Il decreto di occupazione ex art. 71 L. 2359/1865

OCCUPAZIONE --> DECRETO DI OCCUPAZIONE ART. 71 L. 2359/1865

Nel vigente ordinamento non convivono affatto due diverse tipologie di occupazione d'urgenza, l'una disciplinata dalla L. n. 865 del 1971, art. 20 e l'altra dalla L. n. 1 del 1978, art. 3, ma ne esiste una soltanto: quella preordinata all'espropriazione introdotta dalla L. n. 2359 del 1865, artt. 71 e 72 e regolata quanto alla sequenza procedimentale nelle espropriazioni soggette alla L. n. 865 del 1971, dalla normativa dell'art. 20.

OCCUPAZIONE --> DECRETO DI OCCUPAZIONE ART. 71 L. 2359/1865 --> COMPETENZA

L'art. 106 del d.P.R. 24 luglio 1977, nr. 616, operando il trasferimento alle Regioni delle funzioni amministrative in materia di espropriazione per pubblic... _OMISSIS_ ...revisto, nel comma 3, che le funzioni relative alle occupazioni temporanee e di urgenza siano attribuite ai Comuni per le opere pubbliche o di pubblica utilità di loro spettanza, con la conseguenza che il riferimento, contenuto nell’art. 20 della legge n. 865 del 1971, al decreto prefettizio che dispone l’occupazione d’urgenza, deve ritenersi modificato nel senso che, per le opere di spettanza dei Comuni, la competenza ad emettere il decreto di occupazione temporanea sia stata trasferita all’autorità comunale.

Il provvedimento, con cui il sindaco autorizza una cooperativa edilizia all'occupazione d'urgenza di un fondo in nome e per conto dell'ente territoriale, in conformità ed esecuzione di deliberazioni della giunta inerenti al piano ... _OMISSIS_ ...realizzazione di alloggi dell'edilizia residenziale pubblica (art. 51 della l. 22 ottobre 1971 n. 865), è riconducibile nell'ambito delle attribuzioni dell'autorità municipale in detta materia (art. 106 del d.P.R. 24 luglio 1977 n. 616, 3 e 6 della l. 3 gennaio 1978 n. 1).

Il decreto di occupazione può essere adottato anche da Consorzi tra Comuni, ove le funzioni amministrative inerenti le occupazioni d'urgenza siano agli stessi attribuite dalla legge o dagli Statuti (in caso di specie ex art 1 comma 2 L. R. Lombardia n. 9/1981).

Il vizio d’incompetenza in ordine all'emanazione di un decreto di occupazione non risulta invalidante ai sensi dell’art. 21 octies comma 2° l. n. 241/90 tenuto conto della peculiare natura del decreto di... _OMISSIS_ ...rsquo;urgenza costituente atto vincolato e meramente consequenziale rispetto alla dichiarazione di pubblica utilità.

OCCUPAZIONE --> DECRETO DI OCCUPAZIONE ART. 71 L. 2359/1865 --> COMPETENZA --> ORGANO POLITICO

Anteriormente all’entrata in vigore del decreto legislativo 31 marzo 1998, nr. 80, che con l’art. 45 ha attribuito in via esclusiva ai dirigenti la competenza in tema di atti di gestione, il decreto di occupazione d’urgenza rientrava nella competenza del Sindaco.

Per le opere il cui procedimento sia stato avviato prima dell’entrata in vigore del D.Lgs. n. 80 del 1998, la competenza all’emanazione del decreto di occupazione d'urgenza è di competenza del Sindaco.

La comp... _OMISSIS_ ...re l' occupazione d’urgenza ai sensi del combinato disposto dell'art. 32 lett. b), e dell'art. 35 comma 1, della L. n. 142/1990, spettava alla Giunta Comunale e non al Sindaco.

Le funzioni amministrative concernenti le occupazioni temporanee e d’urgenza ed i relativi atti preparatori, attribuite ai comuni, si intendono conferite all’organo comunale dotato di competenza generale e residuale; tutto ciò non esclude che la competenza del consiglio comunale possa essere delegata al sindaco, anche se limitatamente alla fase esecutiva, e che tale delega rimanga valida ed efficace sino alla sua espressa revoca.

Il potere di disporre l’occupazione d’urgenza di beni immobili spetta esclusivamente al Consiglio Comunale e non ... _OMISSIS_ ...la Giunta comunale, salvo espressa delega.

Durante la vigenza del T.U. 4 febbraio 1915 n. 148, ben poteva il Sindaco emettere il decreto di occupazione d’urgenza, anziché il Consiglio comunale.

Il provvedimento di occupazione compete al consiglio comunale, ed è delegabile al sindaco.

Il decreto di occupazione d’urgenza è un atto esecutivo e spetta alla competenza dell’organo legittimato ad impegnare verso l’esterno l’Amministrazione comunale.

OCCUPAZIONE --> DECRETO DI OCCUPAZIONE ART. 71 L. 2359/1865 --> COMPETENZA --> ORGANO TECNICO

L’adozione del decreto di occupazione temporanea e d’urgenza, emanato dopo l’entrata in vigore dell’art. 4... _OMISSIS_ ... 80/1998, è di competenza del funzionario dirigente dell’ufficio tecnico della P.A. procedente e non del Sindaco, atteso che detta norma attribuisce alla dirigenza la competenza ad adottare tutti gli atti di gestione, inclusi quelli che impegnano la P.A. verso l’esterno, fra i quali deve ricondursi il decreto in questione.

Il decreto di occupazione d'urgenza di un'area emesso a fini espropriativi da un Comune, costituendo un provvedimento meramente attuativo di scelte già compiute negli atti presupposti, non può essere adottato dal Sindaco dopo l'avvento dell'art. 51, l. 8 giugno 1990 n. 142, come modificato dall'art. 6 comma 2, l. 15 maggio 1997 n. 127 (ora sostituito dall’art. 107 del d.lgs. 18 agosto 2000 n. 267), ma è di competenza dirige... _OMISSIS_ ...verse conclusioni si può pervenire sulla base dell’applicazione di risalenti disposizioni legislative regionali, emanate prima dell’introduzione legislativa, con riguardo all’ordinamento degli enti locali, del principio della separazione tra funzioni di indirizzo politico, affidate agli organi di governo, e funzioni gestionali affidate agli organi dirigenziali.

L’occupazione d’urgenza viene disposta sulla base di un progetto e di un piano particellare già approvato, e pertanto si pone quale atto a contenuto vincolato, rispetto al quale non ha senso una verifica del processo formativo della volontà; non è pertanto viziato da incompetenza il decreto che dispone l'occupazione firmato dal responsabile del procedimento.

... _OMISSIS_ ... disposto di cui all'art. 3 del d.lgs. n. 29/1993, l'organo competente all’adozione di un decreto di occupazione è il dirigente preposto alla materia e non il Presidente della Giunta Regionale, in quanto tale atto rientra senz’altro fra gli atti di gestione e non fra quelli d'indirizzo.

L'adozione del decreto di occupazione temporanea e d'urgenza, emanato dopo l'entrata in vigore dell'art. 45, D.Lgs. 31 marzo 1998 n. 80, è di competenza del funzionario dirigente dell'Ufficio tecnico dell'amministrazione procedente, atteso che detta norma attribuisce alla dirigenza la competenza ad adottare tutti gli atti di gestione, inclusi quelli che impegnano l'amministrazione verso l'esterno.

L’adozione del decreto di occupazione temporanea... _OMISSIS_ ...nza in epoca successiva all’entrata in vigore dell’art. 45 del d.lgs. n. 80 del 1998 è da ascrivere alla competenza del funzionario dirigente dell’Ufficio tecnico dell’Amministrazione procedente, atteso che detta norma attribuisce alla dirigenza la competenza ad adottare tutti gli atti di gestione, inclusi quelli che impegnano l’Amministrazione verso l’esterno.

Gli atti di mera gestione (quale anche il decreto di occupazione temporanea e di urgenza, emanato successivamente all’entrata in vigore dell’art. 45 D.L.vo n. 80/98), ai sensi dell’art....


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 48292 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 5,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo