ESPROPRIonline 2/2009

Le nostre pubblicazioni sono realizzate nel pratico  formato PDF e sono scaricabili immediatamente dopo l'acquisto online. Non vendiamo libri cartacei.

L'espropriazione per pubblica utilità

Loro, Paolo

01 maggio 2009

pdf  / 214 pagine in formato A4

Determinazione della indennità definitiva e giudiziale | Provvedimento acquisitivo ex art. 43 ed iniziativa del privato | Il rinnovo del procedimento espropriativo | L’indennizzo per inquinamento acustico | Provvedimento di acquisizione sanante ex art. 43 dpr 327/2001: i tribunali amministrativi regionali oltre il principio di separazione dei poteri ? | Responsabilità del direttore lavori | eccetera

25,00

  • editore: Exeo
  • collana: osservatorio di giurisprudenza
  • numero in collana: 10
  • issn: 1971-999 X
  • sigla: EOL10
  • categoria: ESPROPRIonline
  • tipologia: giuridica
  • genere: periodico
  • altezza: cm 24
  • larghezza: cm 17
  • dimensione: A4
  • funzioni permesse: Stampa: SI - Modifica: SI - Copia/Incolla: SI
  • protezione: digital watermarking
  • disponibità: illimitata
  • destinatari: professionale accademico
  • soggetto: diritto

parte 1 dottrina

PAOLO LORO INES MELLONI
DETERMINAZIONE DELLA INDENNITA’ DEFINITIVA E GIUDIZIALE

Il collegio dei tecnici
La Commissione Provinciale
La determinazione giudiziale dell’indennità

INES MELLONI
PROVVEDIMENTO ACQUISITIVO EX ART. 43 ED INIZIATIVA DEL PRIVATO

L’art. 43 su iniziativa del privato
Art. 43 comma 3: presupposti di applicazione
Art. 43 comma 3: forma e termini della domanda
Art. 43 comma 3: rapporto tra provvedimento giudiziale e provvedimento di acquisizione

NICOLA CENTOFANTI
IL RINNOVO DEL PROCEDIMENTO ESPROPRIATIVO

1) La conclusione del procedimento espropriativo
1.1) Il verbale di immissione di possesso. L’esecuzione del decreto di esproprio
2) Il rinnovo dei vincoli di piano
2.1) L’annullamento e il rinnovo del procedimento
2.2) Il rinnovo della dichiarazione di pubblica utilità e dei termini
3) Il rinnovo del decreto di esproprio
4) La tutela
5) L’utilizzo dell’art.43

NICOLA CENTOFANTI
L’INDENNIZZO PER INQUINAMENTO ACUSTICO

1. Le immissioni provenienti da un’opera pubblica
2. Il limite dell’abusività dell’immobile
2.1. La giurisdizione e la competenza in materia di danno
3. I criteri della normale tollerabilità ex art. 844 c.c.
4. L’illiceità del fatto generatore del danno. L’azione di risarcimento

JACOPO DE PAOLIS
PROVVEDIMENTO DI ACQUISIZIONE SANANTE EX ART. 43 DPR 327/2001: I TRIBUNALI AMMINISTRATIVI REGIONALI OLTRE IL PRINCIPIO DI SEPARAZIONE DEI POTERI ?

1. Premessa
2. La sentenza n. 2582 del 21 Maggio 2007 della Quarta sezione del Consiglio di Stato: condanna delle PP.AA. esproprianti ex art, 35 D. Lgs. 80/1998 e adozione del provvedimento ex art. 43 TU espropri
3. La giurisprudenza recente dei Tar: tradita l’ispirazione della sentenza 2582 del Consiglio di Stato?
4. Considerazioni de jure condendo


parte 2 giurisprudenza


IL DIRETTORE DEI LAVORI E’ RESPONSABILE DEL DANNO CONSEGUENTE A SCOSTAMENTI DAL PROGETTO

IL BENE OCCUPATO E NON UTILIZZATO VA FORMALMENTE RESTITUITO

PER USUCAPIRE IL BENE ESPROPRIATO NECESSARIA L’INTERVERSIONE DEL POSSESSO

PROCEDIMETO DI MASSA: LE PUBBLICAZIONI DEVONO CONTENERE L’INDICAZIONE DELLE PARTICELLE ESPROPRIATE

OCCUPAZIONE ILLEGITIMA: SE E’ INTERVENUTA L’USUCAPIONE NON SI APPLICA L’ART. 43 TU

IL DECRETO DI ESPROPRIO E’ CONDIZIONE DELL’OPPOSIZIONE ALLA STIMA

PERTINENZE: NON QUALIFICABILI COME AREE EDIFICATE

PEREQUAZIONE URBANISTICA ATTUABILE ANCHE IN MANCANZA DI SPECIFICA DISPOSIZIONE NORMATIVA

PROGETTO IN VARIANTE: LA COMPETENZA E’ DEL CONSIGLIO COMUNALE

ESECUZIONE DECRETO DI ESPROPRIO: ENTRO DUE ANNI PENA DECADENZA

AREE PEEP: NON RETROCEDIBILI LE AREE ESPROPRIATE DAL COMUNE

L’ACCETTAZIONE DELL’INDENNITA’ E’ IMPLICITA NELLA RICHIESTA DI PAGAMENTO

AREE PEEP: EDIFICABILI A PRESCIDERE DALLE SPECIFICHE DESTINAZIONI

CONTRODEDUZIONI ALLE OSSERVAZIONI SUL PROGETTO: PROPOSTA DEL DIRIGENTE E DELIBERA DI GIUNTA

DECADENZA DEL PEEP: SI APPLICA IL REGIME DELLE ZONE BIANCHE

ART. 11 TU: NON DEVE ESSERE INVIATA LA DOCUMENTAZIONE TECNICA

LE PORZIONI DI UNA STESSA PARTICELLA NON NECESSARIAMENTE HANNO UGUALE VALORE

IL DECRETO DI ESPROPRIO EX ART. 22 TU PRESUPPONE LA DETERMINAZIONE DELL’INDENNITA’

L. N. 244/2007: NON SI APPLICA AI PROCEDIMENTI ANTE TU

L’EDILIZIA CONVENZIONATA NON E’ INTERVENTO DI RIFORMA ECONOMICO-SOCIALE

RISARCIMENTO DEL DANNO DA OCCUPAZIONE ACQUISITIVA: VALORE DI MERCATO

RISARCIMENTO DEL DANNO AREA AGRICOLA: VALORE AGRICOLO DI MERCATO E NON VAM

ART. 11 COMMA 9 L. N. 413/1991: APPLICABILE ALLE SOLE SOMME PERCEPITE PRIMA DELL’ENTRATA IN VIGORE DELLA NORMA

RISARCIMENTO DEL DANNO ART. 43 TU: IL VALORE DEL BENE VA RIFERITO ALLA DATA DI STIMA O A DATA ANTECEDENTE PIU’ RIVALUTAZIONE

NON INDENNIZZABILE IL DANNO DA CESSAZIONE O RIDIMENSIONAMENTO DELL’IMPRESA AGRICOLA

IL FUNZIONARIO PREPOSTO ALL’UFFICIO ESPROPRI RISPONDE DELLA MANCATA CONCLUSIONE DEL PROCEDIMENTO

ART. 43 TU: NECESSARIA LA VALUTAZIONE DEGLI INTERESSI IN CONFLITTO

I DANNI DA DISTRUZIONE DI FRUTTI PENDENTI E SOPRASSUOLO SONO COMPONENTI DELL’INDENNITA’ DI ESPROPRIO

DESTINAZIONE A VIABILITA’: VINCOLO ESPROPRIATIVO SOLO SE IMPOSTA A TITOLO PARTICOLARE

PER EFFETTO DELLA NOTIFICA (E NON DELL’EMANAZIONE) DEL DECRETO DI ESPROPRIO, IL POSSESSO DEL TERZO SI TRAMUTA IN DETENZIONE

ISTANZA DI NOMINA DEI TECNICI EX ART. 21 TU: L’INERZIA DELLA PA CONFIGURA IPOTESI DI SILENZIO – INADEMPIMENTO

EDIFICABILE E’ IL TERRENO IN PARTE UBICATO IN FASCIA DI RISPETTO, SE LA VOLUMETRIA E’ COMUNQUE REALIZZABILE

FASCIA DI RISPETTO: PER ESPROPRIARE OCCORRE LA VARIANTE

L’ACCERTAMENTO DELL’EDIFICABILITA’ DELL’AREA DEVE PRESCINDERE DAL VINCOLO ESPROPRIATIVO

NESSUN DANNO E’ DOVUTO ALLA PROPRIETA’ RESIDUA CHE ABBIA TRATTO BENEFICIO DALL’OPERA PUBBLICA

DESTINATARIO DELLA PROCEDURA E’ CHI RISULTA PROPRIETARIO CATASTALE AL MOMENTO DELLA NOTIFICA DELL’ATTO

REITERA DEI VINCOLI: LA MANCATA PREVISIONE DI INDENNIZZO NON VIZIA IL PROVVEDIMENTO

NOTIFICA ATTI DEL PROCEDIMENTO: AL PROPRIETARIO CATASTALE SENZA OBBLIGO DI ULTERIORI RICERCHE

ART. 43 TU APPLICABILE ANCHE AI FABBRICAT166

ZONA F: EDIFICABILE SE CONSENTITO L’INTERVENTO DEL PRIVATO

IL PROVVEDIMENTO EX ART. 43 TU NON E’ CONDIZIONE PER L’ACCOGLIMENTO DELLA DOMANDA RISARCITORIA COMPORTANTE RINUNCIA ALLA RESTITUZIONE DEL BENE

APPROVAZIONE DEL PROGETTO DEFINITIVO NON PRECEDUTO DAL GIUSTO PROCEDIMENTO: IL VIZIO NON E’ SANABILE IN SEDE DI ESECUTIVO

SENTENZA C.C. 348/2007: NON SI APPLICA ALLE AREE INEDIFICABILI

VALORE AREE PIP: VA CONSIDERATO L’INDICE DI PIANO

L’ACCORDO SULL’INDENNITA’ PERDE EFFICACIA SE IL PROCEDIMENTO NON SI CONCLUDE

LA PRESCRIZIONE DEL RISARCIMENTO DEL DANNO E’ INCOMPATIBILE CON L’ART. 43 TU

ART. 22 BIS.2 TU: IL RICORSO ALLA PROCEDURA ACCELERATA, DOPO L’AVVIO CON PROCEDIMENTO ORDINARIO, VA MOTIVATO

LEGITTIMO IL DECRETO DI ESPROPRIO, ANCHE SE MANCANTE DELL’INDICAZIONE DELL’ATTO APPOSITIVO DEL VINCOLO

ART. 43 TU: NON E’ RETROATTIVO

PUBBLICI AVVISI: DEVONO CONTENERE L’INDICAZIONE DEI PROPRIETARI E DELLE PARTICELLE

L’ART. 43 TU PRESUPPONE L’UTILIZZO DEL BENE

OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA: O ART. 43 TU O RESTITUZIONE DEL BENE

NON IMPUGNABILE L’INVITO EX ART. 21 COMMA 2 TU

OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA: IN ASSENZA DEL PROVVEDIMENTO EX ART. 43 TU IL BENE VA RESTITUITO, SALVO GLI EFFETTI DELL’USUCAPIONE

LA NON CORRETTA QUANTIFICAZIONE DELL’INDENNITA’ NON VIZIA IL PROCEDIMENTO

Produciamo e vendiamo esclusivamente pubblicazioni professionali in formato pdf. 

Sono testi che puoi consultare e trasportare ovunque con qualunque dispositivo, realizzati nel più comune e universale dei formati digitali. 

Se hai necessità di stamparli o di fare il copia incolla, puoi farlo, salvo alcune eccezioni e nel rispetto del divieto di distribuzione a terzi e della nostra politica di copyright riguardo la riproduzione dei contenuti.  

I nostri prodotti sono privi di restrizioni DRM, sono solo marchiati digitalmente con il nome dell'utilizzatore; possono essere aperti senza limiti dal soggetto destinatario su più dispositivi e scaricati ogni volta che vuole dal sito una volta acquistati.

Per saperne di più clicca qui.

Rivista bimestrale di dottrina e giurisprudenza in materia di espropriazione per pubblica utilità. La giurisprudenza è recensita nel bimestre di riferimento dalla rivista telematica www.esproprionline.it. Alle massime (“sintesi”) sono associati i brani pertinenti originali delle sentenze a cui esse si riferiscono.

Ultimi articoli pubblicati

APPROFONDIMENTI

L’art. 43 su iniziativa del privato Il provvedimento acquisitivo ex art. 43 TU può essere emanato anche a seguito di iniziativa di soggetto distinto dalla Autorità procedente. Vanno distinte al riguardo diverse ipotesi. Una prima ipotesi, già in precedenza esaminata, può verificarsi a s...
Apri l'articolo
La conclusione del procedimento espropriativo La conclusione del procedimento espropriativo è disposta dal decreto di esproprio. Il decreto consente il passaggio del diritto di proprietà sotto la condizione sospensiva che il medesimo decreto sia successivamente eseguito, ai sensi dell’art....
Apri l'articolo
Le immissioni provenienti da un’opera pubblica Le immissioni provenienti da un’opera pubblica possono essere oggetto di danno indennizzabile, ai sensi dell’art. 46 della l. n. 2359 del 1865, ora sost. dall’art. 44, d.p.r. 8 giugno 2001, n. 327, a condizione che nei confronti...
Apri l'articolo