Internet, riservatezza e privacy

Introduzione Come già osservato, Internet ha modificato il rapporto di ciascun individuo con lo spazio e con il tempo, ma anche con se stessi: al fine di essere sicuri del proprio valore, del proprio rapporto con il mondo esterno parrebbe essere indispensabile venire segnalati nei risultati delle ricerche dei Search Engines quali Google e Yahoo! nonché risultare tra i più apprezzati su Facebook.

Va sottolineato che Internet svolge il ruolo di cassa di risonanza esponenziale, dove gli effetti e le conseguenze del materiale diffuso sulla Rete si riverberano nella sfera personale degli individui anche dopo molto tempo e a grande distanza dal luogo della realizzazione degli stessi.

Internet parrebbe quindi la concretizzazione del racconto dello s... _OMISSIS_ ...ino Jorge Louis Borges, “Funes o della memoria” [1], quando racconta dell’incapacità del protagonista di vedere gli alberi del bosco, ma solo le foglie, anzi: «Noi, in un’occhiata, percepiamo: tre bicchieri su una tavola. Funes: tutti i tralci, i grappoli e gli acini d’una pergola». Il racconto prosegue illustrando l’incapacità di Funes di vivere il futuro, coinvolto come era dalla ricostruzione della conoscenza del passato.

Anche se si tenderebbe ad escludere che ciò possa accadere alla Rete, perché in essa per ora manca la capacità complessiva di vivere i ricordi [2], che invece è presente in questa immagine e rende evidente la doppia natura di Internet. Da un lato l’appiattimento della dimensione tempora... _OMISSIS_ ...i di vita imbrigliati in Rete, come ad esempio gli archivi giornalistici o un blog tenuto regolarmente, prolungano nel tempo l’attualità della narrazione delle vicende dei soggetti coinvolti: questi non possano più essere accantonati nella memoria, ma vivano perennemente grazie ad un click; dall’altro lato Internet rappresenta una delle più allettanti opportunità di cambiamento e progettazione del futuro a disposizione dei suoi utenti.

Come gestire questa apparente schizofrenia?

Uno degli strumenti messi a disposizione da tutti gli ordinamenti giuridici è la tutela della riservatezza, che rappresenta anche uno dei bisogni umani più sentiti, ovvero la protezione della propria intimità. A questo proposito, si ricorda che il diritto a... _OMISSIS_ ...a è sorto come diritto umano nel momento in cui l’individuo ha percepito un bisogno di separazione fisica ed emotiva dai propri simili: i diritti umani dipendono sia dal possesso di sé e del proprio corpo, sia dal riconoscimento che tutti gli individui “siano padroni di se stessi” [3].

Si tratta di una nozione profondamente presente nella storia giuridica occidentale che concerne il continuo innalzamento della soglia del pudore sull’espletamento delle funzioni fisiche, corporali e sessuali: con il tempo infatti le persone iniziarono a dormire o a mangiare da sole o soltanto con i familiari [4]. Dall’estromissione degli altri individui dalla vita personale si giunse infine all’estromissione delle autorità statali.

... _OMISSIS_ ...sperienza comparatistica suggerisce che esista un diritto dei singoli a definire la propria esistenza senza interferenze da parte delle autorità statali. È giunto a queste conclusioni il Bundesverfassungsgericht tedesco con una sentenza emanata il 27 febbraio 2008 [5], il quale riconosce l’esistenza di un principio relativo al c.d. “habeas data”, ovvero che ciascun fruitore delle tecnologie telematiche ha diritto alla propria libertà digitale in quanto espressione di una personalità digitale [6] e quindi anche di un domicilio digitale dove si racchiudono le comunicazioni digitali, siano esse raccolte in una casella di posta webmail o il laptop di uso quotidiano.

Per siffatte ragioni gli utenti informatizzati ovvero telematici hanno diritto a... _OMISSIS_ ...a riservatezza e della privacy tanto nel mondo virtuale quanto in quello reale. Va tuttavia osservato che il pericolo di violazione della propria personalità digitale è tornato alla ribalta in recenti episodi di cronaca [7]. Si registra infatti che un gruppo di hacker berlinesi [8] ha denunciato la diffusione di spyware rudimentali e infestanti i programmi Windows degli internauti, installati da parte della polizia statale di alcuni Land, tra cui la Baviera [9], nonostante i principi stabiliti dal Bundesverfassungsgericht.

Occorre dunque definire cosa sia “privacy” e cosa sia “riservatezza”, trattandosi di espressioni che nel linguaggio colloquiale vengono interscambiate, ma sotto il profilo giuridico indicano la protezione di beni diff... _OMISSIS_ ...
Da un lato la privacy garantisce l’autodeterminazione delle scelte di vita, mentre dall’altro la riservatezza riguarda la non ingerenza di terzi nella propria sfera personale [10]. L’articolo 8 della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea dispone al secondo comma che i dati di carattere personale riguardanti la persona devono essere trattati secondo il principio di lealtà e in base al consenso della persona interessata o in circostanze previste dalla legge.

Il comma prosegue affermando che ogni persona ha il diritto di accedere ai dati raccolti che la riguardano e di ottenerne la rettifica. Su questo punto in dottrina si è affermato che una violazione di tale disposto può costituire una lesione alla sfera di libert... _OMISSIS_ ...uo;individuo ed interferire con la formazione della sua identità [11]. In ogni caso occorre osservare che è alquanto difficoltoso per ciascuna persona riuscire a seguire tutte le tracce di sé lasciate durante i percorsi della sua quotidianità: dai dati relativi all’uso delle carte di credito, alle passeggiate sui marciapiedi cittadini trapuntati di telecamere, dall’uso di chip nelle carte magnetiche del trasporto urbano all’uso di Internet.

In questa occasione si cercherà di tratteggiare alcuni itinerari tematici su diritto alla realizzazione di sé e cattura dei dati personali da parte di istituzioni pubbliche o private.


Il diritto all’oblio in Rete Sempre più frequentemente i giornali ci raccontano di pers... _OMISSIS_ ...vuto ripercussioni sulla vita privata o lavorativa perché dal mare magnum di Internet è stata pescata una notizia imbarazzante o poco lusinghiera nei loro confronti.

Uno degli ultimi casi, alquanto eclatante, riguardava un signore torinese, come riportato dal quotidiano di Torino, La Stampa il 26 agosto 2011, “Il passato torna dal web e castiga”. Si racconta che un signore è stato abbandonato dalla moglie perché costei ha ritrovato attraverso il motore di ricerca dell’archivio storico o...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 79609 caratteri complessivi dell'articolo.

 Sono omessi dal presente articolo eventuali note ed altri contenuti reperibili nel prodotto

Acquista per soli 8,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo