Carrello
Carrello vuoto



Il pagamento della T.O.S.A.P. per gli impianti pubblicitari

Poiché l'imposta comunale sulla pubblicità ha oggetto diverso dalla tassa per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche (T.O.S.A.P.), la contemporanea soggezione alle due tassazioni non integra un'ipotesi di vietata doppia imposizione quando gli impianti pubblicitari siano installati su beni appartenenti o concessi in godimento ad enti territoriali.

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:COSAP TOSAP
anno:2015
pagine: 102 in formato A4, equivalenti a 173 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 10,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


Sintesi: A norma del D.Lgs. n. 507 del 1993, art. 9, comma 7, in caso di pubblicità effettuata su impianti installati su beni appartenenti o dati in godimento al comune, l'applicazione dell'imposta sulla pubblicità non esclude quella della tassa per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche nonché il pagamento di canoni di locazione o di concessione.

Sintesi: La giurisprudenza che esclude la sottoposizione alla TOSAP per gli impianti pubblicitari soggetti a imposta di pubblicità non da conto dell'ineludibile dato testuale del D.Lgs. n. 507 del 1993, art. 9, comma 7.

Sintesi: La contemporanea soggezione a TOSAP ed imposta sulla pubblicità non integra un'ipotesi di vietata doppia imposizione, in quanto l'imposta comunale sulla pubblicità ha oggetto diverso dalla tassa per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche.

Estratto: «8.2. Il secondo motivo è, invece, fondato. A norma del D.Lgs. n. 507 del 1993, art. 9, comma 7, in caso di pubblicità effettuata su impianti installati su beni appartenenti o dati in godimento al comune, "l'applicazione dell'imposta sulla pubblicità non esclude quella della tassa per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche n... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...; il pagamento di canoni di locazione o di concessione...". Il chiaro tenore letterale della disposizione in esame induce il Collegio a discostarsi dalla precedente giurisprudenza (Cass. n. 1306 del 2007 e n. 17614 del 2004), che ha escluso la sottoposizione alla TOSAP per gli impianti pubblicitari soggetti a imposta di pubblicità, senza, però, dar conto del citato, ineludibile, dato testuale. Nè la contemporanea soggezione ai due tributi integra un'ipotesi di vietata doppia imposizione, in quanto l'imposta comunale sulla pubblicità ha oggetto diverso dalla tassa per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche, come emerge dal confronto fra il D.Lgs n. 507 del 1993, art. 5 e art. 38 del che, rispettivamente, individuano il presupposto impositivo nel "mezzo pubblicitario disponibile" (cfr. funditus Cass. n. 6446 del 2004, ed inoltre, cfr. Cass. n. 109 del 2005; n. 21049 del 2007; 4783 del 2011) e nella "occupazione" id est nella sottrazione dell'area o dello spazio pubblico al sistema della viabilità e, quindi, all'uso generalizzato (cfr. Cass. n. 3872 del 2010), di tal che l'alternatività tra le due imposizioni non è, a ben vedere, ravvisabile.»

Sintesi: L'indirizzo della Suprema Corte... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ... quale l'imposta sulla pubblicità assorbirebbe e ricomprenderebbe anche la tassa per l'occupazione del suolo pubblico non sembra tenere in debito conto il disposto del D.Lgs. n. 507 del 1993, art. 9, comma 7, a tenore del quale, qualora la pubblicità sia effettuata su impianti installati su beni appartenenti o dati in godimento al comune, l'applicazione dell'imposta sulla pubblicità non esclude quella della tassa per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche.

Sintesi: L'imposta comunale sulla pubblicità non è speciale rispetto alla TOSAP e ciò consente l'applicazione di entrambi i tributi, nella specifica ipotesi in cui gli impianti pubblicitari siano installati su beni appartenenti o concessi in godimento ad enti territoriali.

Estratto: «3. Ciò posto, va osservato che, con il primo motivo di ricorso, l'ente territoriale denun... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ... impianti stessi, non possono che essere considerati pienamente legittimi.»



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI