LEGITTIMAZIONE

Stai vedendo 1-12 di 79 risultati

Categorie di soggetti legittimati ad agire nel processo amministrativo

Non sussiste la legittimazione ad agire in capo al soggetto che fonda la propria posizione di (possibile) vantaggio non già sull’adozione dell’atto da parte dell’amministrazione, bensì su un atto di autonomia privata, la cui efficacia è subordinata al positivo esercizio del potere amministrativo da parte dell’amministrazione nei confronti dell’altro contraente, come l'alienante che mira ad una integrazione del prezzo di vendita in caso di accoglimento del ricorso.

Legittimazione attiva del proprietario confinante ad impugnare un titolo edilizio

La qualifica giuridica di proprietario di un bene immobile confinante deve di per sé ritenersi idonea a creare la legittimazione e l'interesse al ricorso, non occorrendo altresì la verifica della concreta lesione di un qualsiasi altro interesse di rilevanza giuridica, riferibile a norme di diritto privato o di diritto pubblico.

La legittimazione ad impugnare un provvedimento amministrativo

La legittimazione ad impugnare un provvedimento amministrativo deve essere direttamente correlata alla situazione giuridica sostanziale che si assume lesa dal provvedimento e postula l'esistenza di un interesse attuale e concreto all'annullamento dell'atto; altrimenti l'impugnativa verrebbe degradata al rango di azione popolare a tutela dell'oggettiva legittimità dell'azione amministrativa, con conseguente ampliamento della legittimazione attiva fuori dai casi espressamente previsti dalla legge.

Sufficienza o meno del requisito della "vicinitas" per l'impugnazione di titoli edilizi rilasciati a terzi

In materia edilizia, la vicinitas è circostanza sufficiente a comprovare la sussistenza sia della legittimazione che dell'interesse a ricorrere, senza che sia necessario al ricorrente allegare e provare di subire uno specifico pregiudizio per effetto dell'attività edificatoria intrapresa sul suolo limitrofo.

Accertamento dei soggetti legittimati passivi nel processo amministrativo

È inammissibile la prospettazione di un difetto di legitimatio ad causam con cui in realtà si tenti di mettere in discussione, per la prima volta dinanzi alla Corte di legittimità, un presupposto della domanda, indefettibile fin dal primo grado del giudizio e sul quale nei gradi di merito non vi è stata alcuna contestazione, quale è l'accertamento della titolarità del diritto controverso in materia urbanistica.

Legittimazione processuale attiva e passiva nelle controversie sul rilascio di concessioni demaniali

Non sussiste alcuna legittimazione processuale al privato in relazione all’an, al quomodo e al quando dell’avvio di una procedura di rilascio di concessione demaniale in una zona determinata, essendo prerogative riservate all’Amministrazione titolare del demanio.

Legittimazione passiva e conferenza di servizi

Qualora la conferenza di servizi abbia natura decisoria, il ricorso deve essere notificata alla stessa conferenza di servizi.

Impugnazione del progetto del proprietario confinante

La mera vicinanza dell’abitazione alla realizzanda opera pubblica non costituisce di per sé elemento fondante la legittimazione attiva del proprietario dell’abitazione stessa alla proposizione dell’azione giurisdizionale, essendo necessario, affinché la legittimazione si fondi, che il proprietario dimostri o, perlomeno, alleghi, che l’opera è in grado di arrecare un danno concreto ai propri interessi, quali la perdita di valore dell’abitazione, la ...

L'Agenzia del Demanio Marittimo è legittimata a resistere passivamente all'impugnazione dell'affidamento del bene

L'Agenzia del Demanio, pur non essendo titolare dei poteri di amministrazione attiva sul demanio marittimo, è comunque legittimata a resistere passivamente nel giudizio instaurato da coui che contesta la legittimità della procedura di affidamento del bene.

Legittimazione passiva nei casi di demolizione di opere eseguite in violazione delle distanze legali

La legittimazione passiva all'azione di demolizione di opere edilizie eseguite in violazione delle distanze legali compete unicamente al proprietario attuale del manufatto.

L'eccezione di carenza di legittimazione passiva

L'eccezione di carenza di legittimazione passiva è preclusa ove la parte abbia tenuto un comportamento processuale inequivocabilmente integrante il riconoscimento della propria qualità di parte sostanziale.

La legittimazione passiva nell'impugnazione dei provvedimenti ablativi: il beneficiario dell'espropriazione

E’ del tutto pacifico in giurisprudenza che il soggetto beneficiario dell'espropriazione per pubblica utilità non è parte necessaria nel giudizio avverso il procedimento espropriativo, in relazione alla circostanza che i vantaggi diretti e immediati della procedura ablatoria ridondano esclusivamente nei confronti del soggetto espropriante.

Pagina 1 di 7 1