La responsabilità per danni cagionati dal demanio stradale ai sensi degli artt. 2043 e 2051 c.c.

DEMANIO E PATRIMONIO - STRADE - RESPONSABILITÀ CIVILE - ART. 2051

In caso di strada aperta al pubblico transito, l'ente proprietario è tenuto a fare in modo che essa non rappresenti per l'utente, il quale fa ragionevole affidamento sulla sua apparente regolarità, una situazione di pericolo occulto (c.d. "insidia o trabocchetto"), rappresentato dalla congiunta presenza del carattere obiettivo della non visibilità e da quello soggettivo della non prevedibilità del pericolo, alla stregua dell'ordinaria diligenza.

Il precedente orientamento giurisprudenziale secondo cui l'art. 2051 c.c., è applicabile nei confronti della P.A., per le categorie di beni demaniali quali le strade pubbliche, solamente quando, per le ridotte dimensioni, ne è p... _OMISSIS_ ...icace controllo ed una costante vigilanza da parte della P.A., tale da impedire l'insorgenza di cause di pericolo per gli utenti è stato superato: pertanto, secondo l'indirizzo giurisprudenziale più maturo, agli enti pubblici proprietari di strade aperte al pubblico transito è in linea generale è applicabile l'art. 2051 c.c., in riferimento alle situazioni di pericolo immanentemente connesse alla struttura o alle pertinenze della strada, indipendentemente dalla sua estensione.

Il Comune che consente alla collettività l'utilizzazione, per pubblico transito, di un'area di proprietà privata assume l'obbligo di accertarsi che la manutenzione dell'area e dei relativi manufatti non sia trascurata; e l'inosservanza di tale dovere di sorveglianza, che costituisce un o... _OMISSIS_ ... dalla P.A., per il principio del neminem laedere, integra gli estremi della colpa e determina la responsabilità per il danno cagionato all'utente dell'area, nulla rilevando che l'obbligo della manutenzione incomba sul proprietario dell'area.

La responsabilità per danni cagionati da cosa in custodia ai sensi dell'art. 2051 c.c. ha base nell'essersi il danno verificato nell'ambito del dinamismo connaturato alla cosa o dallo sviluppo di un agente dannoso sorto nella cosa e nell'esistenza di un effettivo potere fisico di un soggetto sulla cosa, al quale potere fisico inerisce il dovere di custodire la cosa stessa, cioè di vigilarla e di mantenerne il controllo, in modo da impedire che produca danni a terzi.

L'art. 2051 c.c. ha la funzione di imputa... _OMISSIS_ ...ilità a chi si trova nelle condizioni di controllare i rischi inerenti alla cosa, dovendo pertanto considerarsi custode chi di fatto ne controlla le modalità d'uso e di conservazione, e non necessariamente il proprietario o chi si trova con essa in relazione diretta.

Le strade provinciali appartengono alla Provincia solo nei tratti di attraversamento dei comuni con popolazione non superiore a diecimila abitanti, laddove il passaggio della strada statale o provinciale negli abitati dei centri maggiori determina il mutamento del regime da statale o provinciale a comunale della strada: pertanto dei danni provocati dall'omessa manutenzione, in quest'ultimo caso, risponde il Comune.


DEMANIO E PATRIMONIO - STRADE - RESPONSABILITÀ CIVILE - ART.... _OMISSIS_ ...RMATIVA

La responsabilità per i danni provocati da cose in custodia trova applicazione anche in relazione ai beni demaniali.

In ordine ai danni subiti dall'utente in conseguenza dell'omessa o insufficiente manutenzione di strade pubbliche, il referente normativo per l'inquadramento della responsabilità della P.A. non è costituito dall'art. 2051 c.c., che sancisce una presunzione di responsabilità inapplicabile nei confronti della P.A. con riferimento ai beni demaniali, quando risulti l'oggettiva impossibilità di un esercizio del potere di controllo di essa sulle strade in custodia, in dipendenza del loro uso generale e diretto da parte dei terzi e della notevole estensione di tali beni; ma dall'art. 2043, che sancisce l'osservanza della norma p... _OMISSIS_ ...ot;neminem laedere", la quale limita il potere discrezionale della P.A. nella manutenzione delle opere pubbliche, imponendo alla stessa di usare ordinarie cautele atte a non mettere in pericolo la incolumità ed i beni delle persone.

La responsabilità oggettiva di cui all'art. 2051 c.c. presenta un problema di delimitazione dei rischi di cui far carico all'ente gestore e custode, la cui soluzione va ricercata in principi non sempre coincidenti con quelli che valgono per i privati.

In ordine ai danni subiti dall'utente in conseguenza dell'omessa o insufficiente manutenzione di strade pubbliche, quando risulti l'oggettiva impossibilità di un esercizio del potere di controllo di essa sulle strade in custodia, in dipendenza del loro uso general... _OMISSIS_ ...parte dei terzi e della notevole estensione di tali beni, il referente normativo per l'inquadramento della responsabilità della P.A. non è costituito ordinariamente dall'art. 2051 c.c. , ma dall'art. 2043.

L'inapplicabilità dell'articolo 2051 c.c. nei confronti della Pubblica Amministrazione non ha fondamento nella natura demaniale del bene, ma solo nella notevole estensione del bene stesso e nel suo uso generale e diretto da parte dei terzi, rappresentando tali circostanze di fatto indici della impossibilità di concreto esercizio del potere di controllo e vigilanza, posto a fondamento dell'articolo 2051 c.c.

Esistono diversi orientamenti in merito alla responsabilità della P.A. per i danni subiti dall'utente conseguenti all'utilizzo di beni dem... _OMISSIS_ ...o la riconduce all'art. 2043 c.c., che ritiene che il danneggiato debba provare la sussistenza di una situazione insidiosa caratterizzata dalla non prevedibilità e dalla non visibilità del pericolo; un secondo ritiene applicabile l'art. 2051 c.c., che ritiene che la P.A., proprietaria e custode della strada, per liberarsi della responsabilità debba provare che il danno si è verificato per caso fortuito e che il danneggiato deve provare l'evento dannoso e il nesso di causalità con la cosa; un terzo infine ritiene applicabile l'art. 2051 c.c. unicamente quando tali beni non sono oggetto di un uso generale e diretto da parte dei terzi, ma vengono utilizzati in situazione tale da rendere possibile un concreto controllo ed una vigilanza idonea ad impedire l'insorgenza di una situ... _OMISSIS_ ...olo.

In ordine ai danni subiti dall'utente in conseguenza dell'omessa o insufficiente manutenzione di strade pubbliche, il referente normativo per l'inquadramento della responsabilità delle P.A. non è costituito ordinariamente dall'art. 2051 c.c., ma dall'art. 2043, che sancisce, nell'osservanza della norma primaria del "neminem laedere", di far sì che la strada aperta al pubblico transito non integri per l'utente una situazione di pericolo occulto, tale da realizzare la c.d. insidia o trabocchetto.

Nel rapporto che intercorre tra azione di responsabilità per danni a norma dell'art. 2043 c.c. ed azione di responsabilità a norma dell'art. 2051, l'applicabilità dell'una o dell'altra norma implica, sul piano eziologico e probatorio... _OMISSIS_ ...tamenti e coinvolge distinti temi d'indagine, trattandosi di accertare, nel primo caso, se sia stato attuato un comportamento commissivo od omissivo, dal quale è derivato un pregiudizio a terzi, e dovendosi prescindere, invece, nel caso di responsabilità per danni da cosa in custodia, dal profilo del comportamento del custode, che è elemento estraneo alla struttura della fattispecie normativa di cui all'art. 2051 c. e, nella quale il fondamento della responsabilità è...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 41977 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 8,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo
Nuovo

L’articolo sopra riportato è composto da contenuti tratti da questo prodotto (in formato PDF) acquistabile e scaricabile con pochi click. Attenzione: ove l'articolo contenga NOTE, per motivi tecnici esse NON sono riportate nell'articolo stesso ma solamente nel prodotto da cui esso è tratto. Pertanto se si pensa di avere necessità di un testo completo di note, si invita a comprare direttamente il prodotto. Si ricorda comunque che in caso di acquisto successivo del prodotto, dal costo dello stesso verrà scontato il costo già sostenuto per l'articolo.

pdf 2368 pagine in formato A4

40,00 €