Procedura di determinazione dell'indennità definitiva di esproprio

INDENNITÀ DI ESPROPRIAZIONE E DI OCCUPAZIONE --> INDENNITÀ DI ESPROPRIO --> PROCEDURA DI DETERMINAZIONE

Tutti gli atti amministrativi, relativi alla determinazione dell'indennità (provvisoria o definitiva) di espropriazione per pubblica utilità, assumono la configurazione di atti paritetici, nei confronti dei quali i soggetti privati interessati vantano sempre la posizione giuridica di diritto soggettivo.

Non sussiste il vizio di omessa indicazione dell’indennità provvisoria di esproprio nel relativo decreto se lindennità sia stata comunque determinata e offerta.

Gli artt. 20 e 21 del DPR 327/2001 disciplinano due fasi procedimentali distinte e la prima non è affatto subordinata alla seconda.

Il termine ... _OMISSIS_ ...i entro il quale deve essere determinata l'indennità provvisoria di espropriazione, ex art. 11 L. n. 865/1971, ha natura meramente ordinatoria, sicché il suo vano decorrere non fa cessare il potere di emettere il decreto, ma fa soltanto sorgere poteri sostitutori in un altro organo.

Nel procedimento di espropriazione disciplinato dalla L. n. 865 del 1971, il meccanismo di determinazione dell'indennità non è analogo a quello predisposto dalla Legge Fondamentale n. 2359 del 1865, art. 48, ma si articola attraverso due diversi sub-procedimenti rivolto il primo alla stima dell'indennità provvisoria, ed il secondo, alla determinazione di quella definitiva.

INDENNITÀ DI ESPROPRIAZIONE E DI OCCUPAZIONE --> INDENNITÀ DI ESPROPRIO --> PROCEDURA DI ... _OMISSIS_ ...; INDENNITÀ DEFINITIVA

In base al procedimento previsto dal TU sulle espropriazioni, quando manchi l'accordo, la determinazione dell'indennità definitiva va effettuata, a norma dell'art. 21, mediante la stima del collegio dei tecnici, o, alternativamente, mediante la determinazione a mezzo della commissione con sede presso l'UTE, prevista dall'art. 41. In entrambi i casi, la relazione di stima "è depositata presso l'autorità espropriante, che ne dà notizia agli interessati mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento, avvertendoli che possono prenderne visione ed estrarne copia entro i successivi trenta giorni" (art. 21, comma 10, richiamato dal successivo comma 16).

In base alla sequenza procedimentale prevista dal TU ... _OMISSIS_ ...zioni, quando manchi l'accordo, la determinazione dell'indennità definitiva va effettuata, a norma dell'art. 21, mediante la stima del collegio dei tecnici, o, alternativamente, mediante la determinazione a mezzo della commissione con sede presso l'UTE, prevista dall'art. 41. In entrambi i casi, la relazione di stima è depositata presso l'autorità espropriante, che ne dà notizia agli interessati mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento, avvertendoli che possono prenderne visione ed estrarne copia entro i successivi trenta giorni (art. 21 comma 10, richiamato dal successivo comma 16). Il procedimento amministrativo di stima dell'indennità c.d. definitiva si conclude con il pagamento o deposito.

La natura provvisoria o definitiva dell'indennità no... _OMISSIS_ ...anto, dalla qualifica attribuitale dal decreto di esproprio, ma dalla diversa funzione assegnata alla relativa stima dal legislatore.

Il combinato disposto di cui al commi 15 e 2 dell'art. 21 DPR 327/2001, rimette al privato la “scelta” della procedura di cui avvalersi.

Le questioni attinenti alla determinazione della indennità di esproprio possono essere fatte valere con il ricorso ex art. 54 T. U. espropriazioni; la citata norma prevede che il dies a quo per introdurre il giudizio di opposizione alla stima, decorre successivamente alla procedura amministrativa di determinazione dell'indennità, ossia dal decreto definitivo di esproprio, ovvero dalla stima peritale, nel solo caso in cui il deposito della stima sia successivo al decre... _OMISSIS_ ...i esproprio. Solo l'indennità determinata a seguito di decisione ex art. 54 T.U. espropriazioni o di omesso esperimento della relativa azione assume carattere di definitività.

L’intervenuta determinazione dell’indennità ad opera della Commissione provinciale esclude che vi possa essere – retroagendo - la determinazione dell’indennità medesima da parte dei tecnici di cui all’art. 21, commi 3 e 4 DPR n. 327/2001. Tale ultima ipotesi, infatti, presuppone un diverso (ed anteriore) sub procedimento di determinazione, proprio mancando il quale, l’espropriante ricorre alla determinazione da parte della Commissione (co. 15 art. 21 cit.). Intervenuta la determinazione dell'indennità tanto basta ad escludere che possa formarsi un sile... _OMISSIS_ ...nto in ordine all’istanza rivolta all'Amministrazione per la nomina dei tecnici, ai sensi dell’art 21 DPR n. 327/2001.

Se è pur vero che il procedimento preordinato alla quantificazione dell'indennità di esproprio, tramite stima peritale, in caso di mancata accettazione di quella provvisoria, si configura, ai sensi dell'art. 21 del d.p.r. 327/2001, non già come meramente facoltativo per l'autorità espropriante, bensì come una fase necessaria, laddove l’interessato attivi la procedura arbitrale, la norma contempla, tuttavia al comma 15, l'ipotesi che l'espropriato non comunichi l’intenzione di accedere alla determinazione dell'indennità a mezzo di periti, nel qual caso l'autorità espropriante deve investire di tale determinazione ... _OMISSIS_ ...issione provinciale di cui all'art. 41 dello stesso d.p.r.

In tutti i casi in cui non sia concordata tra le parti interessate, l'indennità di espropriazione va determinata dai tecnici nominati dalle parti medesime ovvero dalla Commissione provinciale di cui all'art. 41 (cfr. art. 21 D.P.R. 327/2001).

Nel caso di rifiuto dell'indennità provvisoria si apre la fase della quantificazione definitiva di essa, disciplinata dall’art. 21 TU in cui sono ravvisabili due possibilità: che il privato non intenda aderire alla proposta di determinazione della indennità a mezzo periti (comma 15), nel qual caso l’Amministrazione investe della quantificazione dell'indennità la Commissione provinciale di cui all’art. 41; o che accetti la procedura... _OMISSIS_ ... qual caso si designano i periti e si osservano le procedure meglio descritte ai commi da 3 in poi.

Le indennità indicate nei decreti con i quali è stata autorizzata l'occupazione in via d'urgenza delle aree necessarie per la realizzazione dell'opera, non costituiscono determinazione dell’indennità definitiva di esproprio; la loro indicazione è infatti opera della stessa autorità preposta all'espropriazione e non dell'organo tecnico autonomo, cui la legge attribuisce il compito di determinare le indennità definitive.

INDENNITÀ DI ESPROPRIAZIONE E DI OCCUPAZIONE --> INDENNITÀ DI ESPROPRIO --> PROCEDURA DI DETERMINAZIONE --> INDENNITÀ DEFINITIVA --> COLLEGIO DEI TECNICI

La fase di stima peritale dell’indennit... _OMISSIS_ ... in caso di mancata accettazione di quella provvisoria, si configura, nel procedimento delineato dall’art. 21 del d.p.r. 327/2001, non già come meramente facoltativa per l’autorità espropriante, bensì come una fase necessaria.

INDENNITÀ DI ESPROPRIAZIONE E DI OCCUPAZIONE --> INDENNITÀ DI ESPROPRIO --> PROCEDURA DI DETERMINAZIONE --> INDENNITÀ DEFINI...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 54168 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 5,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo