Carrello
Carrello vuoto



Distanza degli impianti pubblicitari dalle strade

Le distanze da rispettare nel posizionamento di mezzi pubblicitari dipendono dal fatto che il tratto stradale sia collocato dentro o fuori dal centro

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:IL CODICE DELLE DISTANZE
anno:2017
pagine: 2838 in formato A4, equivalenti a 4825 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 40,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


Sia a norma del piano generale degli impianti pubblicitari, che del Regolamento comunale sulla pubblicità e pubbliche affissioni di cui agli artt. 3 e 36, d.lg. 15 novembre 1993 n. 507, il posizionamento dei cartelli deve essere autorizzato ed effettuato nel rispetto delle distanze minime indicate dall'art. 51 comma 2 del regolamento di attuazione dell'art 23 del Codice della strada, distanza che deve essere rispettata anche per i cartelli installati sulle aree private, ma con affaccio alla pubblica via.

L'art. 23, comma 6, del Codice della Strada, stabilendo che nell'interno dei centri abitati, limitatamente alle strade urbane di quartiere e locali, i Comuni hanno la facoltà di concedere deroghe alle norme relative alle distanze minime per il posizionamento dei cartelli e degli altri mezzi pubblicitari, nel rispetto delle esigenze della circolazione stradale, può trovare applicazione soltanto con riferimento alla fattispecie ex art. 51, comma 4, lett. b), DPR n. 495/1992 del rispetto della distanza minima di 30 m. dalle intersezioni e/o dagli incroci, ma non nel diverso caso degli impianti pubblicitari installati "in corrispondenza delle intersezioni", "lungo le curve", "sui ponti e sottoponti non ferroviari", "sui cavalcavia stradali e loro r... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...lta evidente che in tali luoghi l'ubicazione di un impianto pubblicitario, anche se non di grandi dimensioni, può provocare un disturbo visivo ai conducenti di un veicolo, distraendone l'attenzione, con conseguente pericolo per la sicurezza della circolazione.

L'art. 58 D.P.R. 495/1992 è una normativa riferibile esclusivamente agli impianti installati prima del nuovo codice della strada, in forza di autorizzazioni ancora vigenti, che non può essere invocata per disciplinare l'adeguamento di impianti collocati dopo l'entrata in vigore delle nuove disposizioni e con autorizzazioni la cui efficacia è stata interamente sfruttata dal titolare; per queste ultime il rinnovo delle autorizzazioni è subordinato all'adeguamento dell'impianto alle disposizioni del codice della strada e del relativo regolamento, il che sta a significare che la richiesta di rinnovo deve prospettare una collocazione del mezzo pubblicitario in posizione conforme alla nuova disciplina.

Le distanze da rispettare nel posizionamento di mezzi pubblicitari dipendono dal fatto che il tratto stradale di ubicazione sia collocato dentro o fuori dal centro abitato.

Il segnale di indicazione del centro abitato non ha effetto costitutivo del reg... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...co stradale, che dipende invece dai provvedimenti adottati dalle competenti autorità, con la conseguenza che la mancata predisposizione del progetto sulla segnaletica stradale da parte dell'ente proprietario della strada non è sufficiente per applicare la distanza minima tra i cartelli pubblicitari dettata per le strade extraurbane.

Nell'ambito della competenza regolamentare riconosciuta al Comune al fine di disciplinare la collocazione di mezzi pubblicitari sul proprio territorio, all'interno del centro abitato, rientra anche la facoltà di adottare distanze minime più restrittive di quelle inderogabili del d. lgs. 185/92.



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI