Le fattispecie di reato concernenti gli abusi demaniali contenute nel codice della navigazione

I profili di illegittimità penale in tema di abusiva occupazione di bene demaniale marittimo, accezione generica che viene opportunamente precisata dalle circostanze afferenti alle distanze dichiarate dal codice nell’ambito della fascia di rispetto le quali, se violate, conducono alla medesima fattispecie di reato, sono esauriti in un gruppo di norme che si possono agevolmente identificare in quelle contenute negli artt. 54-55-1161-1164-1231 del codice della navigazione.

Sono norme di contenuto specialistico che dispongono contemporaneamente in merito al precetto ed alla relativa sanzione, e nelle quali il legislatore ha permeato il potere di autotutela secondo cui la P.A., identificata per competenza, dispone in relazione al ripristino dello stato dei l... _OMISSIS_ ...izzandosi esclusivamente per gli effetti possessori.

Salta subito all’occhio, la similitudine comparativa delle prime due norme citate agli artt. 54 e 1161, le quali titolate similmente, sembrano ripercorrere lo stesso dettato in argomento, invero così non è.

In tal senso, pur con la dovuta precisazione sull’autorità competente indicata nella prima, e sulla sanzione afflittiva, ben articolata nella seconda, il campo d’applicazione parrebbe concentrarsi sui due medesimi presupposti: l’occupazione abusiva del demanio marittimo e le innovazioni prive di autorizzazioni, nondimeno l’art. 1161 manifesterebbe una previsione onnicomprensiva di portata inclusiva di quella che la precede.

Similia similib... _OMISSIS_ ...o sinottico renderà al meglio una rapida visione agevolando, in virtù della rappresentazione schematica, l’analisi giurisprudenziale, ciò consentirà pertanto l’emersione delle divergenze che lo spirito creativo impiegato dal legislatore ha voluto immettere nelle due distinte previsioni di segno apparentemente gemellare, in realtà autonomo e, soprattutto, autosufficiente:

Prima di entrare nel contenuto della sintassi ermeneutica, è bene precisare che è proprio la diversa collocazione sistematica degli articoli menzionati ad evidenziare che il legislatore del codice marittimo per la formazione del compendio normativo ha seguito la suddivisione classica della tassonomia codicistica, prevedendo all’inizio i precetti di carattere generale e in se... _OMISSIS_ ...rte speciale, la qualificazione penalistica dell’abuso sul bene interessato nell’insieme delle contravvenzioni.

Il quadro diventa ancora più lineare se si osserva la titolazione delle parti schematiche del codice, dove ognuna delle normative citate assume il ruolo di capostipite: l’art. 54 è schedulato nella Parte prima “Della navigazione marittima ed interna”- Libro primo “Dell’ordinamento amministrativo della navigazione”- Titolo secondo “Dei beni pubblici destinati alla navigazione”- Capo 1 “Del demanio marittimo”; mentre, l’art. 1161 che, come si può bene vedere lo richiama, è pianificato nella Parte terza “Disposizioni penali e disciplinari”- Libro primo “Dispo... _OMISSIS_ ...rdquo;- Titolo terzo “Delle contravvenzioni in particolare”.

Se ne ricava che la dicotomia è retta da consapevolezza e rientra nel rapporto tra “parte generale” e “parte speciale” del codice, in cui nella prima viene profilato l’archetipo dell’apparato normativo distinto nei suoi elementi fondamentali, mentre nella seconda l’insieme delle discipline specifiche qualificate come delitti o contravvenzioni, a seconda della tipologia della pena detentiva e pecuniaria ivi attesa, ed il relativo contesto sanzionatorio.

Risolta la problematica tutta introspettiva, si può ben introdurre la prima norma in esame posta reiteratamente al vaglio della giurisprudenza di sezione.

L’art... _OMISSIS_ ... doppia “personalità” a seconda se il reato consumato sia quello di occupazione abusiva, oppure sia esaurito in una semplice innovazione.

Nel primo caso, si è in presenza di un illecito permanente che dura fino al momento in cui la legalità non viene ripristinata secondo i mezzi riconosciuti dal codice civile o adempiendo alla procedura di cui al secondo comma della norma in menzione.

L’evento è generato dall’occupazione del bene demaniale che ostacola la fruibilità collettiva a cui lo stesso è vincolato.

Nel secondo caso, in cui l’evento è maturato con la realizzazione della mera innovazione posta in essere sul bene demaniale, cioè non si è in presenza di un’occupazione arbitraria, l’ill... _OMISSIS_ ...ra istantanea e cessa quando l’opera è stata realizzata, non interviene sul contesto generale e non limita la funzione sociale del bene.

La competenza ad agire è individuata in capo al capo compartimento dell’autorità di polizia demaniale di volta in volta inquadrata dalla regola principale che disciplina la materia, oppure dalla cognizione del giudice adito se la fattispecie si presta ad interpretazioni ondivaghe.

La condizione preliminare propulsiva dell’illecito è la mancanza del provvedimento autorizzativo, e l’autore della condotta lesiva è il trasgressore, cioè colui che commette l’abusivismo in assenza del provvedimento predetto.

La differenza sostanziale tra le due ipotesi di illecito, che en... _OMISSIS_ ...essere sanate con i poteri di ripristino postulati, basa le sue fondamenta sulla prevalenza dell’interesse legittimo alla restitutio in integrum rispetto a quello del privato al mantenimento dell’impedimento, la cui motivazione acquisisce un maggior grado di fattore pregnante in relazione alla natura permanente o istantanea dell’effetto lesivo, nel secondo caso infatti la situazione potrà dirsi consolidata e, di conseguenza, improduttiva di ulteriore danno al bene.

Come poc’anzi detto, l’art. 1161 qualifica la condotta abusiva, sia permanente sia temporanea, sul demanio marittimo nella riprovevolezza di una contravvenzione prevedendone con ciò la punibilità con la pena detentiva dell’arresto e la sanzione pecuniaria de... _OMISSIS_ ...LF|
La disposizione in esame differenzia il regime sanzionatorio al suo secondo comma, dove l’inquadramento nella situazione giuridica del reato muta derubricandosi a mera sanzione amministrativa: il testo recita che se l’usurpazione avviene con un veicolo, la misura repressiva, oltre che con il pagamento di una somma edittale, sarà eseguita con la sua rimozione forzata anche se in deroga ai poteri di cui all’art. 54.

Il giudice di legittimità chiamato a disporsi in argomento definisce il reato di cui all’art. 1161 come un’acquisizione arbitraria del possesso di uno spazio demaniale conformemente all’esercizio di un diritto di proprietà o di un altro qualsiasi diritto reale di godimento.

La norma in ... _OMISSIS_ ... in modo estensivo una pluralità di forme in cui può esplicarsi il comportamento illegittimo, si spazia dall’invasione del demanio marittimo e aeronautico, o delle zone portuali di navigazione interna, alle innovazioni non autorizzate, o al mantenimento della zona di confine con spazi marittimi o aeroportuali a cui è informata in subordine la proprietà privata rispetto a quella pubblica.

L’elemento soggettivo è integrato nell’arbitrarietà della condotta,...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 11936 caratteri complessivi dell'articolo.

 Sono omessi dal presente articolo eventuali note ed altri contenuti reperibili nel prodotto

Acquista per soli 5,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo