Articolo

 Questo articolo è tratto dal testo in formato PDF nel riquadro, scaricabile in pochi minuti

 COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con citazione della fonte e link

Il presente articolo è composto da sintesi giurisprudenziali tratte dal  prodotto di cui è mostrata la copertina. In tale prodotto il testo è riportato senza omissis, e ciascuna  sintesi è associata al pertinente brano originale e agli estremi della sentenza a cui essa si riferisce (come si può constatare scaricandosi il  demo del prodotto). Il cliente può acquistare il prodotto completo nonché, in certi casi, il solo articolo tratto da esso. 

Giusto procedimento amministrativo: le comunicazioni agli interessati

PROCEDURA --> CONTRADDITTORIO, GIUSTO PROCEDIMENTO --> COMUNICAZIONI PERSONALI E IMPERSONALI

Le comunicazioni di avvio del procedimento costituiscono atti endoprocedimentali non immediatamente lesivi e, come tali, non autonomamente impugnabili, dovendosi semmai farsi valere i vizi che li affliggono in sede di impugnazione dell’atto conclusivo del procedimento.

L’amministrazione, nell'avviso di inizio del procedimento, non è tenuta ad individuare con assoluta precisione quali saranno l'ampiezza, la struttura e il dispositivo del provvedimento che si accinge ad emanare, essendo possibile che, una volta avviata l'istruttoria, essa deliberi di emettere un provvedimento diverso da quello preannunziato, con il limite costituito dall'aderenza dell'atto finale rispetto a quello oggetto dell'avviso.

Le norme in tema di partecipazione al procedimento amministrativo vanno interpretate in senso sostanziale pe... _OMISSIS_ ...one di avvio del procedimento non è necessaria né esigibile laddove l'interessato sia stato reso edotto e, dunque, sia a conoscenza dell'esistenza di un procedimento amministrativo.

Tra la comunicazione di avvio del procedimento e l’emissione del provvedimento finale deve trascorrere un intervallo di tempo idoneo a consentire un’effettiva partecipazione dell’interessato (nel caso di specie ciò non è avvenuto dato che il provvedimento finale è stato adottato prima che il ricorrente ricevesse la comunicazione di avvio del procedimento).

La comunicazione di avvio del procedimento è unica per ciascun procedimento e tendenzialmente completa, sicché deve essere necessariamente reiterata ogni volta che sia iniziato un nuovo procedimento, anche se connesso ad altro precedentemente iniziato, alla sola condizione che ciascun procedimento sia autonomo dall’altro.

_OMISSIS_ ...fettuato dalla Polizia Municipale in cui si dà atto del diretto intervento dei proprietari dell’immobile abusivo deve essere equiparato alla comunicazione di avvio del procedimento assolvendone le medesime funzioni cognitive.

L’omessa comunicazione di avvio del procedimento nei confronti di una società in rapporto di controllo con altra società, avente il medesimo amministratore delegato e destinataria della comunicazione di avvio, non comporta la violazione delle finalità partecipative.

Non è dovuta la comunicazione di avvio per il procedimento che si conclude con l’emanazione dell’ordine di sgombero in quanto quest’ultimo, oltre ad avere natura strettamente vincolata, è atto dovuto in presenza di una trasformazione della destinazione di un bene.

L’inosservanza delle disposizioni in tema di pubblicità e comunicazioni, se certamente ha ef... _OMISSIS_ ...za legale degli atti e sulla tempestività delle relative impugnazioni, non si riverbera però sulla validità degli atti stessi, che non ne risultano viziati nella loro legittimità.

Il provvedimento di proroga della dichiarazione di pubblica utilità e il provvedimento di esproprio sono atti che devono essere notificati personalmente e individualmente ai soggetti interessati. In suddetta ipotesi non trovano infatti applicazione le norme di cui agli artt. 11 comma 2 e art. 16 comma 5 del D.P.R. 327/01 che, infatti, si riferiscono non al provvedimento conclusivo del procedimento ma alla comunicazione di avvio dello stesso, che appunto può, nei casi e con le modalità previste, essere effettuata mediante pubblicazione.

La comunicazione di avvio del procedimento è superflua quando: l'adozione del provvedimento finale è doverosa (oltre che vincolata) per la P.A.; i presupposti fattu... _OMISSIS_ ...ano assolutamente incontestati dalle parti; il quadro normativo di riferimento non presenta margini di incertezza sufficientemente apprezzabili; l'eventuale annullamento del provvedimento finale, per accertata violazione dell'obbligo formale di comunicazione, non priverebbe la P.A. del potere di adottare un nuovo provvedimento di identico contenuto anche in relazione alla decorrenza dei suoi effetti giuridici.

PROCEDURA --> CONTRADDITTORIO, GIUSTO PROCEDIMENTO --> COMUNICAZIONI PERSONALI E IMPERSONALI --> ALBO PRETORIO

La pubblicazione all'albo pretorio online del comune è un adempimento previsto per dare notizia al pubblico dell’avvenuto rilascio del titolo edilizio ma non rileva ai fini della conoscenza legale da parte del richiedente il titolo edilizio.

La comunicazione di avvio del procedimento di apposizione del vincolo e di dichiarazione di PU, in presenza di elevato numero di destinatari, med... _OMISSIS_ ...ione del relativo avviso all’Albo pretorio del Comune , non è “idonea” forma di pubblicità, ai sensi dell'art. 8 comma 3 della L. n. 241/1990, rendendosi viceversa necessaria una forma di comunicazione notiziale che si avvicini più concretamente alla sfera dei privati incisi dal potere espropriativo, quale la pubblicazione su un giornale quotidiano; ciò è attestato anche dall’art.11 DPR 327/2001.

PROCEDURA --> CONTRADDITTORIO, GIUSTO PROCEDIMENTO --> COMUNICAZIONI PERSONALI E IMPERSONALI --> BUR

Non può essere considerato valido equipollente al regolare avviso dell’inizio del procedimento espropriativo la pubblicazione sul B.U.R., sia perché rivolta a meri fini di pubblicità – notizia, sia perché essenzialmente diversa dalla comunicazione individuale, invece richiesta nei confronti dei proprietari espropriandi.

PROC... _OMISSIS_ ...DITTORIO, GIUSTO PROCEDIMENTO --> COMUNICAZIONI PERSONALI E IMPERSONALI --> BUR --> COSA PUBBLICARE

La pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione (nel caso di specie prevista dall’art. 4 della L.R. Sardegna n. 43/1989) dell’avviso concernente la presentazione di domanda di autorizzazione per la costruzione e l’esercizio dell’elettrodotto, non costituisce una mera formalità imposta dal legislatore, ma ha la funzione di permettere l'effettiva partecipazione degli interessati al procedimento; ne consegue la necessità che tale avviso contenga l’indicazione delle particelle catastali e dei relativi intestatari o quanto meno l’indicazione della localizzazione delle aree.

La comunicazione di massa effettuata mediante publlicazione sul BUR di avviso non contenente l’indicazione di un elenco delle ditte coinvolte ma la sola indicazione che nel territorio di un ce... _OMISSIS_ ...lizzati i lavori di una certa opera pubblica, non consente che il vero interessato sia messo in alcun modo in condizione di poter sapere che i terreni di sua proprietà sono interessati alla realizzazione della suddetta opera e di poter conseguentemente presentare osservazioni.

PROCEDURA --> CONTRADDITTORIO, GIUSTO PROCEDIMENTO --> COMUNICAZIONI PERSONALI E IMPERSONALI --> COMPETENZA

Dato il carattere istruttorio ed endoprocedimentale della comunicazione di avvio del procedimento, funzionale all’acquisizione dell’apporto procedimentale degli interessati, non vi è alcuna necessità che venga adottata dallo stesso organo di amministrazione attiva competente all’adozione del provvedimento finale.

PROCEDURA --> CONTRADDITTORIO, GIUSTO PROCEDIMENTO --> COMUNICAZIONI PERSONALI E IMPERSONALI --> CONDIZIONI

L’acquisizione gratuita al patrimonio comunale... _OMISSIS_ ...dilizia abusiva consegue all’inottemperanza all’ordine di demolizione come atto dovuto e non necessita della preventiva comunicazione dell’inizio del procedimento finalizzato all'accertamento di tale inottemperanza, non essendo tale adempimento dovuto nei casi in cui l’interessato non possa apportare alcun contributo all’esercizio del potere.

E' possibile ricorrere, in presenza dei presupposti prescritti, a forme di pubblicità alternative alla comunicazione individuale; e tanto in quanto l’art. 8 comma 3 della L. n. 241 del 1990 è una norma di chiusura dell'ordinamento.

La surrogazione degli obblighi partecipativi attraverso forme generali di pubblicità rimane subordinata ad un duplice requisito legittimante, il primo relativo all’ “an” (effettiva difficoltà di procedere a notifiche individuali nei confronti dei singoli destinatari) e l’altro affere... _OMISSIS_ ...dquo; ed “quomodo” della pubblicazione, con specifico riguardo agli effettivi contenuti degli avvisi pubblici ed alla loro idoneità a consentire in concreto la partecipazione –non tanto della collettività quanto- dei diretti destinatari del provvedimento in fieri.

L'art. 7 della l. 7 agosto 1990 n. 241, concernente l'obbligo di inviare la comunicazione di avvio del procedimento amministrativo, presuppone che l'interessato ignori l'esistenza del procedimento stesso; pertanto, tale obbligo non sussiste laddove il procedimento sia iniziato a seguito di istanza del medesimo interessato, come nell'ipotesi del procedimento di accertamento di conformità urbanistica previsto dall'art.36 del d.P.R. n. 380 del 2001.

PROCEDURA --> CONTRADDITTORIO, GIUSTO PROCEDIMENTO --> COMUNICAZIONI PERSONALI E IMPERSONALI --> CONTENUTO

In caso di comunicazione di massa ai sensi dell'art. 11, comma 2... _OMISSIS_ ......

...continua.

Acquista l'articolo per soli 6,00 €, potrai visualizzarlo sempre sul nostro sito e ti verrà inviata una mail con il PDF dell'articolo in allegato

Acquista articolo