Carrello
Carrello vuoto



Accesso agli atti di A.N.A.S. S.p.A.

Il proprietario d’immobile soggetto ad espropriazione finalizzata alla realizzazione di opere stradali, ha diritto ad accedere alla documentazione in possesso della A.N.A.S. spa, inerente alla relativa procedura espropriativa.

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:LE STRADE
anno:2017
pagine: 2523 in formato A4, equivalenti a 4289 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 40,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


PROCEDURA --> ACCESSO AGLI ATTI --> AUTOSTRADE

Si deve ritenere sussistente l'interesse della Provincia ad esercitare il diritto di accesso agli atti relativi al tratto di autostrada insistente sul suo territorio, anche se abbia già esercitato l'azione relativa alle modalità di esazione del pedaggio su tale tratto autostradale, con giudizio conclusosi con sentenza definitiva.

PROCEDURA --> ACCESSO AGLI ATTI --> SOGGETTI --> DESTINATARI DELL'ACCESSO --> ANAS

Nessun dubbio sussiste in merito al fatto che nei confronti di Anas s.p.a., pur essendo soggetto di natura privatistica, sia esercitabile il diritto di accesso agli atti di cui agli artt. 22 e ss. della legge n. 241/90. In proposito pacifica è la giurisprudenza nel sostenere che Anas. s.p.a. rientra tra le pubbliche amministrazioni nei cui confronti è esercitatile il diritto di accesso.

Le società (nel caso di specie Anas S.p.a e Autostrade Meridionali S.p.a.), che agiscono quali autorità che gestiscono il servizio pubblico autostrade e che, in tale veste, gestiscono la procedura di esproprio, attività qualificabile senza dubbio di pubblico inte... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ... a pieno titolo legittimate passive del diritto di accesso (cfr. artt. 22 lett. e, 23 L. 241/1990).

Secondo la giurisprudenza consolidata, l'ANAS SPA rientra tra le pubbliche amministrazioni nei cui confronti è esercitatile il diritto di accesso; l'attività degli enti pubblici economici e dei gestori di pubblici servizi, quando coinvolge interessi pubblici, rientra, infatti, nell'ambito di applicazione dell'art. 97 Cost., essendo svolta, pur se sottoposta di regola al diritto comune, oltre che nell'interesse proprio, anche per soddisfare quelli della collettività, con la conseguenza che i relativi atti sono soggetti all'accesso ex L. n. 241 del 1990.

Il proprietario d'immobile soggetto ad espropriazione finalizzata alla realizzazione di opere stradali, ha diritto ad accedere alla documentazione in possesso della ANAS SPA, inerente alla relativa procedura espropriativa, tra cui anche il verbale di cessione volontaria senza dubbio strumentale alla tutela del proprio credito all'indennità definitiva (asseritamente ancora non conseguita).

PROCEDURA --> CONFERENZA DI SERVIZI --> ANAS

Ai sensi dell'art. 3, commi 1, 3 e 4, DPR n. 3... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ando nell'ambito della Conferenza di Servizi viene acquisito "all'unanimità" il consenso della Regione, dei Comuni interessati e delle altre Amministrazioni, tenute a rilasciare atti di intesa, pareri, autorizzazioni, approvazioni e/o nulla osta, sul progetto definitivo dell'opera pubblica di interesse statale, difforme dagli strumenti urbanistici, tale consenso unanime "sostituisce ad ogni effetto" i predetti atti e/o provvedimenti amministrativi. In tal modo il consenso unanime determina la variazione dello strumento urbanistico e, pertanto, viene così costituito il vincolo preordinato all'espropriazione.

Il termine di sessanta giorni previsto dall'art. 3 del D.P.R. n. 383 del 1994 per la conclusione dei lavori, è con tutta evidenza di termine ordinatorio, suscettibile di essere oltrepassato quando se ne ravvisi l'opportunità, in vista di una positiva conclusione dei lavori della conferenza stessa.

In caso di opera d'interesse statale (Anas), secondo il procedimento previsto dall'art. 3 comma IV DPR 383/94, l'approvazione dei progetti, nei casi in cui la decisione sia adottata dalla conferenza di servizi all'unanimità, sostituisce ad ogni effetto gli atti di intesa, i pareri, le concessioni, anch... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ... le autorizzazioni, le approvazioni, i nulla osta, previsti da leggi statali e regionali: l'approvazione del progetto vale come variante.


 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI