Soggetti legittimati passivi a partecipare al giudizio sulla stima delle indennità di esproprio

GIUDIZIO - DETERMINAZIONE GIUDIZIALE DELL'INDENNITÀ - LEGITTIMATI PASSIVI
A norma del D.P.R. n. 327 del 2001, art. 57 le disposizioni del testo unico entrano in vigore a decorrere dal 30/6/2003. Le stesse, pertanto, trovano applicazione solo per le espropriazioni in cui la dichiarazione di pubblica utilità sia successiva all'entrata in vigore della nuova disciplina come risulta dal precedente art. 55. Deriva da quanto precede, pertanto, che nell'eventualità la dichiarazione di pubblica utilità sia anteriore al 30/6/2003 la fattispecie è disciplinata dalla precedente normativa, contenuta nella L. n. 865 del 1971; tale regola vale anche per le nuove disposizioni di natura processuale, come l'art. 54, comma 2, ai progetti per i quali, alla data di entrata in vigore del... _OMISSIS_ .... n. 327 (30/6/2003, ex art. 59 di detto testo normativo), sia già intervenuta la dichiarazione di pubblica utilità , indifferibilità ed urgenza" caso in cui continuano ad applicarsi tutte le norme vigenti alla data citata. Qualora, nell'ambito di un procedimento espropriativo, la dichiarazione di pubblica utilità sia intervenuta anteriormente al 30/6/2003, deve essere esclusa, ai sensi dell'art. 57 della richiamata normativa, la legittimazione passiva dell'ente espropriante nei giudizi di opposizione alla stima.

La legittimazione passiva a contraddire D.Lgs. n. 150 del 2011, ex art. 29 non comporta automaticamente di per sé la sussistenza di una responsabilità debitoria per l'indennità di espropriazione.

Se le esigenze di tutela dell'affidamento e... _OMISSIS_ ...de dell'espropriato nella individuazione del legittimato passivo trovano giustificazione in tutti i casi di "trasferimento" di funzioni espropriative da un soggetto ad un altro e, sempre a fini di semplificazione e deflettivi, sono state tutelate mediante l'istituto del litisconsorzio necessario, dall'inscindibilità del rapporto processuale introdotta dall'art. 54, commi 3 e 4 T.U.E. non consegue necessariamente la solidarietà nel rapporto sostanziale di tutti i legittimati passivi.

L'identificazione del responsabile del pagamento delle indennità di espropriazione nel concessionario ex lege n. 219 del 1981 pone una questione di legittimazione passiva al giudizio di determinazione dell'indennità , vale a dire di una condizione dell'azione intesa come il diritto pot... _OMISSIS_ ...enere dal giudice una qualsiasi decisione di merito, sia essa favorevole o contraria, risolvendosi essa nella titolarità del potere o del dovere di promuovere o di subire un giudizio, indipendentemente dalla sussistenza e titolarità effettiva, attiva o passiva, del rapporto giuridico di diritto sostanziale dedotto in giudizio. E, diversamente dalla questione della titolarità passiva del rapporto che implica indagini di fatto e decisioni di merito le quali devono essere motivate sulla base degli elementi raccolti in corso di causa, la legittimazione passiva deve essere verificata con riguardo alla sola formulazione della domanda e al rapporto in essa istituito tra il convenuto (in questo caso, il titolare di una concessione ex lege n. 219 del 1981) e la fattispecie dedotta qu... _OMISSIS_ ...di.

In tema di opposizione alla stima, qualora l'attore sia il proprietario del bene, tra i soggetti direttamente interessati alla determinazione ed al pagamento dell'indennità che sono parti necessarie del giudizio, non è inclusa la commissione provinciale espropri, la quale è priva di legittimazione a stare in giudizio, non essendo dotata di autonoma personalità giuridica, ma configurandosi come un organo tecnico con funzioni essenzialmente consultive e di supporto specialistico alle determinazioni degli organi di amministrazione attiva, a carico del quale non è ipotizzabile neppure una responsabilità patrimoniale, distinta da quella dell'ente espropriante, nei confronti degli aventi diritto al pagamento dell'indennità.

