Espropriazione per pubblica utilità

uo;espropriazione per pubblica utilità appartiene alla categoria dei provvedimenti ablatori a carattere reale, il cui fine si riversa nella sottrazione ad un soggetto privato e, in taluni casi, ad un soggetto di diritto pubblico, della proprietà o del possesso di un determinato bene mobile o immobile o, ancora, di altra utilitas per motivi di interessi generali, dietro corresponsione di una somma di denaro a titolo di indennizzo [1].

La definizione consente di comprendere pienamente tutti i caratteri di un istituto preordinato ad incidere sul più sacro e inviolabile dei diritti di natura patrimoniale: la proprietà.

È importante precisare che dal concetto di espropriazione per pubblica utilità esula qualsiasi intento punitivo nei confronti d... _OMISSIS_ ... subisce il procedimento in favore del quale è sempre prevista una somma di denaro per la perdita subita [2].

In questo modo è possibile mettere in luce sin da subito che l’istituto dell’espropriazione per pubblica utilità rappresenta uno strumento indispensabile per la realizzazione di opere pubbliche o di pubblica utilità, assicurando, allo stesso tempo, un ristoro per il privato destinato a sopportare l’esercizio del pubblico potere.

Prima di procedere oltre nell’analisi della disciplina espropriativa occorre soffermarsi brevemente sulle nozioni di opera pubblica e di opere di pubblica utilità che spesso sono state utilizzate in maniera alquanto promiscua, identificando «le opere pubbliche come […] una sp... _OMISSIS_ ...e nel più ampio genus dell’opera di pubblica utilità, di talché tutte le opere pubbliche sarebbero di pubblica utilità, ma non viceversa» [3].

Ad oggi rivendicare un’effettiva distinzione terminologica non è affatto agevole.

Parte della giurisprudenza ritiene, infatti, che la categoria omnicomprensiva di opere di pubblica utilità non possa più trovare applicazione a seguito dell’emanazione del t.u. in materia di espropri, che ha recepito una distinzione terminologica concentrata sull’elemento finalistico.

Sono opere pubbliche le opere appartenenti allo Stato o ad altro organismo appartenente alla sfera pubblica e destinate alla fruizione dell’intera collettività come ad esempio le strade, le sc... _OMISSIS_ ...gli ospedali pubblici e cosi via, mentre sono opere di pubblica utilità quelle opere che possono appartenere a soggetti pubblici o a soggetti privati e che soddisfano un interesse generale pur essendo destinate alla fruizione individuale come ad esempio gli alloggi di residenza pubblica e gli impianti privati per la produzione di energia [4].

Queste considerazioni devono essere affiancate da quelle opinioni che ritengono irrilevante ogni distinzione basata sui concetti di opera pubblica e di opera di pubblica utilità, in quanto appare più opportuno ragionare sui concetti di opera pubblica o di pubblica utilità da un lato, e opera privata di interesse pubblico, dall’altro [5].

In questa prospettiva la categoria di opera pubblica o di pubbl... _OMISSIS_ ...quo;consiste in un intervento, effettuato da un soggetto pubblico o privato, necessario per l’utilizzazione di beni da parte della collettività o di singoli individui, allo scopo di soddisfare un interesse pubblico, a seguito del quale il diritto sul bene, la cui sopravvivenza in capo all’originario proprietario sia divenuta incompatibile con la nuova destinazione, confluisce nel patrimonio di un soggetto pubblico»; mentre, sul versante opposto, la categoria di opera privata di interesse pubblico «consiste in un intervento, necessario per l’utilizzazione di beni da parte della collettività o di singoli individui, allo scopo di soddisfare un interesse promiscuo pubblico e privato, a seguito del quale il diritto sul bene, la cui sopravvivenza in c... _OMISSIS_ ...riginario proprietario sia divenuta incompatibile con la nuova destinazione, confluisce nel patrimonio di un soggetto privato» [6].

Al di là di queste distinzioni terminologiche, ciò che preme sottolineare è che la normativa di riferimento (il d.p.r. 8 giugno 2001, n. 327, il testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di espropriazione per pubblica utilità) predispone un ampio potere espropriativo i cui confini si estendono sul profilo soggettivo «anche a favore dei privati» e sul profilo oggettivo ricomprendendo sia i beni immobili sia i diritti relativi ad immobili [7].

L’ampiezza dei poteri non significa, però, ammettere l’assenza delle garanzie dei privati.

Il nostro or... _OMISSIS_ ...dico prevede, infatti, che l’espropriazione per pubblica utilità possa essere disposta solo nei casi e nei modi previsti dalla legge, in osservanza dei principi di economicità, efficacia, efficienza, pubblicità e semplificazione dell’azione amministrativa [8].

Il testo unico in materia di espropri disciplina le fasi del procedimento e le garanzie offerte ai privati onde addivenire ad una soluzione proporzionata nel perseguimento dei fini pubblici [9].

In questa prospettiva sarà necessario analizzare i presupposti per l’esercizio del potere avendo particolare cura dell’autonomo procedimento teso a dichiarare la pubblica utilità dell’opera, ivi comprese le sue varianti speciali.
Nuovo

L’articolo sopra riportato è composto da contenuti tratti da questo prodotto (in formato PDF) acquistabile e scaricabile con pochi click. Attenzione: ove l'articolo contenga NOTE, per motivi tecnici esse NON sono riportate nell'articolo stesso ma solamente nel prodotto da cui esso è tratto. Pertanto se si pensa di avere necessità di un testo completo di note, si invita a comprare direttamente il prodotto. Si ricorda comunque che in caso di acquisto successivo del prodotto, dal costo dello stesso verrà scontato il costo già sostenuto per l'articolo.

pdf 180 pagine in formato A4

30,00 €