La verifica dell'impatto ambientale di piani e programmi urbanistici

PROCEDURA --> VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE

La nuova approvazione del progetto, non può prescindere dall’osservanza del procedimento ordinario legalmente prescritto e beneficiare - se del caso - di una deroga alla procedura di VIA al tempo riconosciuta [deroga riconducibile nella fattispecie su una Gestione commissariale per la realizzazione di opere urgenti e funzionali al superamento di stato di emergenza per calamità naturali]. Venuto a mancare il presupposto costitutivo dell’applicazione del regime derogatorio, la riapprovazione del progetto deve seguire le regole ordinarie, tanto più se sia stata rinnovata anche la dichiarazione di pubblica utilità e apposto un nuovo vincolo preordinato all’esproprio.

Una volta rile... _OMISSIS_ ...congruenza tra il dichiarato titolo del Progetto e lo sviluppo dello stesso, come esplicitato nella relazione tecnica, è necessaria quantomeno una richiesta di chiarimenti, a pena di illegittimità, per difetto di istruttoria, del provvedimento di diniego di VIA.

L'art. 20 del T.U. n. 152/06 rubricato “verifica di assoggettabilità a V.I.A.” dispone che copia del progetto deve essere depositato presso il Comune in cui è localizzato l’impianto, stabilendo come unica e sufficiente forma di pubblicità dell’avvio del procedimento unicamente la pubblicazione di un sintetico avviso sul sito web dell’autorità competente, sicché le forme di pubblicità ulteriore (realizzate nella speie con la pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regi... _OMISSIS_ ...o;Albo Pretorio) da parte della controinteressata costituiscono solo un’ulteriore forma di garanzia di informazione.

L’effettuazione di una preventiva valutazione di incidenza ambientale è indispensabile anche nelle ipotesi in cui l’autorità competente intenda approvare un progetto che può avere incidenze significative su un sito di interesse comunitario adiacente, singolarmente o congiuntamente ad altri piani e progetti.

È incostituzionale la legge regionale che, in materia di valutazione di impatto ambientale, prevede un regime di pubblicità più restrittivo rispetto alla normativa statale, non contemplando la pubblicazione della richiesta di assoggettamento del progetto a v.i.a. nell'albo pretorio dei Comuni interessati.
... _OMISSIS_ ...ronuncia di compatibilità ambientale attiene a un subprocedimento che si inserisce all’interno di un procedimento, più ampio e articolato, destinato a concludersi con l’approvazione del progetto.

Lo studio di impatto ambientale - ove previsto – costituisce elemento costitutivo ed essenziale del solo progetto definitivo, sicché eventuali carenze del progetto preliminare sul punto specifico non possono in nessun caso integrare un vizio di legittimità suscettibile di comunicarsi alla successiva fase di progettazione, che è anzi specificamente destinata all’approfondimento di tutti possibili profili di incidenza del progetto sul territorio e sull’ambiente.

La verifica di impatto ambientale ha natura di vero e proprio su... _OMISSIS_ ...autonomo che si perfeziona con un provvedimento immediatamente impugnabile.

PROCEDURA --> VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE --> AREE URBANE

Ai fini della V.I.A. non può essere utilizzata la nozione di “centro abitato” contemplata dal codice della strada.

Ai fini della qualificazione della zona in termini di area urbana e di conseguente assoggettabilità a v.i.a., è irrilevante che la destinazione urbanistica dell’area preveda l’espansione residenziale, ovvero che non siano presenti sul suolo opere di urbanizzazione primaria o secondaria.

PROCEDURA --> VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE --> COMPETENZA

L'assegnazione della competenza in tema di v.i.a. al dirigente di pi... _OMISSIS_ ...che s’occupi pure delle infrastrutture e della mobilità, oltre ad essere espressione della potestà organizzatoria e statutaria della Regione, non pare irragionevole se si considera la natura complessa e trasversale delle funzioni pubbliche in tema d’ambiente.

PROCEDURA --> VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE --> DIFFERENZA CON V.A.S.

Ove venga in rilievo una variante relativa alla localizzazione di una singola opera, la valutazione ambientale richiesta sarà limitata alla verifica dell’entità del suo impatto specifico rispetto al contesto circostante, da svolgersi nell’ambito dell’eventuale procedimento di V.I.A., senza implicare anche valutazioni di impatto strategico condotte invece su più ampia scala.
|... _OMISSIS_ ...azione ambientale di piani e programmi (VAS), e la valutazione di progetti (VIA), hanno entrambe la finalità di assicurare che l'attività antropica sia compatibile con le condizioni per uno sviluppo sostenibile.

La V.A.S. concerne la pianificazione e la programmazione alle quali l’amministrazione è obbligata, ed è concomitante alla stessa così da favorire l’emersione e l’evidenziazione dell’interesse ambientale di modo che esso venga in via prioritaria considerato dalla P.A.; la V.I.A. concerne i singoli progetti ed è necessaria ai fini della verifica dell’entità dell’impatto ambientale dell’opera proposta, in guisa da stimolare soluzioni mitigative da valutare secondo il principio dello sviluppo sostenibile, si... _OMISSIS_ ...zione “zero”, qualora l’impatto non sia evitabile neanche con l’adozione di cautele.

La VAS concerne la pianificazione e la programmazione alle quali l’amministrazione è obbligata, ed è concomitante alla stessa così da favorire l’emersione e l’evidenziazione dell’interesse ambientale di modo che esso venga in via prioritaria considerato dall’amministrazione; la VIA concerne i singoli progetti ed è necessaria ai fini della verifica dell’entità dell’impatto ambientale dell’opera proposta, in guisa da stimolare soluzioni mitigative da valutare secondo il principio dello sviluppo sostenibile, sino all’opzione “zero”, qualora l’impatto non sia evitabile neanche co... _OMISSIS_ ...one di cautele; l’interferenza fra i due strumenti valutativi è all’evidenza costituito dai progetti inseriti nei Piani operativi, poiché essi sono destinati ad essere valutati una prima volta nell’ambito del generale contesto pianificatorio, ed una seconda volta in fase preliminare alla realizzazione.

La V.A.S. è una valutazione di compatibilità ambientale relativa ai piani e ai programmi e non già ai singoli progetti, per i quali il legislatore ha predisposto il diverso strumento del procedimento di V.I.A..

La V.A.S. si distingue dalla V.I.A. (Valutazione di impatto ambientale), quanto all’oggetto e alla funzione. E, infatti, sotto un primo aspetto, la V.A.S., a differenza della V.I.A., non si riferisce ai progetti dell... _OMISSIS_ ..., bensì agli strumenti di programmazione e di pianificazione nel loro complesso. Inoltre, la V.A.S. trova la propria ragione giustificatrice nell’inidoneità della V.I.A. a cogliere le implicazioni sul sistema ambientale causate dal sommarsi sul territorio di singoli interventi puntuali pur sottoposti a valutazione ambientale positiva.

La connotazione duttile e plasmabile della VAS è assente in altri strumenti quali la VIA dep...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 24502 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 3,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo