Acquisizione gratuita al patrimonio indisponibile del Comune della costruzione abusiva

ABUSI EDILIZI --> SANZIONI --> ACQUISIZIONE GRATUITA

Decorsi novanta giorni dalla notifica dell’ordine di demolizione, si verifica automaticamente e ipso iure l’effetto acquisitivo al patrimonio comunale. L'eventuale contrario convincimento dovuto dal comportamento dell’amministrazione può, al più, assumere rilevanza, sussistendone tutti gli altri presupposti, in termini di responsabilità.

L'individuazione dell'area di pertinenza della "res abusiva" non deve necessariamente compiersi al momento dell'emanazione dell'ingiunzione di demolizione, bensì nel provvedimento successivo con il quale viene accertata l'inottemperanza e si procede all'acquisizione gratuita del bene al patrimonio del Comune ai sensi de... _OMISSIS_ ... 47-1985.

L'ingiunzione di demolizione di opere edilizie abusive non è tenuta ad indicare la superficie dell'area di sedime da acquisire in caso di inottemperanza, in quanto tale dato deve essere contenuta nell'atto di acquisizione a pena di illegittimità di quest'ultimo, che costituisce titolo per l'immissione in possesso dell'opera e per la trascrizione nei registri immobiliari.

L’ingiunzione di demolizione è un provvedimento distinto ed autonomo rispetto al successivo (nonché eventuale) provvedimento di acquisizione dell'immobile non demolito: è quindi in tale provvedimento che sarà necessario specificare la portata delle sanzioni irrogate.

L'individuazione dell'area di sedime, da acquisire al patrimonio comunale, non dev... _OMISSIS_ ...te farsi nel provvedimento che impartisce l'ordine, ben potendo essere effettuata successivamente mediante il provvedimento in cui viene accertata l'inottemperanza all'ordine impartito.

L’acquisizione gratuita costituisce un’autonoma sanzione che segue l’inottemperanza all’ingiunzione a demolire l'immobile abusivo, avendo come presupposto un illecito diverso dall’abuso edilizio, che consiste nella mancata ottemperanza all’ordine di demolizione in precedenza emesso dall’amministrazione.

Presupposto essenziale affinché possa configurarsi l’acquisizione gratuita è la mancata ottemperanza all’ordine di demolizione dell’immobile abusivo entro il termine di novanta giorni fissato dalla legge.... _OMISSIS_ ...quo;acquisizione gratuita al patrimonio comunale dell’opera abusiva per la quale non si sia ottemperato all’ordinanza di rimessione in pristino non può essere disposta nei confronti del proprietario solo quando questi risulti, in modo inequivocabile, estraneo all’abuso commesso, ovvero quando risulti che egli, dopo esserne venuto a conoscenza, si sia adoperato per impedirlo con gli strumenti offertigli dall'ordinamento.

Nell'acquisizione gratuita dell'immobile abusivo non demolito, l’effetto traslativo della proprietà avviene ipso iure e costituisce l’effetto automatico della mancata ottemperanza all’ingiunzione a demolire. In coerenza con tale assunto, il provvedimento di acquisizione presenta una natura meramente dich... _OMISSIS_ ...mplicando alcuna valutazione discrezionale.

L'acquisizione gratuita al patrimonio del comune dell'area sulla quale insiste la costruzione abusiva non è una misura strumentale per consentire al Comune di eseguire la demolizione, né una sanzione accessoria di questa, bensì costituisce una sanzione autonoma che consegue ad un duplice ordine di condotte, poste in essere da chi, dapprima esegue un'opera abusiva e, poi, non adempie all'obbligo di demolirla.

In materia di abusi edilizi commessi da persona diversa dal proprietario, la posizione di quest'ultimo può ritenersi neutra rispetto alle sanzioni previste dal d.P.R. n.380 del 2001, anche con riferimento all'acquisizione gratuita al patrimonio comunale dell'area di sedime sulla quale insist... _OMISSIS_ ...ndizione che risulti, in modo inequivocabile, la sua estraneità rispetto al compimento dell'opera abusiva ovvero risulti che essendone venuto a conoscenza si sia poi adoperato per impedirlo con gli strumenti offerti dall'ordinamento.

La mancata indicazione dell’area eventualmente da acquisire ai sensi dell’art. 31, comma 3, della legge n. 380 del 2001 non costituisce una causa di illegittimità dell’ordine di demolizione, dato che può essere oggetto di un provvedimento successivo.

In caso di acquisizione al patrimonio comunale di un bene abusivo e non demolito, il relativo atto deve individuare il bene oggetto di acquisizione e la relativa area di sedime, nonché l’eventuale area ulteriore, nei limiti insuperabili del decup... _OMISSIS_ ...icie abusiva, la cui ulteriore acquisizione deve essere specificamente motivata con riferimento alle norme urbanistiche vigenti.

La sanzione della perdita della proprietà per inottemperanza all’ordine di remissione in pristino, pur se definita come una conseguenza di diritto dall’art. 31, comma 3, d.P.R. n. 380 del 2001, richiede un provvedimento amministrativo che definisca l’oggetto dell’acquisizione al patrimonio comunale attraverso la quantificazione e la perimetrazione dell’area sottratta al privato.

In caso di acquisizione gratuita del bene al patrimonio comunale, il titolo per l’immissione in possesso del bene e per la trascrizione nei registri immobiliari è costituito dall’accertamento dell&rsquo... _OMISSIS_ ...rsquo;ingiunzione a demolire, ma per tale atto deve intendersi non il mero verbale di constatazione di inadempienza, atteso il suo carattere endoprocedimentale e dichiarativo delle operazioni effettuate durante l’accesso ai luoghi, ma solo il formale accertamento, che faccia proprio l’esito del verbale e che costituisca, quindi, il titolo ricognitivo idoneo all’acquisizione gratuita dell’immobile al patrimonio comunale delle opere edilizie abusivamente realizzate. Il relativo provvedimento necessita che in esso siano esattamente individuate ed elencate le opere e le relative pertinenze urbanistiche dal momento che costituisce titolo per l’immissione in possesso dell’opera e per la trascrizione nei registri immobiliari.

... _OMISSIS_ ...zione gratuita, quale estrema sanzione della perdita della proprietà, non consegue automaticamente al provvedimento di demolizione, ma deriva, come effetto previsto dalla legge, dalla mancata ottemperanza all’ordine di demolizione.

L’acquisizione gratuita al patrimonio comunale non è comminata solo come sanzione dell’edificazione senza titolo da parte del responsabile, ma anche come conseguenza dell’inottemperanza all’ordine di ripristino impartito. Costituisce, infatti, una sanzione autonoma che consegue ad un duplice ordine di condotte, la esecuzione di un’opera abusiva e, poi, il mancato adempimento all’obbligo di demolirla.

L’irrogazione dell'acquisizione automatica risulta legittima unicamente... _OMISSIS_ ...i siano oggettivamente presenti le condizioni fissate dalla norma stessa, quali la volontaria inottemperanza protrattasi ininterrottamente per novanta giorni dall’ingiunzione e l’inerzia dell’interessato in assenza di validi impedimenti di diritto o di fatto alla demolizione delle opere nell’anzidetto termine.

In assenza del requisito dell’identità o della esatta corrispondenza tra il contenuto dell’ordinanza di demolizione e quello del verbale di accertamento dell’inottemperanza all’ordine medesimo, quest’ultimo provvedimento deve autonomamente moti...<


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 179109 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 5,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo