Giusto procedimento: le controdeduzioni

PROCEDURA --> CONTRADDITTORIO, GIUSTO PROCEDIMENTO --> OSSERVAZIONI E CONTRODEDUZIONI

L’obbligo previsto dall'articolo 10 della legge numero 241 del 1990 di esaminare le memorie e i documenti prodotti dagli interessati nel corso del procedimento amministrativo, non impone all'amministrazione una specifica ed analitica confutazione di tutte le singole avverse argomentazioni esposte.

PROCEDURA --> CONTRADDITTORIO, GIUSTO PROCEDIMENTO --> OSSERVAZIONI E CONTRODEDUZIONI --> CONTRODEDUZIONI

Il principio di adeguata partecipazione richiede che i destinatari sui cui terreni sia possibile l'apposizione di un vincolo, possano interloquire prima della dichiarazione di pubblica utilità, ma non è certo necessario che essi... _OMISSIS_ ...anche successivamente all’accoglimento, sia pure parziale, delle loro istanze.

Legittima la controdeduzione alle osservazioni mediante mediante motivazione "per relationem".

PROCEDURA --> CONTRADDITTORIO, GIUSTO PROCEDIMENTO --> OSSERVAZIONI E CONTRODEDUZIONI --> CONTRODEDUZIONI --> ANALITICITÀ

Il dovere di esame delle memorie prodotte dall'interessato a seguito della comunicazione di avvio del procedimento non comporta la confutazione analitica delle allegazioni presentate dall'interessato, purché il provvedimento finale sia corredato da una motivazione che renda nella sostanza percepibili le ragioni del mancato adeguamento dell'azione amministrativa a quelle osservazioni.

Nel provvedime... _OMISSIS_ ...ivo non è necessaria l’analitica confutazione delle ragioni addotte dal privato, risultando sufficiente unicamente che l’amministrazione le abbia prese in considerazione e valutate.

L’esame delle memorie e dei documenti prodotti dagli interessati nel corso del procedimento amministrativo non impone all’Amministrazione una specifica ed analitica confutazione di tutte le singole argomentazioni esposte, in quanto è sufficiente che il provvedimento finale sia corredato da una motivazione che renda nella sostanza percepibili le ragioni del mancato adeguamento dell'azione amministrativa a quelle osservazioni.

Nel provvedimento amministrativo la motivazione per relationem corrisponde ad una tecnica motivazionale ammessa dall'art... _OMISSIS_ ...o 1990, n. 241, specie allorquando il provvedimento sia preceduto da atti istruttori o da pareri, e purché l'interessato sia messo in grado di prenderne visione, non incidendo siffatto modus operandi sull'essenza dell'operazione valutativa che non ne risulta minimamente sminuita.

PROCEDURA --> CONTRADDITTORIO, GIUSTO PROCEDIMENTO --> OSSERVAZIONI E CONTRODEDUZIONI --> CONTRODEDUZIONI --> COMPETENZA

Il potere di pronuncia sulle osservazioni allo strumento urbanistico generale presentate dai privati ai sensi dell’articolo 9 della legge n. 1150/1942 spetta al Consiglio comunale, il quale può pronunziarsi motivatamente sul loro accoglimento o sulla loro reiezione. L’articolo 10, comma 2, della legge n. 1150/1942 limita il pot... _OMISSIS_ ...to d'ufficio della Regione, prevedendo le ipotesi in cui con il decreto di approvazione possono apportarsi modifiche. La predetta elencazione non comprende espressamente (a differenza di quelle accolte ed accettate dal Consiglio comunale), quelle conseguenti ad un riesame (in termini di accoglimento) delle osservazioni presentate dai privati e respinte dall’ente comunale. Il silenzio della legge sul punto evidenzia, dunque, che in relazione a queste ultime, una volta intervenuta la determinazione negativa dell’organo comunale non vi è, da parte della Regione, un obbligo di riesame.

Legittimamente possono essere delegati all'organo dirigenziale poteri meramente istruttori concernenti l’esame e la valutazione delle osservazioni presentate dag... _OMISSIS_ ... volti all’acquisizione e alla predisposizione di una proposta di controdeduzioni e tali controdeduzioni siano quindi successivamente riprodotte nella motivazione del provvedimento con cui è approvato il progetto e quindi formalmente approvate dalla competente giunta, a cui, pertanto, va imputato, nella forma e nella sostanza, il provvedimento conclusivo della sequenza procedimentale.

Ciò che conta per la legittimità della motivazione in ordine alle osservazioni private è che la manifestazione reiettiva provenga/sia fatta propria dall’Ente e che l’osservazione sia stata vagliata: a queste condizioni, la incertezza “soggettiva” (nella specie dovuta alla carenza di intestazione e sottoscrizione della nota reiettiva) è del tutto... _OMISSIS_ ...vo, né dalla stessa può trarsi una carenza motivazionale.

Non appare rilevante che la comunicazione relativa alle controdeduzioni sia stata trasmessa a firma del Sindaco, qualora le stesse siano state fatte proprie, in sede di dichiarazione della pubblica utilità, dall’organo competente all’adozione del progetto definitivo-esecutivo.

Poiche l'art. 32, II comma, lett. b) della legge n. 142/1990 attribuisce espressamente al Consiglio comunale la competenza in materia di approvazione dei piani territoriali ed urbanistici, rientra parimenti nella competenza dello stesso organo, essendone elemento funzionalmente costitutivo, la formulazione delle controdeduzioni alle osservazioni proposte dagli interessati ai sensi dell'art. 9 della legg... _OMISSIS_ ...942.

L'art. 11 d.P.R. n. 327/2001, comma 2, prevede che le osservazioni del proprietario del bene sul quale si intende apporre il vincolo preordinato all'esproprio "vengono valutate dall'autorità espropriante ai fini delle definitive determinazioni".

Le osservazioni presentate ex art. 17 e 22 bis d.P.R. n. 327/2001, inserendosi nell'ambito del procedimento espropriativo, sono correttamente esaminate dall'Autorità espropriante.

Il richiamo, contenuto nella delibera, alle valutazioni dei tecnici progettisti sulle osservazioni presentate ex art. 11 DPR 327/2001, non preclude la riferibilità al Consiglio Comunale delle sue controdeduzioni. Non sussiste pertanto alcun profilo di incompetenza, essendo le controdeduzioni com... _OMISSIS_ ...e riferibili all’organo deliberante.

Alla stregua del comune riparto delle attribuzioni tra organi di indirizzo politico-amministrativo e dirigenza, ai sensi dell’art. 4 del d.lgs. n. 165 del 2001 e dell’art. 107 del d.lgs. n. 267/2000, rientrano nella competenza dei dirigenti degli enti locali l’approvazione dei progetti di opere pubbliche e l’occupazione d’urgenza delle relative aree; in tale contesto non può non spettare agli stessi dirigenti il vaglio delle osservazioni dei soggetti espropriandi, in funzione dell’adozione dei provvedimenti di loro pertinenza.

La risposta alle osservazioni formulate ex art. 16 DPR 327/2001, non compete al dirigente ma all'organo competente all'approvazione del proget... _OMISSIS_ ...dichiarazione di pubblica utilità; diversamente opinando non avrebbe alcun senso la disposizione di cui all’art. 16 secondo cui l’eventuale accoglimento delle osservazioni comporta la modifica del progetto, modifica che non può che competere allo stesso organo che ne ha deliberato l’approvazione.

La risposta alle osservazioni formulate ex art. 16 DPR 327/2001 se può essere predisposta dal responsabile dell’ufficio tecnico o dal progettista deve essere fatta propria dall’organo competente all’approvazione del progetto ed alla conseguente dichiarazione di pubblica utilit&agr...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 68372 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 8,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo