Parametro dell'indennità di occupazione in caso di esproprio di aree edificabili

INDENNITÀ DI ESPROPRIAZIONE E DI OCCUPAZIONE --> INDENNITÀ DI OCCUPAZIONE --> PARAMETRO --> AREE EDIFICABILI

L'accertata natura edificatoria del fondo occupato consente di escludere l'obbligatoria applicazione della percentuale prevista dalla L. 22 ottobre 1971, n. 865, art. 20, comma 3, e limitata all'occupazione delle sole aree agricole, per effetto della parziale dichiarazione d'illegittimità costituzionale della predetta disposizione (cfr. Corte cost., sent. n. 5 del 1980). E' pur vero che la predetta percentuale è stata estesa dal D.P.R. n. 327 del 2001, art. 50 a tutte le occupazioni d'urgenza: tale disposizione, tuttavia, ai sensi dell'art. 57, comma 1 cit. decreto, non è applicabile alle procedure espropriative per le quali, alla data di entra... _OMISSIS_ ...lla nuova disciplina, fosse già intervenuta la dichiarazione di pubblica utilità.

L'indennità di occupazione, se determinabile ai sensi dell'art. 72, comma 4, L. n. 2359/1865, dev'essere sempre liquidata in misura corrispondente ad una percentuale (legittimamente identificabile nel saggio degli interessi legali), dell'indennità che sarebbe dovuta per l'espropriazione dell'area occupata, e ciò anche nel caso in cui la determinazione (o la rideterminazione giudiziale) dell'indennità di espropriazione sia soggetta ai criteri riduttivi previsti dal D.L. n. 333 del 1992, art. 5 bis.

Anticipando l'occupazione (di regola) gli effetti dell'espropriazione, ed attribuendo la stessa al proprietario un indennizzo necessariamente correlato all'equivalente ec... _OMISSIS_ ...e del cui possesso quest'ultimo è stato privato, è conseguente che anche detta indennità vada determinata compiendo dapprima la ricognizione legale delle possibilità di edificazione del fondo all'epoca del decreto di occupazione; ed allorché se ne accerti la destinazione edificatoria, stabilendone il valore in comune commercio.

INDENNITÀ DI ESPROPRIAZIONE E DI OCCUPAZIONE --> INDENNITÀ DI OCCUPAZIONE --> PARAMETRO --> AREE EDIFICABILI --> ALTRI SAGGI

L'indennità di occupazione deve essere liquidata in misura corrispondente ad una percentuale di quella dovuta per l'espropriazione, che ben può corrispondere al saggio corrente degli interessi legali, e che tuttavia ciò non implica che essa debba necessariamente adeguarsi alle fluttuazio... _OMISSIS_ ...io nel periodo considerato, essendo quello degli interessi legali soltanto un generico criterio di valutazione lasciato al prudente apprezzamento del giudice di merito, purché fornisca congrua motivazione - nella specie neppure censurata - della scelta adottata.

L'indennità di occupazione legittima si calcola applicando il tasso di rendimento annuo del 5% sull'indennità di esproprio per il periodo intercorso tra l'occupazione d'urgenza e l'emissione del decreto di esproprio.

In ipotesi di area edificabile congrua è l'applicazione del tasso del 5% sull'indennità di espropriazione per ciascuno dei cinque anni di occupazione.

INDENNITÀ DI ESPROPRIAZIONE E DI OCCUPAZIONE --> INDENNITÀ DI OCCUPAZIONE --> PARAMETRO --> AREE EDI... _OMISSIS_ ... ART. 50 DPR 327/2001

Il saggio di interessi legali è indebitamente adottato per il computo dell'indennità di occupazione legittima, in luogo del criterio legale del dodicesimo dell'indennità di esproprio per anno. E', infatti, indubitabile la spettanza della quota di 1/12 (pari all'8,33% annuo), oggi imposta per legge (D.P.R. n. 327 del 2001, art. 50).

INDENNITÀ DI ESPROPRIAZIONE E DI OCCUPAZIONE --> INDENNITÀ DI OCCUPAZIONE --> PARAMETRO --> AREE EDIFICABILI --> DOPO LA SENTENZA 348/2007

A seguito della sentenza della Corte Cost. n. 348/2007 occorre procedere alla rideterminazione dell'indennità di espropriazione in base al criterio generale del valore venale del bene (per i procedimenti ante TU), fissato dalla L. 25... _OMISSIS_ .... 2359, art. 39 e ciò anche ai fini dell'indennità di occupazione temporanea che sia stata alla prima parametrata ed anch'essa ancora in discussione.

A seguito della sentenza della Corte Cost. n. 348/2007 l'indennità di occupazione deve calcolarsi con riferimento al valore pieno delle aree espropriate, secondo la previsione della L. n. 2359 del 1865, art. 39.

A seguito della sentenza della Corte Cost. n. 348/2007, l'indennità di occupazione deve calcolarsi con riferimento al valore pieno delle aree espropriate, secondo la previsione della L. n. 2359 del 1865, art. 39.

A seguito della sentenza della Corte costituzionale n. 348/07, l'indennità (virtuale) di espropriazione, sulla base della quale deve essere determinata l'indennità d... _OMISSIS_ ...deve calcolarsi con riferimento al valore pieno dell'area espropriata, secondo la previsione della L. n. 2359 del 1865, art. 39.

Alla luce della sentenza n. 348 del 2007 della Corte Costituzionale, con cui è stata dichiarata l'incostituzionalità dei criteri riduttivi di determinazione dell'indennità di espropriazione delle aree edificabili, contemplati dai primi due commi della L. n. 359 del 1992, art. 5 bis, la quantificazione dell'indennità di espropriazione virtuale alla quale commisurare l'indennità di occupazione legittima, va calcolata adottando come parametro di riferimento il valore pieno di mercato attribuibile al bene occupato, secondo il criterio generale già previsto dalla L. n. 2359 del 1865, art. 39.

A seguito della sentenza della ... _OMISSIS_ ...348 del 2007, non è più possibile applicare il criterio riduttivo di determinazione dell'indennità di espropriazione, essendo stato dichiarato incostituzionale il D.L. n. 333 del 1992, art. 5 bis, conv. in L. n. 359 del 1992. Ne consegue che l'indennità di occupazione dovrà essere parametrata ad una indennità virtuale di espropriazione da calcolare secondo il valore di mercato del terreno.

L'indennità di occupazione legittima dalla data del provvedimento autorizzativo alla data del provvedimento espropriativo va liquidata, in mancanza della prova di un reddito più elevato, nella misura degli interessi legali sul valore espropriativo per ogni anno di occupazione e nella misura di un dodicesimo dell'indennità annua per ogni mese e frazione di mese; su ogni annua... _OMISSIS_ ...nità di occupazione sono dovuti gli interessi legali dalla scadenza al deposito.

A seguito della sentenza della Corte costituzionale n. 348 del 2007, deve essere seguito, per la commisurazione dell'indennità di occupazione, il criterio del valore venale del bene occupato.

Per effetto della sentenza 348/2007 della Corte Costituzionale, l'indennità di espropriazione deve essere ragguagliata al valore venale; ne consegue che ai fini della liquidazione dell'indennità di occupazione alla scadenza di ciascuno degli anni di occupazione si deve procedere al relativo calcolo determinando il valore suddetto a ciascuna di tali date con il criterio di stima ritenuto più adeguato al caso concreto (sintetico, analitico ecc.) e non certamente avvalendosi degli... _OMISSIS_ ...er il costo della vita, per poi applicare percentuale (legittimamente riferibile al saggio degli interessi legali).

A seguito della sentenza della Corte costituzionale n. 348 del 2007, che ha dichiarato l'illegittimità dell'art. 5 bis, commi 1 e 2, D.L. 11 luglio 1992, n. 333 (conv. in L. 8 agosto 1992, n. 359), il criterio di determinazione dell'in...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 29327 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 4,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo