Demanio pubblico e diritti dei privati

DEMANIO E PATRIMONIO --> DEMANIO --> DIRITTI ALTRUI SU BENI DEMANIALI

La natura demaniale di un bene non costituisce ostacolo giuridico né alla costituzione in favore di privati, mediante concessione, di diritti reali o personali che abbiano ad oggetto la fruizione del bene medesimo, né alla circolazione tra privati di tali diritti, che si atteggiano, nei rapporti privatistici, come diritti soggettivi perfetti.

Qualora sia accertato, attraverso la complessiva interpretazione - riservata al giudice di merito - del titolo costitutivo (cioè dell'atto di concessione), che è stato conferito al privato un diritto reale di godimento su un immobile demaniale, l'atto con cui quest'ultimo alieni tale diritto è soggetto ad INVIM, ai sensi del D.P.R. ... _OMISSIS_ ..., n. 643, art. 2, comma 1.

I beni demaniali sono soggetti ad uno speciale regime giuridico che esclude che questi possano essere trasferiti in proprietà o "formare oggetto di diritti a favore di terzi" se non secondo le modalità e i limiti stabiliti dalle leggi che disciplinano ciascuna categoria dei beni demaniali, sancendone l'inalienabilità, l'incommerciabilità e l'inusucapibilità (art. 823 cod. civ.).

Come tutti i negozi in danno o sul patrimonio del terzo (come il Demanio dello Stato in caso di bene demaniale), l'accordo in sede di separazione consensuale dal coniuge ha solo effetti obbligatori e non reali.

La realizzazione di beni che assumono natura demaniale, segnatamente i porti, esclude che tali beni possano es... _OMISSIS_ ... alla previsione dell’art. 41 codice della navigazione in quanto a differenza dell’ipotesi ivi contemplata, in cui l’opera realizzata su bene demaniale ha una propria individualità rispetto al bene demaniale stesso, in questo caso l’opera costituisce essa stessa il bene demaniale ed è quindi insuscettibile di iscrizione ipotecaria.

Le ipoteche iscritte su beni demaniali sono nulle.

La costituzione di diritti reali su beni demaniali può avvenire soltanto attraverso uno specifico atto di concessione, avente propriamente natura costitutiva, tanto è vero che, fino all'emissione di tale provvedimento, il soggetto interessato non può comunque vantare alcun titolo legittimo alla fruizione con modalità differenziate rispetto alla... _OMISSIS_ ... cittadini di un qualsiasi bene appartenente al demanio.

Un bene demaniale non é suscettibile di possesso, né di usucapione né di alcuna sorta di godimento rapportabile ad un diritto reale di natura privata.

L’utilizzazione di un bene demaniale a fini privati può e deve essere legittimata solo previo esperimento di procedimento concessorio.

I beni demaniali non tollerano di essere limitati da diritti di servitù a favore di fondi privati.

I beni demaniali possono formare oggetto di diritti di terzi solo per effetto di un provvedimento di concessione: ne deriva che la fruizione del bene deve essere inquadrata in questo schema, a prescindere dal nomen iuris utilizzato dalle parti per qualificare il rapporto.
... _OMISSIS_ ...NIO E PATRIMONIO --> DEMANIO --> DIRITTI DEMANIALI SU BENI ALTRUI

L'amministrazione comunale, titolare di una servitù di passaggio su un'area privata, può su di essa esercitare il potere diretto a garantire ed a disciplinare l'uso generale del bene da parte della collettività, nell'ambito del pubblico interesse giustificativo della servitù medesima, ma, ove il titolo costitutivo della servitù non lo consenta espressamente, non può concedere al singolo usi eccezionali o particolari su porzioni di detto immobile, essendo il relativo potere concessorio incompatibile con il diritto dominicale del privato.

Sussiste servitù di uso pubblico nel caso in cui del bene che abbia un'intrinseca idoneità ad essere utilizzato da parte di una collettività... _OMISSIS_ ...ri un uso a carattere generale, e non uti singuli, per un periodo prolungato nel tempo.

Ai fini della costituzione, su di un’area privata, di una servitù di uso pubblico, per effetto del passaggio esercitato da lunghissimo tempo, è quindi necessario che l'uso avvenga ad opera di una collettività indeterminata di persone, per soddisfare un interesse pubblico generale, mentre deve escludersi l'uso pubblico allorquando il passaggio venga esercitato nell'interesse di un gruppo limitato di soggetti, quali i proprietari di determinati immobili, in rapporto alla loro particolare ubicazione.

Caratteristiche indispensabili della servitù di uso pubblico sono: a) il passaggio esercitato "iure servitutis pubblicae", da una collettività di pe... _OMISSIS_ ...te dall'appartenenza ad un gruppo territoriale; b) la concreta idoneità del bene a soddisfare esigenze di carattere generale, anche per il collegamento con la pubblica via; c) un titolo valido a sorreggere l'affermazione del diritto di uso pubblico, che può anche identificarsi nella protrazione dell'uso da tempo immemorabile.

L’unica circostanza che è in grado di escludere che su di un’area privata possa sorgere un diritto d’uso in favore della collettività ed invece una utilità limitata ai soli frontisti proprietari, è l’interclusione dell’area da parte del proprietario o l’apposizione di segni esteriori riconducibili alla volontà del proprietario di disporre del bene in via esclusiva.

La P.A. titolare di una... _OMISSIS_ ... pubblico su beni privati può esercitare su di essi i poteri intesi a garantire la loro pubblica fruizione da parte della collettività, ma non anche le facoltà che le spetterebbero se il bene avesse natura demaniale.

La servitù di uso pubblico fa parte della categoria dei c.d. diritti di uso pubblico (art. 825 c.c.) che si distinguono dalle servitù prediali pubbliche per la mancanza della c.d. predialità in quanto esse non sono serventi rispetto a un fondo demaniale ma si concretano in un'utilitas generalmente collettiva. Di conseguenza, la parte che fa valere il diritto ha l'onere di provare la pubblica utilitas e un valido titolo costitutivo.

La circostanza che un’aia antistante al fabbricato di proprietà privata sia stata individuata co... _OMISSIS_ ...sa ai fini del rischio sismico non implica l’esistenza di un diritto di uso pubblico sulla stessa; le aree di attesa sono i luoghi di prima accoglienza delle popolazioni colpite da un terremoto; benché di regola esse siano individuate in luoghi di uso pubblico, ciò non significa certo che la individuazione di un’area come “area di attesa” le imprima un diritto di uso pubblico.

L'assunzione, all'atto della stipulazione di una convenzione di lottizzazione, dell’impegno - per sé, per i propri eredi e per gli altri aventi causa - di realizzare una serie di opere di urbanizzazione del territorio e di costituire su una parte di quelle aree una servitù di uso pubblico, dà luogo ad un'obbligazione propter rem, che grava quindi sia sul pro... _OMISSIS_ ...erreno che abbia stipulato la convenzione di lottizzazione, sia su coloro che abbiano chiesto il rilascio della concessione edilizia nell'ambito della lottizzazione, sia, infine, sui successivi proprietari della medesima res.

Il potere conferito a procuratore di costituire una servitù di uso pubblico, implica necessariamente, nel silenzio della procura, anche quello di disciplinare l...<


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 14526 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 2,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo
Nuovo

L’articolo visibile in questa pagina è composto da contenuti tratti dal seguente prodotto (in formato PDF) acquistabile e scaricabile con pochi click.

pdf 795 pagine in formato A4

30,00 €