Demanio pubblico cimiteriale e servizi connessi

DEMANIO E PATRIMONIO --> DEMANIO --> DEMANIO CIMITERIALE

Gli impianti cimiteriali sono equiparati alle opere di urbanizzazione primaria e sono, pertanto, ubiquitari (art. 26-bis, d.L. n. 415-1989 convertito dalla legge n. 38-1990).

Con l'entrata in vigore dell’art. 824 Codice Civile il cimitero è definitivamente solo e soltanto demanio comunale, derivandone che solo il Comune può accordare la concessione in uso delle sepolture private a sistema di tumulazione (semplici loculi o cappelle gentilizie) oppure a sistema di inumazione (tombe terranee).

Il demanio cimiteriale non è un demanio necessario ma un demanio accidentale e comprende solo l’area cimiteriale e non già tutto ciò che ricade all'esterno di essa.
... _OMISSIS_ ...asa del custode è assoggettata al regime dei beni demaniali se compresa nell'area cimiteriale mentre non ne condivide la demanialità se è dislocata al di fuori del cimitero.

I cimiteri comunali sono soggetti senz'altro al regime giuridico del demanio pubblico, e quindi sono in primo luogo inalienabili.

Gli atti con i quali si procede all’utilizzo di una determinata area interna al cimitero e già destinata a tale uso, fino a quel momento non utilizzata per sepolture, non sono assoggettati alla disciplina dettata dall'art. 55 D.P.R. 285/1990, che si applica soltanto quanto un'area venga per la prima volta asservita ad uso cimiteriale.

In base al D.L. n. 415 del 1989, art. 26 bis, convertito, con modificazioni, nella L. n. 33 d... _OMISSIS_ ...pianti cimiteriali, indicati al D.P.R. n. 803 del 1975, art. 54, sono servizi indispensabili parificati alle opere di urbanizzazione primaria.

L'impianto elettrico del cimitero va considerato un unicum col cimitero stesso ed è sottoposto al regime del demanio.

Anche prima del c.c. del 1942 i cimiteri erano beni di proprietà comunale.

DEMANIO E PATRIMONIO --> DEMANIO --> DEMANIO CIMITERIALE --> AMPLIAMENTO

I progetti di ampliamento dei cimiteri esistenti e quelli di costruzione dei nuovi debbono essere deliberati dal Consiglio Comunale ai sensi dell’art. 55, D.P.R. n. 285/1990: tale norma ha natura speciale, derogatoria della competenza generale residuale della giunta stabilita dall'art. 35 L. n. 142/1... _OMISSIS_ ...all'art. 274 e riprodotta nell'art. 48, D.Lgs. n. 267/1990).

Nel regolamento di polizia mortuaria, la competenza del consiglio comunale nell’individuare nuove aree o ampliare quelle già destinate alla realizzazione di cimiteri non risponde ad alcuna finalità specifica se non quella di devolvere all’organo deliberativo del comune le aree in cui garantire il decoro di un luogo di culto, di permetterne la futura espansione e di assicurare una cintura sanitaria intorno a luoghi per loro natura insalubri.

DEMANIO E PATRIMONIO --> DEMANIO --> DEMANIO CIMITERIALE --> CUSTODIA

Le attività inerenti ai servizi cimiteriali rientrano tra quelle di pertinenza della pubblica amministrazione e sono regolate da norme di dirit... _OMISSIS_ ...D. 27 luglio 1934, n. 1265, artt. 337 e ss.; D.P.R. 21 ottobre 1975, n. 803, D.P.R. 10 settembre 1990, n. 285). In particolare, dalle disposizioni contenute nelle norme anzidette discende che al custode del cimitero sono attribuiti compiti di vigilanza del cimitero medesimo e di tenuta del registro delle operazioni relative ai cadaveri.

I compiti di vigilanza del cimitero e di tenuta del registro delle operazioni relative ai cadaveri, se non valgono all'attribuzione della qualità di pubblico ufficiale al custode, implicano ambiti concettuali di responsabilità e cognizione normativa, onde, dovendosi escludere tali attività dal quadro delle semplici mansioni di ordine o di prestazioni di opera meramente materiale, deve concludersi che al detto custode va riconos... _OMISSIS_ ...ica di incaricato di pubblico servizio ai sensi dell'art. 358 c.p.

Sull’autorità comunale incombe un obbligo di custodia e di controllo del cimitero.

DEMANIO E PATRIMONIO --> DEMANIO --> DEMANIO CIMITERIALE --> CUSTODIA --> RESPONSABILITÀ CIVILE

Il comune risponde dei danni occorsi alle cappelle edificate nei cimiteri che derivino dall'omessa manutenzione delle aree cimiteriali.

La responsabilità ex art. 2051 c.c. per i danni cagionati da cose in custodia, anche nell'ipotesi di beni demaniali in effettiva custodia della p.a. ha carattere oggettivo e, perché tale responsabilità possa configurarsi in concreto, è sufficiente che sussista il nesso causale tra la cosa in custodia e il danno arrecato, se... _OMISSIS_ ...al riguardo la condotta del custode e l'osservanza o meno di un obbligo di vigilanza, per cui tale tipo di responsabilità è esclusa solo dal caso fortuito, fattore che attiene non già ad un comportamento del responsabile bensì al profilo causale dell'evento, riconducibile non alla cosa (che ne è fonte immediata) ma ad un elemento esterno, recante i caratteri dell'oggettiva imprevedibilità ed inevitabilità e che può essere costituito anche dal fatto del terzo o dello stesso danneggiante.

DEMANIO E PATRIMONIO --> DEMANIO --> DEMANIO CIMITERIALE --> DECORO

Qualora il regolamento di polizia mortuaria consenta l’apposizione di un ritratto fotografico e del simbolo della religione del defunto non è consentita il posizionamento su... _OMISSIS_ ...na statua sacra.

In relazione all'apposizione di arredi funerari diversi da quelli elencati nel regolamento di polizia mortuaria, al Comune va riconosciuta di volta in volta la possibilità di limitarne o autorizzarne l’apposizione previa motivata e adeguata valutazione del giusto contemperamento della libera esplicazione dei sentimenti civili e religiosi dei dolenti con la salvaguardia di minime ma necessarie esigenze di uniformità e decoro del cimitero comunale.

DEMANIO E PATRIMONIO --> DEMANIO --> DEMANIO CIMITERIALE --> POLIZIA MORTUARIA

È possibile ritenere che possano esistere cimiteri, edificati anteriormente al Codice del 1942, di proprietà di soggetti normalmente associati (diocesi, confraternite, confession... _OMISSIS_ ... cattoliche, associazioni laiche, etc), che tali restano anche dopo l’entrata in vigore della normativa codicistica, nei cui confronti il potere pubblicistico di esplicita in un’attività di vigilanza sanitaria e amministrativa, riguardante l’applicazione del regolamento di Polizia Mortuaria.

E’ illegittimo il regolamento di polizia mortuaria nella misura in cui riserva al solo comune l’attività di manutenzione delle lapidi così violando i principi di concorrenza del mercato e buon andamento dell’amministrazione.

È illegittimo il provvedimento che delega al legale rappresentante della società affidataria del servizio cimiteriale le funzioni di polizia mortuaria riservate dal D.P.R. n. 285/1990 al Sindaco... _OMISSIS_ ...e di stato civile o al Prefetto, quali le autorizzazioni all'esumazione, all'estumulazione e alla traslazione, alla tumulazione in cappella privata, e il rilascio dei passaporti mortuari.

Appartengono alla competenza del Sindaco, quale ufficiale di stato civile, le suguenti autorizzazioni: a) alla sepoltura, b) all’esumazione, c) all’estumulazione d) alla tumulazione nelle cappelle private. Tali funzioni, ai sensi dell'art. 1 D.P.R. 396/2000, possono essere delegate ai dipendenti a tempo indeter...<


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 22284 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 3,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo
Nuovo

L’articolo sopra riportato è composto da contenuti tratti da questo prodotto (in formato PDF) acquistabile e scaricabile con pochi click.

pdf 1403 pagine in formato A4

35,00 €