Carrello
Carrello vuoto

ESPROPRI E FISCO

aspetti fiscali dell’espropriazione per pubblica utilità


editore: Exeo
collana: esproprionline
numero in collana: 11
isbn: 978-88-97916-93-2
sigla: PL22
categoria: MONOGRAFIE
tipologia: guida operativa
genere: manuali
altezza: cm 24
larghezza: cm 17
funzioni permesse: stampa=SI - copia incolla=SI
protezione: digital watermarking
disponibità: illimitata
destinatari: professionale accademico
soggetto: diritto
consigliato da :   
 
prezzo:
€ 50,00

leggi i seguenti brani : Raffronto tra l’indennità di esproprio e il valore dichiarato del bene ai fini I.C.I.
Edificabilità e proprietà dell'area: presupposti al raffronto tra indennità d'esproprio e valore dichiarato a fini I.C.I.
La tassa ipotecaria, l'imposta catastale e il tributo speciale catastale negli espropri per pubblica utilità
 GUARDA LA COPERTINA ANTERIORE      

Trattazione analitica di tutte le implicazioni fiscali nella materia dell'espropriazione per pubblica utilità, sotto il profilo dell'imposizione sugli atti (imposta di bollo, di registro, ipotecaria, catastale, tassa ipotecaria, tributo speciale catastale, anche alla luce del nuovo regime previsto a decorrere dal 1 gennaio 2014), dell'imposizione sui trasferimenti dei diritti (IVA), e dell'imposizione sull'indennità (ritenuta fiscale IRPEF, verifica ICI). Seconda edizione aggiornata alla riforma delle imposte sugli atti di esproprio ex articolo 10 del D.Lgs 23/2011 e alla circolare 2/E del 21/2/2014.

parte I - tributi sugli atti

1.1. Vecchio e nuovo regime
1.1.1. La riforma delle imposte sugli atti di esproprio contenuta nell'articolo 10 del D.Lgs 23/2011
1.1.2. Profili critici della riforma sotto il profilo dell'impatto pratico nella procedura espropriativa per pubblica utilità
1.1.3. L'assetto ante 2014 delle imposte sugli atti nell'espropriazione per pubblica utilità: quadro riassuntivo

1.2. L'imposta di bollo
1.2.1. Fonte e oggetto
1.2.2. Esenzione in materia espropriativa
1.2.3. Estensione dell'esenzione agli atti di cessione volontaria
1.2.4. L'imposta nella procedura espropriativa promossa da soggetti privati
1.2.5.  Sintesi

1.3. L'imposta di registro
1.3.1. Fonte, oggetto, misura
1.3.2. Base imponibile
1.3.3. Soggetti passivi ed esenzioni
1.3.4. Le aliquote
1.3.5. Atti plurimi
1.3.6. Repertoriazione dei decreti di esproprio
1.3.7.  Sintesi

1.4. L'imposta ipotecaria
1.4.1. Fonte, oggetto, soggetti, ufficio competente
1.4.2. Prima esenzione: formalità nell'interesse dello Stato
1.4.3. Seconda esenzione: i trasferimenti di cui all'art. 3 del D.Lgs 346/1990.
1.4.4. Atti plurimi
1.4.5. La possibile doppia imposizione dell'imposta ipotecaria in materia espropriativa
1.4.6. Sintesi

1.5. La tassa ipotecaria
1.5.1. Fonte, oggetto, soggetti
1.5.2. Soggetti passivi ed esenzione
1.5.3. Sintesi

1.6. L'imposta catastale
1.6.1. Fonte, oggetto e ufficio
1.6.2. Soggetti passivi, aliquote ed esenzioni
1.6.3. Base imponibile
1.6.4. Sintesi

1.7. Il tributo speciale catastale
1.7.1. Fonte e oggetto
1.7.2. Soggetti passivi ed esenzioni
1.7.3. Sintesi

parte II tributi sui trasferimenti

2.1. IVA
2.1.1. Premessa
2.1.2. L'IVA sugli acquisti effettuati tramite la procedura espropriativa
2.1.3. Base imponibile
2.1.4. Servitù
2.1.5. Presupposti
2.1.5.1. Presupposto soggettivo: natura del cedente
2.1.5.2. Presupposto oggettivo: natura dell'area
2.1.6. L'IVA sulle vendite di aree espropriate
2.1.7. Sintesi

parte III tributi sull'indennità

3.1. IRPEF
3.1.1. Premessa
3.1.2. Presupposti per l'applicazione della ritenuta fiscale del 20%
3.1.2.2.  Presupposto oggettivo: erogazioni incluse nella ritenuta
3.1.2.2.1. In particolare: indennità di occupazione temporanea
3.1.2.2.2. In particolare: ristoro da occupazione illegittima
3.1.2.3.  Presupposto oggettivo: erogazioni escluse dalla ritenuta
3.1.2.3.1. Indennità di asservimento
3.1.2.3.2. Indennità aggiuntive
3.1.2.3.3. Indennità per esproprio di fabbricati e pertinenze
3.1.2.3.4. Indennità per soprassuoli
3.1.2.3.5. Corrispettivo di compravendita
3.1.2.3.6. Deprezzamento beni parzialmente o non espropriati
3.1.2.3.7. Ristoro di danni vari derivanti da atto lecito (inerenti beni mobili, manufatti, traslochi, ecc.)
3.1.2.3.8. Indennizzo da reiterazione del vincolo preordinato all'esproprio
3.1.2.4.  Presupposto oggettivo: tipologia e localizzazione dell'opera
3.1.2.4.1.  Opere incluse ed opere escluse
3.1.2.4.2.  Le zone omogenee
3.1.3. Modalità di attuazione del prelievo fiscale
3.1.3.1.  Obbligo in capo all'ente espropriante
3.1.3.2.  Facoltà in capo al soggetto espropriato
3.1.3.3.  Principio di cassa
3.1.4.  Sintesi

3.2. ICI
3.2.1. Premessa
3.2.2. I presupposti (che dovevano sussistere) per il raffronto tra l'indennità di esproprio e il valore dichiarato ai fini ICI.
3.2.2.1. Presupposto oggettivo: l'edificabilità dell'area
3.2.3. L'ultima dichiarazione o denuncia ICI e la regolarizzazione da parte dell'evasore (parziale o totale). La sentenza della Corte Costituzionale 22 dicembre 2011, n. 338.
3.2.4. I termini di raffronto: il valore del bene
3.2.5. Applicabilità d'ufficio
3.2.6. Il recupero dell'imposta

parte IV allegati