Carrello
Carrello vuoto



L'onere della prova nelle questioni relative al ripristino della distanza legale tra le costruzioni

Nelle questioni relative al ripristino delle distanze legali tra gli edifici, l'onere della prova incombe sull'attore. Egli deve infatti dimostrare che all'epoca dell'entrata in vigore della norma di cui lamenta la violazione, la costruzione era illegittima.

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:IL CODICE DELLE DISTANZE
anno:2017
pagine: 2838 in formato A4, equivalenti a 4825 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 40,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


VINCOLI URBANISTICI ED EDIFICABILITÀ --> FASCE DI RISPETTO E DISTANZE LEGALI -->
DISTANZE --> SUCCESSIONE DI NORME

Se dopo la concessione edilizia sopravvengono nuove norme sulle distanze tra edifici, il costruttore deve conformarsi allo "jus superveniens" (art. 11 disp. prel. cod. civ.), salvo che la costruzione sia già iniziata, perché in tal caso, se la nuova disciplina è più restrittiva della precedente, non può esplicare efficacia retroattiva su situazioni già consolidatesi.

Nell'ipotesi di nuove norme meno restrittive, il principio dell'immediata applicabilità dello "ius superveniens" trova unico limite nell'eventuale giudicato formatosi nella controversia sulla legittimità o non della costruzione, con la conseguenza che non può disporsi la demolizione degli edifici originariamente illeciti alla stregua delle precedenti norme e che siano consentiti dalla normativa sopravvenuta.

Se subentra una disposizione derogatoria delle distanze in senso favorevole al costruttore, essa consolidi il diritto di quest'ultimo al mantenimento dell'opera qualora la costruzione risulti a quel tempo ultimata, restando irrilevanti le vicende norma... [Omissis - La versione integrale � presente nel prodotto - Omissis] ...sive.

Spetta al vicino il risarcimento del danno cagionato dall'edificio inizialmente irregolare quanto alle distanze legali nel periodo intercorso tra la edificazione e l'entrata in vigore del nuovo disposto normativo legittimante.

VINCOLI URBANISTICI ED EDIFICABILITÀ --> FASCE DI RISPETTO E DISTANZE LEGALI -->
DISTANZE --> ONERE DELLA PROVA

Spetta al proprietario che chiede la demolizione dell'opera in violazione della normativa sulle distanze dimostrare che al momento dell'entrata in vigore della disciplina più rigorosa essa non era completata, mentre il convenuto può limitarsi a contestare, senza altro onere probatorio, neppure nel caso abbia articolato prova testimoniale sul punto, sempre che non vi sia inequivoca rinuncia ai vantaggi derivantigli dai principi che ... [Omissis - La versione integrale � presente nel prodotto - Omissis] ...o la prova.

Nel caso in cui il convenuto, contro il quale sia stato domandato il ripristino della distanza legale tra le costruzioni, op... [Omissis - La versione integrale � presente nel prodotto - Omissis] ...er eseguito la propria costruzione prima dell'entrata in vigore della norma di cui l'attore lamenta la violazione, tale deduzione non configura un'eccezione in senso proprio, ma si risolve nella mera negazione della sussistenza di una condizione dell'azione proposta; con la conseguenza che - secondo i principi regolanti la ripartizione dell'onere probatorio - la sussistenza di tale condizione, e cioè l'illegittimità dell'opera in relazione alle norme vigenti al tempo della sua esecuzione, deve essere dimostrata dall'attore.

[Omissis - La versione integrale � presente nel prodotto - Omissis] ...amily: Arial, Verdana, sans-serif; font-size: 12px; font-style: normal; font-variant: normal; font-weight: normal; letter-spacing: normal; line-height: normal; orphans: auto; text-align: start; text-indent: 0px; text-transform: none; white-space: normal; widows: 1; word-spacing: 0px; -webkit-text-stroke-width: 0px; display: inline !important; float: none; background-color: rgb(255, 255, 255);">L'azione proposta per ottenere l'osservanza delle distanze legali non esige la rigorosa dimostrazione della proprietà dell'immobile a cui favore l'azione viene esperita, essendo sufficiente che l'attore dimostri con qualsiasi mezzo, non escluse le presunzioni, di possedere il fondo in base ad un valido titolo di acquisto; tuttavia, qualora sia dedotta la violazione delle distanze dal confine, è imprescindibile provare esattamente il luogo dove quest'ultimo è situato, per accertare se la nuova costruzione della parte convenuta sia stata o meno realizzata alla prescritta distanza da tale confine.
[Omissis - La versione integrale � presente nel prodotto - Omissis] ... normal; widows: 1; word-spacing: 0px; -webkit-text-stroke-width: 0px;" />
Income sull'attore l'onere di dimostrare in relazione all'epoca di edificazione delle varie opere di ampliamento e trasformazione, se ed in quale misura le stesse siano illegittime perché in contrasto con le norme del Codice Civile o degli strumenti urbanistici di volta in volta vigenti.
[Omissis - La versione integrale � presente nel prodotto - Omissis] ...t-weight: normal; letter-spacing: normal; line-height: normal; orphans: auto; text-align: start; text-indent: 0px; text-transform: none; white-space: normal; widows: 1; word-spacing: 0px; -webkit-text-stroke-width: 0px;" />
Il proprietario, che denunci la violazione delle distanze legali da parte della costruzione del vicino, sulla base delle disposizioni dettate in materia da un nuovo regolamento edilizio, deve dedurre e dimostrare il presupposto per l'applicabilità di tale nuova discipli... [Omissis - La versione integrale � presente nel prodotto - Omissis] ...egrave;, la sua entrata in vigore prima del completamento della costruzione medesima, da intendersi come realizzazione degli elementi strutturali essenziali, rilevanti per l'altezza e cubatura dell'edificio.


 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI