Soggetti responsabili dell'abuso edilizio da demolire: il proprietario, l'acquirente e il locatore

ABUSI EDILIZI --> SANZIONI --> DEMOLIZIONE --> PROVVEDIMENTO --> SOGGETTI

L’ordinanza di demolizione rappresenta una sanzione a carattere reale, in relazione alla quale non può essere invocato il principio di estraneità nella commissione dell’abuso dei proprietari. Ne discende che l’ordinanza di demolizione va diretta a coloro che detengono la disponibilità del bene nel momento in cui lo stesso viene sanzionato con l’ordine di rimessione in pristino. In sostanza, eventuali controversie che afferiscono al bene ed alla titolarità dei diritti reali ad esso connessi non incidono sull’efficacia e sulla validità dell’ordinanza di demolizione.

L'ordine di demolizione - avendo natura ripristinatoria - pres... _OMISSIS_ ...utazione dei requisiti soggettivi del trasgressore, applicandosi anche a carico di chi non abbia commesso la violazione.

Alla natura intrinsecamente oggettiva dell’abuso edilizio consegue la doverosità dell’emanazione dell’ordine di demolizione anche nei confronti del proprietario che non ne è stato l’autore.

Il carattere reale della misura ripristinatoria della demolizione e la sua precipua finalizzazione al ripristino di valori di primario rilievo non si pongono in modo peculiare nelle ipotesi in cui il proprietario non sia responsabile dell'abuso.

La disponibilità dell’immobile abusivo è condizione è sufficiente per essere destinatari dell’ordinanza di demolizione.

Non è richie... _OMISSIS_ ...lla sua legittimità, che l’ordine di demolizione debba rivolgersi, necessariamente, nei confronti di tutti i proprietari, ovvero nei confronti di tutti gli occupanti dell’immobile.

L’ordine di demolizione, essendo una misura ripristinatoria di tipo reale, prescinde dalla diversità soggettiva tra il responsabile dell’abuso e l’attuale proprietario, applicandosi anche a carico di chi non abbia commesso la violazione, ma si trovi al momento dell’irrogazione in un rapporto con la res tale da assicurare la restaurazione dell’ordine giuridico violato.

Nel caso in cui l’attuale proprietario dell’immobile abusivo non sia responsabile dell’abuso e non risulti che la cessione del bene sia stata e... _OMISSIS_ ...ntenti elusivi, la diversità soggettiva fra il responsabile dell’abuso e l’attuale proprietario non impone all’amministrazione un peculiare e aggiuntivo onere motivazionale per l’ordine di demolizione, stante il carattere reale dell’abuso e della misura ripristinatoria e la stretta doverosità delle sue conseguenze. La richiamata alterità soggettiva può - semmai - rilevare a fini diversi da quelli della misura ripristinatoria, come nelle ipotesi del riparto delle responsabilità fra il responsabile dell’abuso e il suo avente causa.

Gli ordini di demolizione di costruzioni abusive, avendo carattere reale, prescindono dalla responsabilità del proprietario o dell’occupante l'immobile, applicandosi anche a carico di chi non ... _OMISSIS_ ...la violazione ma si trovi al momento dell’irrogazione in un rapporto con la res tale da assicurare la restaurazione dell’ordine giuridico violato.

L'art. 31, d.P.R. n. 380 del 2001, nell'individuare i soggetti destinatari delle misure repressive nel proprietario e nel responsabile dell'abuso, considera quale soggetto passivo della demolizione il soggetto che ha il potere di rimuovere concretamente l'abuso, potere che compete indubbiamente al proprietario, anche se non responsabile in via diretta.

Il creditore ipotecario, non rientrando tra i soggetti che possono disporre giuridicamente e materialmente del bene in modo da rimuovere le difformità edilizie, non può ritenersi inciso in via diretta dall'ordine di demolizione.

... _OMISSIS_ ...di demolizione può legittimamente essere emanata nei confronti del proprietario dell'opera abusiva, anche se non responsabile della relativa esecuzione, trattandosi di illecito permanente sanzionato in via ripristinatoria, a prescindere dall'accertamento del dolo o della colpa del soggetto interessato.

L'ordine di demolizione e gli altri provvedimenti repressivi in materia edilizia devono considerarsi legittimamente rivolti nei confronti di chi abbia la disponibilità materiale dell'opera, indipendentemente dal fatto che l'abbia concretamente realizzata o ne sia proprietario.

L’art. 31 D.P.R. 380 del 2001 individua, quali destinatari dell’ordine di demolizione sia il responsabile dell’abuso che il proprietario del bene che dunqu... _OMISSIS_ ...oincidere: è dunque irrilevante il fatto che il proprietario non sia l’autore dell’illecito amministrativo che ha determinato l’adozione dell’ordine di demolizione.

E' legittimo l’ordine comunale che individua il condomino quale destinatario dell'ordine di demolizione di un bene condominiale, quale il tetto.

L'omessa notifica dell'ordinanza di demolizione anche a tutti i comproprietari, lungi dal costituirne un vizio di legittimità, determina solo l'inefficacia del provvedimento limitatamente ai soggetti, in ipotesi, comproprietari per i quali è mancata la notifica, i quali potranno impugnare il provvedimento sanzionatorio, facendo valere in via autonoma le proprie ragioni entro il termine decorrente dalla piena con... _OMISSIS_ ...giunzione.

Dalla natura ripristinatoria dell'ordine urbanistico violato, che discende dalla demolizione dell'opera abusiva, consegue che la sanzione demolitoria può essere legittimamente irrogata nei confronti del proprietario del bene, anche se diverso dal responsabile dell’abuso e anche se estraneo alla commissione dell’abuso stesso e ciò in quanto l’abusività dell’opera è una connotazione di natura reale: segue l’immobile anche nei successivi trasferimenti del medesimo, con l’effetto che la demolizione è, di regola, atto dovuto e prescinde dall’attuale possesso del bene e dalla coincidenza del proprietario con il realizzatore dell’abuso medesimo.

L’ordinanza di demolizione di una costruzio... _OMISSIS_ ... legittimamente essere emanata nei confronti del proprietario attuale, anche se non responsabile dell’abuso, considerato che l’abuso edilizio costituisce illecito permanente e che l’ordinanza stessa ha carattere ripristinatorio e non prevede l’accertamento del dolo o della colpa del soggetto cui si imputa la trasgressione.

Il soggetto, che ha la disponibilità giuridica e materiale del manufatto da demolire, ha l’obbligo di eseguire l’ordine di demolizione, al fine di ripristinare i luoghi violati dall’abuso.

La sanzione demolitoria ha natura ripristinatoria dell'ordine urbanistico violato e può essere rivolta anche al proprietario dell'immobile interessato dall'abuso, a prescindere dall'accertamento di s... _OMISSIS_ ...tà personali nella commissione dell'illecito; in ogni caso per escludere la responsabilità anche a titolo di colpa del proprietario è necessario provare l'adeguato esercizio dei poteri dominicali di vigilanza sulla condotta dell'affittuario.

Il presupposto per l'adozione di un'ordinanza di ripristino non è l'accertamento di responsabilità storiche nella commissione dell'illecito, ma l'esistenza di una situazione dei luoghi contrastante con quella codificata nella normativa urbanistico-edilizia, e l'individu...<


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 54359 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 5,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo
Nuovo

L’articolo visibile in questa pagina è composto da contenuti tratti dal seguente prodotto (in formato PDF) acquistabile e scaricabile con pochi click.

pdf 6637 pagine in formato A4

50,00 €