In tema di opposizione alla sti... _OMISSIS_ ...ttore sia il proprietario del bene, tra i soggetti direttamente interessati alla determinazione ed al pagamento dell'indennità che sono parti necessarie del giudizio, non è incluso il collegio dei tecnici nominati ai sensi del D.P.R. n. 327 del 2001, art. 21, i quali non rivestono la qualità di parti del procedimento ablatorio, in quanto destinatari esclusivamente di un incarico tecnico finalizzato alla liquidazione delle indennità, i cui risultati sono destinati a rifluire nell'accordo che si forma tra le parti per effetto dell'accettazione dell'importo da loro determinato o ad essere assorbiti dalla decisione emessa sull'opposizione alla stima.

GIUDIZIO - DETERMINAZIONE GIUDIZIALE DELL'INDENNITÀ - LEGITTIMATI PASSIVI - AUTORITÀ ESPROPRIANTE
Per l... _OMISSIS_ ...ropriative regolate dal regime normativo anteriore al dPR 327/2001, l'autorità espropriante difetta di legittimazione nel procedimento di determinazione giudiziale dell'indennità.

Qualora, nell'ambito di un procedimento espropriativo, la dichiarazione di pubblica utilità sia intervenuta anteriormente al 30/6/2003 - data di entrata in vigore del D.P.R. n. 327 del 2001 - deve essere esclusa, ai sensi dell'art. 57 della richiamata normativa, la legittimazione passiva dell'ente espropriante nei giudizi di opposizione alla stima. Infatti, con riferimento al sistema precedente al Testo Unico, in tema di espropriazione per pubblica utilità , l'unico soggetto passivamente legittimato nel giudizio di opposizione, promosso dall'espropriato avverso la stima dell'indennità, ... _OMISSIS_ ...con esclusivo riferimento al decreto di espropriazione ed in base al soggetto o ente in favore del quale risulti adottato; ne discende che nemmeno l'autorità che ha emesso il provvedimento ablativo, alla quale la L. 25 giugno 1865, n. 2359, art. 51 prevede la notifica dell'atto introduttivo a fini di mera conoscenza dell'opposizione, è ammessa a partecipare al relativo giudizio.

Nei giudizi di opposizione alla determinazione della indennità di espropriazione, promossi a norma della L. 25 giugno 1865 n. 2359, art. 51 il prefetto non è parte necessaria del procedimento, atteso che, superata la fase autoritativa dell'emissione del decreto di occupazione di urgenza e di espropriazione riservata all'autorità pubblica indicata dalla legge, la controversia attinente a... _OMISSIS_ ...dell'indennità di espropriazione concerne unicamente il rapporto sostanziale patrimoniale tra espropriato e beneficiario del provvedimento ablativo.

I soggetti privati cui sono attribuiti per legge o per delega poteri espropriativi - nella specie R.F.I. - sono legittimati a partecipare al giudizio sulla stima delle indennità, ai sensi del D.Lgs. n. 150 del 2011, art. 29, essendo divenuti titolari dei poteri dell'autorità espropriante.

La responsabilità solidale dell'espropriante, committente dei lavori, è configurabile qualora l'incarico sia stato conferito per il compimento della procedura espropriativa in nome e per conto del delegante o il potere del delegato di espletare le procedure amministrative preordinate all'esproprio, non sia stato affatto e... _OMISSIS_ ...|
GIUDIZIO - DETERMINAZIONE GIUDIZIALE DELL'INDENNITÀ - LEGITTIMATI PASSIVI - BENEFICIARIO DELL'ESPROPRIO
Parte del rapporto espropriativo ed obbligato al pagamento dell'indennità nei confronti del proprietario espropriato, e come tale ...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 39424 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 8,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo

Autore

Accordino, Salvatore

Avvocato, funzionario legale - Responsabile di servizio presso Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili - Provveditorato OO.PP. Sicilia Calabria

Nuovo

L’articolo sopra riportato è composto da contenuti tratti da questo prodotto (in formato PDF) acquistabile e scaricabile con pochi click. Attenzione: ove l'articolo contenga NOTE, per motivi tecnici esse NON sono riportate nell'articolo stesso ma solamente nel prodotto da cui esso è tratto. Pertanto se si pensa di avere necessità di un testo completo di note, si invita a comprare direttamente il prodotto. Si ricorda comunque che in caso di acquisto successivo del prodotto, dal costo dello stesso verrà scontato il costo già sostenuto per l'articolo.

pdf 1414 pagine in formato A4

35,00 €