Demanio pubblico cimiteriale e servizi connessi

DEMANIO E PATRIMONIO --> DEMANIO --> DEMANIO CIMITERIALE

Gli impianti cimiteriali sono equiparati alle opere di urbanizzazione primaria e sono, pertanto, ubiquitari (art. 26-bis, d.L. n. 415-1989 convertito dalla legge n. 38-1990).

Con l'entrata in vigore dell’art. 824 Codice Civile il cimitero è definitivamente solo e soltanto demanio comunale, derivandone che solo il Comune può accordare la concessione in uso delle sepolture private a si... _OMISSIS_ ...zione (semplici loculi o cappelle gentilizie) oppure a sistema di inumazione (tombe terranee).

Il demanio cimiteriale non è un demanio necessario ma un demanio accidentale e comprende solo l’area cimiteriale e non già tutto ciò che ricade all'esterno di essa.

La casa del custode è assoggettata al regime dei beni demaniali se compresa nell'area cimiteriale mentre non ne condivide la demanialità se è dislocata al di fuori del cimitero.

... _OMISSIS_ ...comunali sono soggetti senz'altro al regime giuridico del demanio pubblico, e quindi sono in primo luogo inalienabili.

Gli atti con i quali si procede all’utilizzo di una determinata area interna al cimitero e già destinata a tale uso, fino a quel momento non utilizzata per sepolture, non sono assoggettati alla disciplina dettata dall'art. 55 D.P.R. 285/1990, che si applica soltanto quanto un'area venga per la prima volta asservita ad uso cimiteriale.
|... _OMISSIS_ ...al D.L. n. 415 del 1989, art. 26 bis, convertito, con modificazioni, nella L. n. 33 del 1990, gli impianti cimiteriali, indicati al D.P.R. n. 803 del 1975, art. 54, sono servizi indispensabili parificati alle opere di urbanizzazione primaria.

L'impianto elettrico del cimitero va considerato un unicum col cimitero stesso ed è sottoposto al regime del demanio.

Anche prima del c.c. del 1942 i cimiteri erano beni di proprietà comunale.

DEMA... _OMISSIS_ ...gt; DEMANIO --> DEMANIO CIMITERIALE --> AMPLIAMENTO

I progetti di ampliamento dei cimiteri esistenti e quelli di costruzione dei nuovi debbono essere deliberati dal Consiglio Comunale ai sensi dell’art. 55, D.P.R. n. 285/1990: tale norma ha natura speciale, derogatoria della competenza generale residuale della giunta stabilita dall'art. 35 L. n. 142/1990 (abrogata dall'art. 274 e riprodotta nell'art. 48, D.Lgs. n. 267/1990).

Nel regol... _OMISSIS_ ...ia mortuaria, la competenza del consiglio comunale nell’individuare nuove aree o ampliare quelle già destinate alla realizzazione di cimiteri non risponde ad alcuna finalità specifica se non quella di devolvere all’organo deliberativo del comune le aree in cui garantire il decoro di un luogo di culto, di permetterne la futura espansione e di assicurare una cintura sanitaria intorno a luoghi per loro natura insalubri.

DEMANIO E PATRIMONIO --> DEMANIO -... _OMISSIS_ ...IMITERIALE --> CUSTODIA

Le attività inerenti ai servizi cimiteriali rientrano tra quelle di pertinenza della pubblica amministrazione e sono regolate da norme di diritto pubblico (R.D. 27 luglio 1934, n. 1265, artt. 337 e ss.; D.P.R. 21 ottobre 1975, n. 803, D.P.R. 10 settembre 1990, n. 285). In particolare, dalle disposizioni contenute nelle norme anzidette discende che al custode del cimitero sono attribuiti compiti di vigilanza del cimitero medesimo e di tenut... _OMISSIS_ ...delle operazioni relative ai cadaveri.

I compiti di vigilanza del cimitero e di tenuta del registro delle operazioni relative ai cadaveri, se non valgono all'attribuzione della qualità di pubblico ufficiale al custode, implicano ambiti concettuali di responsabilità e cognizione normativa, onde, dovendosi escludere tali attività dal quadro delle semplici mansioni di ordine o di prestazioni di opera meramente materiale, deve concludersi che al detto custode va riconos... _OMISSIS_ ...ica di incaricato di pubblico servizio ai sensi dell'art. 358 c.p.

Sull’autorità comunale incombe un obbligo di custodia e di controllo del cimitero.

DEMANIO E PATRIMONIO --> DEMANIO --> DEMANIO CIMITERIALE --> CUSTODIA --> RESPONSABILITÀ CIVILE

Il comune risponde dei danni occorsi alle cappelle edificate nei cimiteri che derivino dall'omessa manutenzione delle aree cimiteriali.

La responsabilità ex art.... _OMISSIS_ ...i danni cagionati da cose in custodia, anche nell'ipotesi di beni demaniali in effettiva custodia della p.a. ha carattere oggettivo e, perché tale responsabilità possa configurarsi in concreto, è sufficiente che sussista il nesso causale tra la cosa in custodia e il danno arrecato, senza che rilevi al riguardo la condotta del custode e l'osservanza o meno di un obbligo di vigilanza, per cui tale tipo di responsabilità è esclusa solo dal caso fortuito, fattore che attiene non già a... _OMISSIS_ ...nto del responsabile bensì al profilo causale dell'evento, riconducibile non alla cosa (che ne è fonte immediata) ma ad un elemento esterno, recante i caratteri dell'oggettiva imprevedibilità ed inevitabilità e che può essere costituito anche dal fatto del terzo o dello stesso danneggiante.

DEMANIO E PATRIMONIO --> DEMANIO --> DEMANIO CIMITERIALE --> DECORO

Qualora il regolamento di polizia mortuaria consenta l’apposizione di un ... _OMISSIS_ ...afico e del simbolo della religione del defunto non è consentita il posizionamento sulla lapide di una statua sacra.

In relazione all'apposizione di arredi funerari diversi da quelli elencati nel regolamento di polizia mortuaria, al Comune va riconosciuta di volta in volta la possibilità di limitarne o autorizzarne l’apposizione previa motivata e adeguata valutazione del giusto contemperamento della libera esplicazione dei sentimenti civili e religiosi dei dol... _OMISSIS_ ...vaguardia di minime ma necessarie esigenze di uniformità e decoro del cimitero comunale.

DEMANIO E PATRIMONIO --> DEMANIO --> DEMANIO CIMITERIALE --> POLIZIA MORTUARIA

È possibile ritenere che possano esistere cimiteri, edificati anteriormente al Codice del 1942, di proprietà di soggetti normalmente associati (diocesi, confraternite, confessioni religiose non cattoliche, associazioni laiche, etc), che tali restano anche dopo l’entrata i... _OMISSIS_ ...normativa codicistica, nei cui confronti il potere pubblicistico di esplicita in un’attività di vigilanza sanitaria e amministrativa, riguardante l’applicazione del regolamento di Polizia Mortuaria.

E’ illegittimo il regolamento di polizia mortuaria nella misura in cui riserva al solo comune l’attività di manutenzione delle lapidi così violando i principi di concorrenza del mercato e buon andamento dell’amministrazione.

... _OMISSIS_ ...timo il provvedimento che delega al legale rappresentante della società affidataria del servizio cimiteriale le funzioni di polizia mortuaria riservate dal D.P.R. n. 285/1990 al Sindaco quale ufficiale di stato civile o al Prefetto, quali le autorizzazioni all'esumazione, all'estumulazione e alla traslazione, alla tumulazione in cappella privata, e il rilascio dei passaporti mortuari.

Appartengono alla competenza del Sindaco, quale ufficiale di stato civile, le sugu... _OMISSIS_ ...ioni: a) alla sepoltura, b) all’esumazione, c) all’estumulazione d) alla tumulazione nelle cappelle private. Tali funzioni, ai sensi dell'art. 1 D.P.R. 396/2000, possono essere delegate ai dipendenti a tempo indeterminato e, in caso di esigenze straordinarie e temporalmente limitate, a tempo determinato del comune, previo superamento di apposito corso, o al presidente della circoscrizione ovvero ad un consigliere comunale che esercita le funzioni nei quartieri o nelle ... _OMISSIS_ ...segretario comunale.

È legittima la delega al legale rappresentante della società affidataria del servizio cimiteriale delle funzioni connesse alle autorizzazioni al trasporto della salma di competenza del Comune, delle attività direttamente connesse all’espletamento di servizi cimiteriali (concessioni cimiteriali di aree, loculi, cellette; rilascio di autorizzazioni scrittura lapide; tenuta registro di cremazione) e delle operazioni cimiteriali in cappella pr... _OMISSIS_ ...squo;autorizzazione alla tumulazione (che resta di competenza del Sindaco quale ufficiale di stato civile).

DEMANIO E PATRIMONIO --> DEMANIO --> DEMANIO CIMITERIALE --> SERVIZI CIMITERIALI

Una normativa nazionale che vieta ai cittadini dell’Unione europea di fornire un servizio di conservazione di urne cinerarie in uno Stato membro istituisce una restrizione alla libertà di stabilimento, ai sensi dell’articolo 49 TFUE. Tale r... _OMISSIS_ ...tti non è giustificata da ragioni imperative di interesse generale attinenti alla tutela della salute, alla necessità di garantire il rispetto dovuto alla memoria dei defunti e alla tutela dei valori morali e religiosi prevalenti nello Stato, i quali ostino all’esistenza di attività commerciali connesse alla conservazione delle ceneri dei defunti e, quindi, a che le attività di custodia dei resti mortali perseguano una finalità lucrativa.

Deve ritenersi illegi... _OMISSIS_ ...o contrastante con la libertà di stabilimento ex art. 49 TFUE, un divieto contenuto in un Regolamento comunale dei servizi cimiteriali che proibisca ogni attività esercitata con finalità lucrative avente ad oggetto, anche non esclusivo, la conservazione di urne cinerarie a qualsiasi titolo e per qualsiasi durata temporale.

La presenza di aree private all'interno del cimitero comunale non incide sulla titolarità dei servizi cimiteriali che spetta esclusivamente all'a... _OMISSIS_ ...comunale.

La rimozione di manufatti lapidei, le incisioni e le forniture di arredi e lastre per colombari e cellette, nonché le conseguenti riparazioni manutentive, non configurano lavori che debbano per loro natura essere svolti da un unico soggetto in esclusiva.

DEMANIO E PATRIMONIO --> DEMANIO --> DEMANIO CIMITERIALE --> SERVIZI CIMITERIALI --> REGIONI E PROVINCE --> VENETO

La ratio sottostante alle disposizioni di cui... _OMISSIS_ ... 5 e all’art. 28 della L.R. n. 18/2010, consiste nella necessità di evitare forme di concorrenza sleale, legate alla commistione fra i servizi cimiteriali e le attività funebri di tipo commerciale, che consentirebbe all’operatore economico un accesso privilegiato alla clientela costituita dai parenti dei defunti presenti nelle aree cimiteriali.

L’art. 5 della L.R. n. 18/2010 prevede che il recupero salme possa rientrare nell’attività funebre ... _OMISSIS_ ...i svolta dalle imprese del settore, assieme agli altri servizi di onoranze funebri, ma non dice che tale servizio non possa essere svolto anche in via autonoma, al di fuori, quindi, delle attività di onoranze funebri in senso tecnico, di natura commerciale. Anzi, il fatto stesso che si tratti di un compito spettante per legge al Comune, implica che lo stesso possa essere gestito in modo autonomo, fuori dalla più ampia attività funebre di cui all’art. 5 suddetto.

... _OMISSIS_ ...la L.R. n. 18/2010, solo un’attività complessa ed articolata di onoranze funebri, organizzata in forma autonoma ed imprenditoriale, deve ritenersi incompatibile con la simultanea gestione dei servizi cimiteriali.

Contrasta con l'art. 54, co. 2, L.R. Veneto 18/2010 - in quanto elusivo del principio di separazione da esso fissato - il provvedimento con cui il Comune decide di scorporare dalla propria società in house multiservizi il ramo relativo alle onoranze f... _OMISSIS_ ...are una nuova società che svolga l'attività funebre ma che sia per il 90% partecipata dalla società multiservizi dalla quale è stata scorporata e che continua a svolgere l'attività cimiteriale.

DEMANIO E PATRIMONIO --> DEMANIO --> DEMANIO CIMITERIALE --> SERVIZI CIMITERIALI --> SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA

L’affidamento in concessione del servizio di illuminazione elettrica votiva del cimitero comunale è una vera e propria conces... _OMISSIS_ ...i, in linea con le definizioni di cui all’art. 3, comma 12 e 30 del d.lgs. n. 163 del 2006, e i lavori di manutenzione dell'impianto elettrico connesso costituisce un lavoro strumentale all'oggetto essenziale dell'appalto.

Alle gare per l’affidamento in concessione del servizio di illuminazione elettrica votiva del cimitero comunale si applicano i principi desumibili dal Trattato U.E. e quelli generali relativi ai contratti pubblici e, in particolare, i ... _OMISSIS_ ...sparenza, adeguata pubblicità, non discriminazione, parità di trattamento, mutuo riconoscimento, proporzionalità, previa gara informale ed ulteriormente che la procedura si caratterizza per una maggiore speditezza e semplificazione procedimentale.

Il servizio di illuminazione votiva rientra tra i servizi pubblici locali a rilevanza economica e a domanda individuale, intendendosi per tali quelli che corrispondono ad attività gestite in via generale direttamente dall'... _OMISSIS_ ...lvo...


...continua.  Qui sono visibili 14000 su 22284 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 6,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo
Nuovo

L’articolo sopra riportato è composto da contenuti tratti da questo prodotto (in formato PDF) acquistabile e scaricabile con pochi click. Si ricorda che in caso di acquisto successivo del prodotto, dal costo dello stesso verrà scontato il costo già sostenuto per l'articolo.

pdf 1403 pagine in formato A4

35,00 €