Successione subentro e subingresso inter vivos in tema di concessioni demaniali marittime

DEMANIO E PATRIMONIO --> CONCESSIONE E AUTORIZZAZIONE --> CONCESSIONE DEMANIALE MARITTIMA --> CESSAZIONE DEL RAPPORTO --> SUCCESSIONE, SUBENTRO E SUBINGRESSO
Al di là del nomen iuris utilizzato dall'art. 46, comma 2, Cod. nav. (autorizzazione), la disciplina relativa al subingresso nella concessione demaniale marittima delinea un istituto sui generis, contemporaneamente diverso dal rilascio della concessione (artt. 36 e ss. Cod. nav.), ma anche dalla mera autorizzazione. Si tratta infatti della sostituzione di un soggetto nell’ambito di un rapporto concessorio preesistente (del quale permangono le condizioni e scadenze), e dunque di una novazione soggettiva, che necessariamente partecipa della natura della concessione dema... _OMISSIS_ ...ando una sorta di fenomeno derivativo, rispetto al quale non opera il silenzio assenso, occorrendo invece un provvedimento espresso.
Laddove il subentrante nella concessione demaniale risulti debitore per una somma consistente, a titolo di indennità per l’utilizzazione sine titulo del compendio demaniale marittimo, appare del tutto ragionevole la determinazione dell’amministrazione di condizionare il subingresso alla presentazione di apposita garanzia.
Nell’ambito di un rapporto connotato da un significativo intuitu personae quale la concessione demaniale marittima, tenere all’oscuro l’amministrazione concedente del coinvolgimento di terzi estranei nella realizzazione del progetto edili... _OMISSIS_ ... un comportamento non corretto del concessionario.
La presenza nello stabilimento balneare di un parente del titolare della concessione demaniale marittima, svolgente occasionali mansioni collaborative, non può essere ritenuta la prova dell’esistenza di un affidamento a terzi (o di un sub-ingresso nella concessione o di una sub-concessione di fatto), né di un rapporto di locazione non autorizzato dell’impianto balneare.
È legittimo il provvedimento della P.A. che abbia dichiarato inefficace la licenza di subingresso nella concessione demaniale marittima ove l'atto di cessione dell'azienda sulla base del quale era stato rilasciato detto provvedimento sia stato dichiarato inefficace dal giudice civile per ... _OMISSIS_ ...ercizio del diritto di prelazione previsto dall'art. 230-bis c.c., e ciò a prescindere dal fatto che la sentenza del giudice civile non fosse ancora passata in giudicato.
L'autorizzazione ex art. 45-bis cod. nav. non non costituisce una sorta di parentesi nell’ambito di una vicenda negoziale tra il concessionario e il terzo affidatario delle attività oggetto della concessione, ma costituisce una variabile dipendente nel più vasto ambito della vicenda concessoria retta da regole e condizioni proprie del diritto pubblico.
Il titolare della concessione demaniale marittima autorizzato dalla P.A. ad affidare le attività oggetto del titolo concessorio ad un terzo ha interesse ad agire in giudizio al fine di ottenere... _OMISSIS_ ...a di inefficacia dell'autorizzazione ex art. 45-bis cod. nav..
È da ritenere decaduta l'autorizzazione ex art. 45-bis cod. nav. rilasciata per un'attività di cantieristica navale qualora invece di tale attività sia svolta attività di stazionamento delle imbarcazioni e di manutenzione dei medesimi: infatti, la nozione di attività cantieristica ricomprende le sole attività di costruzione e riparazione navale e non anche ulteriori tipologie di attività a vario titolo connesse alla manutenzione e al rimessaggio dei natanti.
L'attività per la quale è stata rilasciata l'autorizzazione ex art. 45-bis cod. nav. deve essere svolta con caratteri di concretezza, effettività e attualità, altrimenti l'autorizzazione deve ritener... _OMISSIS_ ...DDIV|
Le autorizzazioni ex art. 45-bis cod. nav. accedono al titolo principale e ne seguono la sorte, sempre che ovviamente, non siano intervenute vicende che legittimino possibili interventi in autotutela o perché il concessionario si determini nel senso di un esercizio in proprio delle relative facoltà.
Il mancato utilizzo della concessione giustifica e l'esistenza di un contenzioso in atto giustificano il diniego dell'autorizzazione di cui all'art. 45-bis cod. nav..
Il subingresso si ha quando un soggetto si sostituisce nel rapporto concessorio all’originario concessionario dando vita alla novazione soggettiva di esso, e pertanto il rapporto per effetto della successione conserva il ca... _OMISSIS_ ...ale; la subconcessione si ha quando all’intestatario della concessione si aggiunge, in un rapporto di derivazione e di subordinazione, un terzo, ferma rimanendo l’identità soggettiva dell’originaria concessione, e pertanto all’originario rapporto (pubblicistico) bilaterale se ne aggiunge un altro (di natura privata), che riguarda direttamente il concessionario ed il terzo e, indirettamente in quanto avente ad oggetto pur sempre il bene gestito in concessione, l’autorità concedente. Entrambi devono essere autorizzati ex art. 45-bis cod. nav..
L'autorizzazione di cui all'art. 45-bis cod. nav. non ha più lo scopo di riservare alla P.A. il potere d’individuare e controllare il soggetto responsabile della gestione,... _OMISSIS_ ...uello di garantire che sia salvaguardata la concorrenza e la pari opportunità d’accesso a tutti gli eventuali aspiranti alla concessione dell’uso economico di quei beni: nel caso del subingresso l’autorizzazione previene l’elusione dei principi della gara pubblica, nel caso della subconcessione scongiura il pericolo che il concessionario acquisisca una posizione forte (anche se non dominante) nel mercato di riferimento concentrando su di sé concessioni e accollando sui terzi le obbligazioni e gli oneri di gestione, ottenendo rendite speculative o economie di scala allorché la sub-concessione sia attribuita al terzo con contratto a titolo gratuito di comodato.
La tipicità delle modalità di gestione delle stazioni di serviz... _OMISSIS_ ...ione di carburanti, che vede, ai sensi dell’art. 1, co. 6, d. lgs. 32/1998, la compagnia petrolifera titolare degli impianti e dell’autorizzazione affidare ad altri la gestione, non deroga alla disciplina dell’art. 45-bis cod. nav., con cui va coordinata: pertanto, l'autorizzazione relativa alla gestione della stazione di servizio non esclude né assorbe affatto quella demaniale: semmai va ricercata la concentrazione delle valutazioni rimesse ai diversi organi competenti in un unico modulo procedimentale per snellire, a vantaggio dell’istante, l’azione amministrativa.
L'allegazione della documentazione prescritta dall'art. 6 D.P.R. 328/1952 (reg. es. di nav. marittima) ai fini della descrizione delle opere da eseguir... _OMISSIS_ ...ta in caso di subentro in una concessione preesistente.

DEMANIO E PATRIMONIO --> CONCESSIONE E AUTORIZZAZIONE --> CONCESSIONE DEMANIALE MARITTIMA --> CESSAZIONE DEL RAPPORTO --> SUCCESSIONE, SUBENTRO E SUBINGRESSO --> INTER VIVOS

In tema di concessioni demaniali marittime, è costituzionalmente illegittima la norma regionale che preveda che il concessionario subentrante debba corrispondere all’uscente un indennizzo, poiché un siffatto obbligo influisce sensibilmente sulle p...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 21335 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 3,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo