Decreto motivato di occupazione ex art. 22-bis dpr 327/2001: aspetti particolari

OCCUPAZIONE --> DECRETO MOTIVATO ART. 22 BIS DPR 327/2001 --> CONTENUTO

Il decreto di occupazione di urgenza, oltre a rivestire carattere non necessario bensì meramente eventuale, consente all’Amministrazione di fare fronte a due differenti esigenze, consistenti nella determinazione provvisoria dell’indennità di espropriazione e nell’occupazione anticipata dei beni.

Illegittimo è il decreto di occupazione emanato ex art. 22 bis DPR 327/2001, che difetti dell’esplicitazione delle ragioni di particolare urgenza, della determinazione, in via provvisoria, dell’indennità di espropriazione; dell’avvertenza che il proprietario, nei trenta giorni successivi all'immissione in possesso, può, nel caso non co... _OMISSIS_ ...;indennità offerta, presentare osservazioni scritte e depositare documenti.

L'art. 22 bis DPR 327/2001 non impone che venga notificato, al singolo espropriato, l’intero elenco dei beni e dei proprietari coinvolti nel procedimento ablativo (di cui può comunque essere presa visione qualora sussista interesse). Correttamente può essere notificato il decreto e lo stralcio delle ulteriori informazioni (beni, relative estensioni e identificazioni), riguardanti il singolo destinatario.

OCCUPAZIONE --> DECRETO MOTIVATO ART. 22 BIS DPR 327/2001 --> COSTITUZIONALITÀ

L’art. 22-bis del DPR 327/2001 non costituisce una violazione della delega legislativa prevista dall’art. 5 comma 4 della legge 166/2002.

... _OMISSIS_ ... ritenuta manifestamente infondata (Cons. Stato, IV, n 8259/2006) la questione di legittimità costituzionale dell’art. 22 bis DPR 327/2001 per eccesso di delega nella parte in cui estende l’ operatività dell’occupazione di urgenza per le opere diverse da quelle previste dalla L. n. 443/2001, in quanto l’art. 5, comma 4, della L. n. 166/2002 aveva delegato il Governo a modificare il T.U. sulle espropriazioni non solo ai fini di un suo coordinamento con le disposizioni in tema di insediamenti produttivi e strategici, ma anche per “agevolare le procedure di immissione nel possesso”.

E’ manifestamente infondata la questione di legittimità costituzionale dell’art. 22 bis DPR 327 del 2001 per eccesso di delega e i... _OMISSIS_ ... nella parte in cui estende l’operatività dell’occupazione di urgenza per le opere diverse da quelle previste dalla legge 21 dicembre 2001, n.443. Infatti, l’art. 5, comma 4 della L.166 del 2002 aveva delegato il Governo a modificare il Testo Unico sulle espropriazioni non solo per integrare e coordinare il testo unico stesso alle disposizioni in tema di insediamenti produttivi e strategici, ma anche al fine di >.

E' manifestamente infondata la questione di legittimità costituzionale dell'art. 22 bis per eccesso di delega rispetto all’art. 5, comma 4, della legge delega n. 166/2002, anche con riferimento al numero di destinatari.

OCCUPAZIONE --> DECRETO MOTIVATO ART. 22 BIS DPR 327/2001 --> DESTINATARI

... _OMISSIS_ ...ente il decreto di occupazione d’urgenza è notificato ed eseguito nei confronti del soggetto che, a causa del mancato aggiornamento catastale, risulti ancora proprietario delle aree occupate.

OCCUPAZIONE --> DECRETO MOTIVATO ART. 22 BIS DPR 327/2001 --> DESTINATARI --> NON CONSENZIENTI

Non è affetto da vizio di eccesso di potere per disparità di trattamento e sviamento, il provvedimento di occupazione d’urgenza che sia stato emanato soltanto nei confronti dei proprietari che non hanno voluto concludere il procedimento espropriativo nella forma civilistica della stipulazione del contratto di cessione volontaria, così assumendo una posizione giuridica differenziata non paragonabile ai bonari cessionari.

... _OMISSIS_ ... DECRETO MOTIVATO ART. 22 BIS DPR 327/2001 --> ECCEZIONALITÀ

Con la disciplina di cui al d.p.r. n. 327/2001, incluse le successive modificazioni, il legislatore ha inteso sottolineare la natura eccezionale e straordinaria della fase dell’occupazione d’urgenza, che, in passato, si era invece tramutata in una sorta di passaggio ordinario e fisiologico del procedimento espropriativo.

Il ricorso allo strumento dell’occupazione d’urgenza di cui all’art. 22-bis DPR 327/2001, deve ritenersi eccezionale e pertanto limitato ai soli casi di obiettiva, evidente urgenza dell’intervento e ciò al fine di sanzionare l’eccessiva propensione delle amministrazioni a continuare, pur nel nuovo regime introdotto ... _OMISSIS_ ..., ad abusare di suddetto strumento.

L’istituto dell'occupazione d’urgenza ex art. 22 bis DPR 327/2001 è strumento eccezionale che devia dall'ordinaria sequenza procedimentale ablatoria.

Con l’art. 22 bis DPR 327/2001 il legislatore ha inteso reintrodurre l’istituto dell’occupazione d’urgenza, indicandone e specificandone, con la formula letterale usata, la straordinarietà ed eccezionalità; memore del continuo e quasi sistematico ricorso fatto dalle Amministrazioni nel previgente sistema normativo all’occupazione d’urgenza preespropriativa, tanto da farla divenire una via quasi usuale di avvio dell’esproprio, ha così inteso precisarne la natura straordinaria e specificarne i limiti... _OMISSIS_ ...RLF|
Ai sensi dell’art. 22 bis del T.U. (che parla di “particolare urgenza dell’inizio dei lavori”), il procedimento di occupazione d’urgenza costituisce una sorta di eccezionale “deviazione” rispetto al normale corso del procedimento espropriativo; nel caso in cui l’amministrazione si determini ad utilizzare tale procedura, è necessario che l’urgenza sia qualificata all’interno del provvedimento di occupazione in modo circostanziato in relazione al caso di specie.

OCCUPAZIONE --> DECRETO MOTIVATO ART. 22 BIS DPR 327/2001 --> INDICAZIONE TERMINE

La mancata indicazione della durata dell’occupazione non è vizio d'illegittimità del decreto, in quanto l’art. 22-... _OMISSIS_ ...327 del 2001 non considera elemento costitutivo del decreto di occupazione l’indicazione del termine di durata, fissando direttamente un termine massimo di efficacia coincidente con quello della dichiarazione di p.u..

Il decreto di occupazione d’urgenza non richiede particolare indicazioni sulla sua durata le quali discendono dall’art 22 bis comma 6 DPR 327/2001.

Non risulta viziante del provvedimento di occupazione, l’omessa indicazione del termine di durata dell’occupazione, posto che, alla stregua del comma 6 dell’art. 22 bis D.P.R. 327/2001, esso deriva implicitamente dalla legge, in quanto “ Il decreto che dispone l’occupazione ai sensi del comma 1 perde efficacia qualora non venga emanato il... _OMISSIS_ ...roprio nel termine di cui all’art. 13”.

OCCUPAZIONE --> DECRETO MOTIVATO ART. 22 BIS DPR 327/2001 --> MOTIVAZIONE

Sopra i cinquanta destinatari non serve motivare l'occupazione.

OCCUPAZIONE --> DECRETO MOTIVATO ART. 22 BIS DPR 327/2001 --> NATURA RECETTIZIA

Anche alla luce del testo dell’art. 22 – bis DPR 327/2001, la notificazione del decreto di occupazione, lungi dall’acquisire non tanto la natura di elemento “integratore” della legittimità dell’atto, quanto la veste di condizione per la legittima ...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 11295 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 2,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo