolatore che vieta l'apertura di nuove cave in una determinata zona.

Nell'attività estrattiva l’interesse pubblico alla coltivazione della cava coesiste con quello privato alla realizzazione dell’attività economica.

La P.A. ha l'obbligo di provvedere sull'istanza di rettifica della perimetrazione dell'Ambito Territoriale Estrattivo del Piano Cave presentata da un soggetto esercente l'attività estrattiva.

PIANIFICAZIONE --> ATTIVITÀ ESTRATTIVA... _OMISSIS_ ...AFIA

Se gli atti di natura programmatoria non necessitano di specifica motivazione con riguardo alle scelte discrezionali dell'Amministrazione riguardo alla destinazione di singole aree, ciò non toglie che queste debbano essere agevolmente individuabili in base agli allegati al Piano delle attività estrattive.

Pur a fronte dell'astratta correttezza del procedimento istruttorio di esame e di classificazione delle osservazioni, l’Amministrazione che redige un Piano deve dimostrare in concreto di aver apprezzato con la necessaria ponderazione i rilievi specifici evidenziati dagli enti locali, se non con motivazioni differenziate, quantomeno con la redazione e la pubblicazione di studi cartografici che pertanto costituiscono indispensabili att... _OMISSIS_ ...ione, volti ad introdurre nell'ordinamento giuridico delle realtà giuridicamente definite.

PIANIFICAZIONE --> ATTIVITÀ ESTRATTIVA --> INTERDIPENDENZA DELLE PREVISIONI

Anche se le previsioni del piano cave non sono di regola interdipendenti l’una dall’altra, in concreto può ben esserci una correlazione se l’amministrazione ritiene di stabilirla, se non altro perché i quantitativi complessivi dei vari materiali che si possono estrarre in un dato periodo sono, a livello provinciale, non modificabili.

Poiché i quantitativi complessivi dei vari materiali che si possono estrarre in un dato periodo non possono essere modificati a livello provinciale, laddove l'Amministrazione scelga una maggiore estrazione da un s... _OMISSIS_ ... quantitativo lì assegnato deve essere recuperato altrove.

Il quantitativo di materiale estraibile che, se si sceglie di consentire una maggiore estrazione da un sito, deve essere recuperato riducendoaltrove l'attività estrattiva, può ben essere recuperato sacrificando un solo sito.

PIANIFICAZIONE --> ATTIVITÀ ESTRATTIVA --> QUANTITATIVI MASSIMI

Nella scelta dei volumi di escavazione da assegnare non vi è un'aspettativa giuridicamente tutelata alla previsione dei quantitativi massimi, dovendo l'Amministrazione contemperare tutti gli interessi coinvolti ed in particolare l'esigenza di tutela e riqualificazione ambientale.

Non esiste un'aspettativa giuridicamente tutelata ad ottenere il riconoscimento di ... _OMISSIS_ ...trattivi massimi nella misura voluta dal proponente e men che meno di quantitativi tali da esaurire l'ambito estrattivo, anche perché i materiali inerti (come sabbia e ghiaia) sono risorse finite e non certo inesauribili, mentre gli operatori interessati sono molti.

PIANIFICAZIONE --> ATTIVITÀ ESTRATTIVA --> RAPPORTO CON IL PAESAGGIO

In sede di identificazione di ambiti territoriali estrattivi, l’amministrazione competente (nel caso di specie la provincia) deve preferire la scelta di accorpare aree contigue a quelle già oggetto di attività, rispetto alla possibilità di consentire l’apertura di altre aree.

L’attività di coltivazione della cava, comportando movimentazioni di terra ed altri interventi, contras... _OMISSIS_ ...sizioni vincolistiche che impediscono di modificare la conformazione planovolumetrica dell'area, indipendentemente dal fatto che le pareti scoscese siano trasformate in pendii più dolci.

Le distanze, le misure e le varianti ai progetti in corso d'esecuzione che, ai sensi dell'art. 152 del d.lgs. 42/2004, possono essere prescritte, tra l'altro, nel caso di aperture di cave, sono soltanto esemplificative delle misure che possono essere adottate per la tutela dei siti confinanti con le zone di interesse comunitario.

Nuovo

L’articolo visibile in questa pagina è composto da contenuti tratti dal seguente prodotto (in formato PDF) acquistabile e scaricabile con pochi click.

pdf 1769 pagine in formato A4

35,00 €