L'usucapione del bene da parte della Pubblica Amministrazione

TRASFERIMENTO E ACQUISTO DEI DIRITTI REALI --> TITOLO --> USUCAPIONE --> DA PARTE DELLA PA

Come è noto, con l'espressione "usucapione pubblica" si intende far riferimento non ad un distinto istituto acquisitivo di matrice pubblicistica, che non esiste, ma alla ordinaria usucapione civilistica il cui beneficiario sia un soggetto pubblico, che semmai presenta alcune particolarità derivanti dalla natura pubblica dell'usucapente.

L'adibizione a uso pubblico di un'area può avvenire con l'uso del bene da parte della collettività indifferenziata protratto nel tempo, di talchè il bene stesso viene ad assumere caratteristiche analoghe a quelle di un bene demaniale. A tal fine rileva essenzialmente il decorso di venti anni per l’a... _OMISSIS_ ...ervitù di uso pubblico o della proprietà per usucapione.

TRASFERIMENTO E ACQUISTO DEI DIRITTI REALI --> TITOLO --> USUCAPIONE --> DA PARTE DELLA PA --> AMMISSIBILITÀ

Si deve escludere la possibilità che la pubblica amministrazione acquisti il bene illegittimamente occupato per usucapione, per contrasto con la previsione di cui all’articolo 42 bis del t.u. espropriazione che descrive le modalità legali con cui la pubblica amministrazione può acquistare un bene occupato illegittimamente contro la volontà del legittimo proprietario. Ipotizzare che l’amministrazione che occupi illegittimamente un bene immobile privato possa usucapirlo appare del tutto incompatibile con i principi enunciati dalla ben nota giurisprudenza della ... _OMISSIS_ ...ei diritti dell’uomo che esclude qualsiasi forma di espropriazione indiretta derivante da una condotta illecita protrattasi nel tempo.

La prescrizione acquisitiva di terreni abusivamente occupasti dalla p.a. può iniziare a decorrere soltanto dalla data di entrata in vigore del DPR n. 327/2001, cioè dal 30.6.2003, in quanto solo il previgente art. 43 di tale DPR, dichiarato costituzionalmente illegittimo per eccesso di delega dalla Corte Costituzionale con Sentenza n. 293 dell’8.10.2010, aveva sancito il superamento dell’istituto dell’occupazione acquisitiva e perciò solo da quel momento poteva ritenersi individuato, ai sensi dell’art. 2935 C.C., il giorno in cui il diritto poteva essere fatto valere.

La condotta ill... _OMISSIS_ ...nistrazione incidente sul diritto di proprietà non può comportare l'acquisizione del fondo e configura un illecito permanente ex art. 2043 c.c.. Una compiuta usucapione può intervenire solo a condizione che sia effettivamente configurabile il carattere non violento della condotta, si possa individuare il momento esatto della interversio possesionis,si faccia decorrere la prescrizione acquisitiva dalla data di entrata in vigore del T.U. espropriazioni (30 giugno 2003) perché solo l'art. 43 del medesimo testo unico ha sancito il superamento dell'istituto dell'occupazione acquisitiva e dunque solo da questo momento potrebbe ritenersi individuato, ex art. 2935 c.c., il "giorno in cui il diritto può essere fatto valere".

L'usucapione di un bene illegittim... _OMISSIS_ ... è possibile: I) sia effettivamente configurabile il carattere non violento della condotta; II) si possa individuare il momento esatto della interversio possesionis; III) si faccia decorrere la prescrizione acquisitiva dalla data di entrata in vigore del t.u. espr. (30 giugno 2003) perché solo l’art. 43 del medesimo t.u. aveva sancito il superamento dell’istituto dell’occupazione acquisitiva e dunque solo da questo momento potrebbe ritenersi individuato, ex art. 2935 c.c., il «….giorno in cui il diritto può essere fatto valere».

Deve al riguardo rigettarsi l’eccezione di usucapione proposta dagli Enti occupanti, posto che difetta con tutta evidenza una situazione di possesso utile ad usucapionem e che quando anche ess... _OMISSIS_ ...sistesse, non risulterebbe comunque trascorso il termine di legge, posto che il decorso non potrebbe che principiare dalla data di entrata in vigore del d.lgs. n. 327/2001 (cfr. CdS Ad. Plen. 2/2016) e che non possono ravvisarsi gli estremi per individuare termini acquisitivi abbreviati.

In ipotesi di area da lustri dedicata all’uso pubblico (nel caso di specie verde pubblico), la P.A. può instaurare un giudizio per fare valere comunque l’usucapione a seguito del possesso ultraventennale dell’area.

L'occupazione usurpativa di un fondo da parte della P.A. è comunque compatibile con l'usucapione del fondo medesimo da parte dell'ente occupante, in quanto la totale assenza dei presupposti di esercizio del potere ablativo, che conno... _OMISSIS_ ...zione, lascia intatta la facoltà del proprietario di rivendicare il bene, col limite di diritto comune dell'intervenuta usucapione.

E' assai dubbia l'applicabilità dell'istituto della usucapione alla procedura espropriativa nata o divenuta illegittima.

Il barrage “possibile” per ravvisare l’usucapione è quello dell'entrata in vigore del DPR n. 327/2001 (sempre a volere muovere dal presupposto che la usucapione “pubblica” abbia diritto di cittadinanza nel sistema e non sia invece impedita da superiori principii di coerenza ordinamentale).

L’acquisto del diritto di proprietà della P.A. per usucapione avviene, ai sensi dell’art. 1158 del Codice Civile (in forza di un tradizionale istituto di ... _OMISSIS_ ...), in conseguenza del mero possesso ultraventennale del bene immobile occupato, senza che abbia alcun rilievo in proposito la potestà autoritativa ablatoria spettante alla P.A., sicché non sussiste affatto il paventato “rischio di reintrodurre nell’ordinamento interno forme di espropriazione indiretta o larvata” o di violazione dell’art. 1 del Protocollo Addizionale della C.E.D.U.

L'usucapione è istituto costituisce una modalità di acquisizione del diritto di proprietà che la giurisprudenza, pur con opinioni dissenzienti, in maggioranza ritiene operante anche nell’ambito dei rapporti tra pubblica amministrazione e privati.

La modalità di acquisto per usucapione è prevista dal codice civile che costituisce diritto co... _OMISSIS_ ...è quindi ragione di escluderne l’applicabilità all'ipotesi in cui, a seguito della scadenza dei termini di validità della dichiarazione di pubblica utilità e del provvedimento autorizzativo dell’occupazione d’urgenza, venga meno il potere ablatorio dell’amministrazione e la vicenda acquisisca il carattere della fattualità. In tale ipotesi i rapporti tra autorità espropriante e privato escono dall’ambito pubblicistico per rientrare in quello del diritto comune.

La realizzazione di un’opera pubblica su un fondo illecitamente occupato, anche se non è un titolo idoneo per il trasferimento della proprietà del terreno dal soggetto all’Amministrazione espropriante, fa sempre salvi gli effetti dell’usucapione. Le pronunc... _OMISSIS_ ...li amministrative più recenti, al di là dell’esito dei singoli casi concreti in cui è stata sollevata eccezione di usucapione, riconoscono l’operatività di questo istituto e le conseguenze sulla domanda dei proprietari volta a costringere l’amministrazione -rimasta inerte sulla diffida presentata- a pronunciarsi sulla richiesta di restituzione dei terreni trasformati ovvero di adozione d’un provvedimento acquisitivo ex art. 42-bis DPR 3...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 68378 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 5,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo