Pianificazione regionale e comunale delle attività estrattive

PIANIFICAZIONE - ATTIVITÀ ESTRATTIVA

La P.A. ha l'obbligo di provvedere sull'istanza di rettifica della perimetrazione dell'Ambito Territoriale Estrattivo del Piano Cave presentata da un soggetto esercente l'attività estrattiva.

L'attività estrattiva ben può essere regolata dagli strumenti urbanistici in relazione ai profili paesistici e ambientali: pertanto, è legittima la previsione del piano regolatore che vieta l'apertura di nuove cave in una determinata zona.

Nell'attività estrattiva l’interesse pubblico alla coltivazione della cava coesiste con quello privato alla realizzazione dell’attività economica.

La funzione del Piano Cave non è quella di sanare attività in precedenza esercitate sine titulo.|... _OMISSIS_ ...Il P.RA.E. approvato anteriormente al 21 luglio 2006 e il cui primo atto preparatorio sia anteriore al 21 luglio 2004 non è sottoposto a V.A.S..

Se la disposizione contenuta nel Piano regionale per le attività di cava non ancora approvato non può essere utilizzata quale parametro di valutazione diretta della legittimità degli atti, la stessa, però, deve essere utilizzata quale misura della relativa ragionevolezza, che risulta viziata da eccesso di potere nella misura in cui si presenta come irragionevole e contraddittoria.

Secondo quanto già chiarito dalla pronuncia dell’Adunanza Plenaria, n. 8/1991, gli strumenti urbanistici non possono disciplinate anche la materia estrattiva.

La potestà pianificatoria dell’Amministr... _OMISSIS_ ...ia di attività estrattive, quale palesemente è quella esercitata con l’approvazione del PAE, vive in una dimensione di ampia discrezionalità, costitutendo il frutto di una complessiva ponderazione comparativa di pluriumi interessi pubblici e privati, spesso conflittuali e talora incompatibili: pertanto, il relativo sindacato giurisdizionale non può intaccarne il nucleo vivo, integrante la sfera riservata del merito amministrativo, ed è limitato al riscontro ab externo della sussistenza di profili di macroscopica illogicità, di palese contraddittorietà, di manifesto travisamento dei fatti.

PIANIFICAZIONE - ATTIVITÀ ESTRATTIVA - CARTOGRAFIA

Se gli atti di natura programmatoria non necessitano di specifica motivazione con riguardo alle scelte... _OMISSIS_ ...dell'Amministrazione riguardo alla destinazione di singole aree, ciò non toglie che queste debbano essere agevolmente individuabili in base agli allegati al Piano delle attività estrattive.

Pur a fronte dell'astratta correttezza del procedimento istruttorio di esame e di classificazione delle osservazioni, l’Amministrazione che redige un Piano deve dimostrare in concreto di aver apprezzato con la necessaria ponderazione i rilievi specifici evidenziati dagli enti locali, se non con motivazioni differenziate, quantomeno con la redazione e la pubblicazione di studi cartografici che pertanto costituiscono indispensabili atti di certificazione, volti ad introdurre nell'ordinamento giuridico delle realtà giuridicamente definite.

PIANIFICAZIONE... _OMISSIS_ ...RATTIVA - INTERDIPENDENZA DELLE PREVISIONI

Anche se le previsioni del piano cave non sono di regola interdipendenti l’una dall’altra, in concreto può ben esserci una correlazione se l’amministrazione ritiene di stabilirla, se non altro perché i quantitativi complessivi dei vari materiali che si possono estrarre in un dato periodo sono, a livello provinciale, non modificabili.

Poiché i quantitativi complessivi dei vari materiali che si possono estrarre in un dato periodo non possono essere modificati a livello provinciale, laddove l'Amministrazione scelga una maggiore estrazione da un sito, il maggior quantitativo lì assegnato deve essere recuperato altrove.

Il quantitativo di materiale estraibile che, se s... _OMISSIS_ ...nsentire una maggiore estrazione da un sito, deve essere recuperato riducendoaltrove l'attività estrattiva, può ben essere recuperato sacrificando un solo sito.

PIANIFICAZIONE - ATTIVITÀ ESTRATTIVA - QUANTITATIVI MASSIMI

Nella scelta dei volumi di escavazione da assegnare non vi è un'aspettativa giuridicamente tutelata alla previsione dei quantitativi massimi, dovendo l'Amministrazione contemperare tutti gli interessi coinvolti ed in particolare l'esigenza di tutela e riqualificazione ambientale.

Non esiste un'aspettativa giuridicamente tutelata ad ottenere il riconoscimento di quantitativi estrattivi massimi nella misura voluta dal proponente e men che meno di quantitativi tali da esaurire l'ambito estrattivo, anche perché i mate... _OMISSIS_ ...ome sabbia e ghiaia) sono risorse finite e non certo inesauribili, mentre gli operatori interessati sono molti.

PIANIFICAZIONE - ATTIVITÀ ESTRATTIVA - RAPPORTO CON IL PAESAGGIO

Le distanze, le misure e le varianti ai progetti in corso d'esecuzione che, ai sensi dell'art. 152 del d.lgs. 42/2004, possono essere prescritte, tra l'altro, nel caso di aperture di cave, sono soltanto esemplificative delle misure che possono essere adottate per la tutela dei siti confinanti con le zone di interesse comunitario.

L’attività di coltivazione della cava, comportando movimentazioni di terra ed altri interventi, contrasta con le disposizioni vincolistiche che impediscono di modificare la conformazione planovolumetrica dell'area, indipenden... _OMISSIS_ ...to che le pareti scoscese siano trasformate in pendii più dolci.

In sede di identificazione di ambiti territoriali estrattivi, l’amministrazione competente (nel caso di specie la provincia) deve preferire la scelta di accorpare aree contigue a quelle già oggetto di attività, rispetto alla possibilità di consentire l’apertura di altre aree.

Il PRC si colloca gradualisticamente in una scala gerarchica delle fonti nella quale costituisce parte attuativa della sovraordinata pianificazione paesaggistico-territoriale, che ne condiziona e ne conforma i contenuti e le previsioni.

Lo strumento di pianificazione regionale della attività estrattiva ha una funzione naturalmente dinamica e proattiva, che legittimamente si ripropone... _OMISSIS_ ...i migliore compatibilizzazione tra la prosecuzione delle attività estrattive e la tutela dei valori ambientali e paesaggistici, al di là, dunque, della mera conferma dello stato esistente.

Le aree individuate come non idonee per l'installazione di un impianto geotermico sono destinate a confluire nell'atto di pianificazione con cui le Regioni e le Province autonome conciliano le politiche di tutela dell'ambiente e del paesaggio con quelle di sviluppo e valorizzazione delle energie rinnovabili, tenendo conto di quanto eventualmente già previsto dal piano paesaggistico e del necessario rispetto della quota minima di produzione di energia da fonti rinnovabili loro assegnata (burden sharing).

PIANIFICAZIONE - ATTIVITÀ ESTRATTIVA - RAPPORTO CON LA P... _OMISSIS_ ...RBANISTICA

La pianificazione urbanistica di un’area ben può incidere sulle attività estrattive, o meglio sullo sfruttamento delle relative risorse ovvero sulla loro coltivazione, determinando una inattuabilità della concessione mineraria (ovvero la sua inoperatività sopravvenuta) per incompatibilità urbanistica e ambientale.

Non può ritenersi che il regime minerario di diritto superi automa...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 13021 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 5,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo
Nuovo

L’articolo sopra riportato è composto da contenuti tratti da questo prodotto (in formato PDF) acquistabile e scaricabile con pochi click. Attenzione: ove l'articolo contenga NOTE, per motivi tecnici esse NON sono riportate nell'articolo stesso ma solamente nel prodotto da cui esso è tratto. Pertanto se si pensa di avere necessità di un testo completo di note, si invita a comprare direttamente il prodotto. Si ricorda comunque che in caso di acquisto successivo del prodotto, dal costo dello stesso verrà scontato il costo già sostenuto per l'articolo.

pdf 2080 pagine in formato A4

40,00 €