LA RENDITA CATASTALE DELLE UNITÀ SPECIALI O PARTICOLARI

Le nostre pubblicazioni sono realizzate nel pratico  formato PDF e sono scaricabili immediatamente dopo l'acquisto online. Non vendiamo libri cartacei.

Criteri e metodologie di stima con riferimento a prezziari e prontuari redatti dagli Uffici - Aggiornamento alla L. 208/2015 e L. 205/2017

Iovine, Antonio

05 gennaio 2018

pdf  / 258 pagine in formato A4

Guida sintetica operativa per un corretto approccio alla dichiarazione in catasto dei documenti DOCFA per l’aggiornamento del catasto edilizio urbano, segnatamente per la determinazione della rendita proposta per le unità immobiliari speciali o particolari in costituzione o variate. La trattazione concerne una preliminare sintesi della normativa e della prassi ministeriale che disciplina la materia, e contiene indicazioni operative e riporta una rassegna delle varie metodologie e criteri valori di deprezzamento per vetustà ed obsolescenza di edifici e impianti fissi pubblicizzati da parte degli uffici provinciali dell’Agenzia del Territorio. Sono sviluppati cinque esempi di calcolo della rendita per le categorie più ricorrenti nelle ipotesi ante e post legge n. 208/2015.

40,00

  • editore: Exeo
  • collana:
  • numero in collana: 13
  • isbn: 978-88-6907-229-1
  • sigla: FC13
  • categoria: MONOGRAFIE
  • tipologia: tecnica
  • genere: guida operativa
  • altezza: cm 29,7
  • larghezza: cm 21
  • dimensione: A4
  • funzioni permesse: Stampa: SI - Modifica: NO - Copia/Incolla: SI
  • protezione: digital watermarking
  • disponibità: illimitata
  • destinatari: professionale accademico
  • soggetto: economia/industria/management

INTRODUZIONE

1    GENERALITÀ

1.1    IL CATASTO

1.1     Il quadro di qualificazione vigente della categorie catastali

1.2     IL CONCETTO DI UNITÀ IMMOBILIARE URBANA

1.3    LE UNITÀ IMMOBILIARI A DESTINAZIONE ORDINARIA

1.4    LA RENDITA CATASTALE

1.5    LE UNITÀ IMMOBILIARI A DESTINAZIONE SPECIALE O PARTICOLARE

2    LA VALUTAZIONE DELLA RENDITA DELLE UNITÀ A DESTINAZIONE SPECIALE

2.1    LA METODOLOGIA DI STIMA

2.1.1    Procedimento diretto

2.1.2    Procedimento indiretto

2.1.2.1     La stima indiretta con riferimento a valore fondiario

2.1.2.2     La stima indiretta con riferimento al costo di costruzione deprezzato   per vetustà

2.2    LE POSTE NEL CALCOLO DEL COSTO DI COSTRUZIONE DEPREZZATO PER VETUSTÀ

2.3    IL CONCETTO DI VETUSTÀ E VALORE RESIDUO

2.3.1 L'applicazione del deprezzamento per vetustà

2.3.2     Il valore residuo

2.3.3     Le tabelle parametriche  per la determinazione della vetustà adottate dall'Agenzia del Territorio con la circolare n. 6/2012

2.4    L'INDIVIDUAZIONE DEGLI IMPIANTI FISSI

2.4.1    Sintesi delle disposizioni normative  e orientamenti giurisprudenziali ante 31/12/2015

2.4.2    Le precisazioni della circolare n. 6/2012 sul perimetro di stima

2.4.3    La legge n. 208/2015 per individuazione degli impianti fissi

2.4.4    Altre norme speciali per il censimento catastale

2.4.4.1  Le reti di comunicazione elettronica ad alta velocità e relative infrastrutture

2.4.4.2  Banchine e le aree scoperte dei porti di rilevanza economica nazionale

2.4.4.3  Accatastamento strutture abitative di emergenza zone terremotate

2.4.4.4  Gli impianti di rigassificazione nel mare territoriale

2.5    IL SAGGIO DI FRUTTUOSITÀ

2.6    METODOLOGIE PER LA RICERCA DEI PREZZI E VALORI ALLA DATA DI RIFERIMENTO DELLA STIMA CATASTALE

2.6.1    Indagine diretta  con riferimento all'epoca censuaria

2.6.2    Anticipazione o posticipazione all'epoca censuaria di valori e costi

2.6.2.1    Tabelle Istat costo medio della vita (FOI) 1947-2012

2.6.2.2     Tabelle Istat Indice del costo di costruzione di un fabbricato residenziale

2.6.2.3    Tabelle Istat  costo di costruzione di un capannone industriale (1977 -2008)

2.6.2.4    Tabelle Istat Indice del costo alla produzione prodotti industriali

2.6.2.5     Altri indici tipici

2.7    CONCLUSIONI

3    LA VALUTAZIONE DELLA RENDITA DELLE UNITÀ A DESTINAZIONE PARTICOLARE

4    CRITICITA' INTERPRETATIVE

5    ESEMPI DI CALCOLO DELLA RENDITA

5.1    ALBERGO SULLA BASE DEL VALORE DI MERCATO

5.2    CAPANNONE INDUSTRIALE A COSTO DI COSTRUZIONE

5.3    IMPIANTO FOTOVOLTAICO A COSTO DI COSTRUZIONE

5.4    IMPIANTO EOLICO A COSTO DI COSTRUZIONE

5.5    IMPIANTO DI DISTRIBUZIONE CARBURANTI

6    PREZZIARI E PRONTUARI ADOTTATI DAI VARI UFFICI PROVINCIALI DELL'AGENZIA DEL TERRITORIO

U.P. AGRIGENTO

U.P. ALESSANDRIA

U.P. AOSTA

U.P. ASTI

U.P. BIELLA

U.P. BOLZANO

U.P. BRESCIA

U.P. CATANIA

U.P. COMO

U.P. FERRARA

U.P. FOGGIA

U.P. CUNEO

U.P. GENOVA

U.P. GROSSETO

U.P. LIVORNO

U.P. LODI

U.P. MACERATA

U.P. MASSA CARRARA

U.P. MILANO

U.P. NOVARA

U.P. PALERMO

U.P. PADOVA

U.P. PAVIA

U.P. PISA

U.P. RAVENNA

U.P. ROVIGO

U.P. SIRACUSA

U.P. SONDRIO

U.P. TERAMO

U.P. TRENTO

U.P. TREVISO

U.P. VERCELLI

U.P. VERONA

U.P. VIBO VALENTIA

U.P. VITERBO

U.P. VICENZA

ALLEGATI - STRALCI NORMATIVI E DOCUMENTI DI PRASSI

REGIO DECRETO 8 GIUGNO 1936, N, 1231 - "CONVERSIONE IN LEGGE, CON MODIFICAZIONI, DEL REGIO DECRETO LEGGE 24 OTTOBRE 1935, N, 1887

CIRCOLARE MINISTERIALE (DIREZIONE GENERALE DELLE IMPOSTE DIRETTE) 28 GIUGNO 1937, N. 6200: OPIFICI INDUSTRIALI E COSTRUZIONI ASSIMILATE.

R.D.L. 13 APRILE 1939, N. 652, CONVERTITO, CON MODIFICAZIONI, CON LEGGE 11 AGOSTO 1939, N. 1249 -ACCERTAMENTO GENERALE DEI FABBRICATI URBANI, RIVALUTAZIONE DEL RELATIVO REDDITO E FORMAZIONE DEL NUOVO CATASTO EDILIZIO URBANO.

D.P.R. 1-12-1949 N. 1142 -   APPROVAZIONE DEL REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE DEL NUOVO CATASTO EDILIZIO   URBANO.  PUBBLICATO NELLA GAZZ. UFF. 4 MAGGIO 1950, N. 53.  STRALCIO

LEGGE 11 LUGLIO 1942, N. 843 - COORDINAMENTO DI TALUNE NORME RIGUARDANTI AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE IN MATERIA DI EDILIZIA E DIFFERIMENTO DI TERMINI A CAUSA DELLO STATO DI GUERRA".

CIRCOLARE N. 123 DEL 14/11/1944 DELLA DIREZIONE GENERALE DEL CATASTO E SEI SERVIZI TECNICI ERARIALI - N.C.E.U. - DETERMINAZIONE DELLA RENDITA CATASTALE DI ALCUNE CATEGORIE DEI GRUPPI D ED E (OPIFICI E COSTRUZIONI AD ESSI ASSIMILATI AI SENSI DELL'ART. 28 DELLA LEGGE 8 GIUGNO 1936 N. 1231).

ISTRUZIONE III PER LA FORMAZIONE DEL NUOVO CATASTO EDILIZIO URBANO - "ORGANIZZAZIONE DEI LAVORI ACCERTAMENTI PARTICOLARI -- COLLAUDO - STATISTICA"

ISTRUZIONE IV PER LA FORMAZIONE DEL NUOVO CATASTO EDILIZIO URBANO - "QUALIFICAZIONE, CLASSIFICAZIONE -E FORMAZIONE DELLE TARIFFE

CIRCOLARE N. 4 DEL 16/05/2006  - AGENZIA DEL TERRITORIO

CIRCOLARE N. 4 DEL 13/4//2007  - AGENZIA DEL TERRITORIO ARTICOLO 2, COMMI 40 E SEGUENTI, DEL DECRETO LEGGE 3 OTTOBRE 2006, N. 262 - ACCERTAMENTO IN CATASTO DELLE UNITÀ IMMOBILIARI URBANE CENSITE NELLE CATEGORIE PARTICOLARI E/1, E/2, E/3, E/4, E/5, E/6 ED E/9 - CENSIMENTO DELLE PORZIONI DI TALI UNITÀ IMMOBILIARI DESTINATE AD USO COMMERCIALE, INDUSTRIALE, AD UFFICIO PRIVATO, OVVERO AD USI DIVERSI, GIÀ ISCRITTE NEGLI ATTI DEL CATASTO.

CIRCOLARE N. 6 DEL 30/11//2012  - AGENZIA DEL TERRITORIO

CIRCOLARE N.36/E DEL 19 DICEMBRE 2013- AGENZIA DELLE ENTRATE - DIREZIONE CENTRALE NORMATIVA DIREZIONE CENTRALE CATASTO E CARTOGRAFIA - (STRALCIO)

LEGGE 28 DICEMBRE 2015, N. 208 - (LEGGE DI STABILITÀ 2016) - STRALCIO

CIRCOLARE N. 2/E DEL 01 FEBBRAIO 2016 -  AGENZIA DELLE ENTRATE DIREZIONE CENTRALE CATASTO, CARTOGRAFIA E PUBBLICITÀ IMMOBILIARE

LETTERA CIRCOLARE PROT. 60244 DEL 27/4/2016 DELL'AGENZIA DELLE ENTRATE, DIREZIONE CENTRALE CATASTO, CARTOGRAFIA E PUBBLICITÀ IMMOBILIARE

CIRCOLARE N. 27/E DEL 13/6/2016- CHIARIMENTI INTERPRETATIVI RELATIVI A QUESITI POSTI DALLA STAMPA SPECIALIZZATA IN OCCASIONE DEL CONVEGNO IL SOLE 24ORE PER I 130 ANNI DEL CATASTO (STRALCIO)

LETTERA CIRCOLARE PROT 15955.15 DEL 3/2017 DELL'AGENZIA DELLE ENTRATE IN TEMA DI DETERMINAZIONE DELLA RENDITA PER GLI IMPIANTI EOLICI (STRALCIO)


Produciamo e vendiamo esclusivamente pubblicazioni professionali in formato pdf. 

Sono testi che puoi consultare e trasportare ovunque con qualunque dispositivo, realizzati nel più comune e universale dei formati digitali. 

Se hai necessità di stamparli o di fare il copia incolla, puoi farlo, salvo alcune eccezioni e nel rispetto del divieto di distribuzione a terzi e della nostra politica di copyright riguardo la riproduzione dei contenuti.  

I nostri prodotti sono privi di restrizioni DRM, sono solo marchiati digitalmente con il nome dell'utilizzatore; possono essere aperti senza limiti dal soggetto destinatario su più dispositivi e scaricati ogni volta che vuole dal sito una volta acquistati.

Per saperne di più clicca qui.

Ultimi articoli pubblicati

APPROFONDIMENTI

La legge di stabilità per l’anno 2018, n. 205/2017, di cui all’articolo unico, commi 578-581, tende ad escludere dalle categorie catastali del gruppo “D” a decorrere dal 1/1/2020 le banchine ed aree scoperte nell’ambito dei porti marittimi, ancorchè in concessione am...
Apri l'articolo
La legge di stabilità per l’anno 2018, n. 205/2017, di cui all’articolo unico, comma 728, detta disposizione per l’applicazione dell’IMU per i rigassificatori ubicati nel mare territoriale prevedendo l’assoggettabilità dell’imposta alla sola porzione del manufatto...
Apri l'articolo
Il catasto Il catasto edilizio urbano costituisce l'inventario di tutti fabbricati presenti sul territorio nazionale, contenente informazioni per l’identificazione del bene, dei dati anagrafici dei titolari di diritto reali sullo stesso, della sua natura tecnica, nonché dati di redditività de...
Apri l'articolo