Condizioni per la formazione del titolo edilizio per silenzio della p.a.

TITOLO EDILIZIO --> SILENZIO DELLA P.A. --> REGIONI/PROVINCE --> PROVINCIA DI TRENTO

L’art. 23-bis, comma 2, della legge provinciale n. 23/1992 - secondo il quale “Nei casi in cui il silenzio dell’amministrazione equivale ad accoglimento della domanda, l’amministrazione competente può assumere determinazioni in via di autotutela” - va interpretato nel senso che la formazione del titolo abilitativo per silentium non impedisce all’amministrazione, nell’esercizio del potere di autotutela, di sottoporre a controllo ogni aspetto della domanda presentata dall’interessato ed eventualmente di procedere all’annullamento del titolo abilitativo, se illegittimo.

TITOLO EDILIZIO --> SIL... _OMISSIS_ ...gt; REGIONI/PROVINCE --> SICILIA

L'art. 2 l. reg. Sicilia 31 maggio 1994 n. 17 (introduttivo nella subiecta materia dell'istituto del silenzio assenso in tema di concessione edilizia) non può che interpretarsi nel senso che, sussistendo i presupposti di legge, il decorso di centoventi giorni dalla presentazione dell'istanza attribuisce al richiedente una posizione equiparabile all'ottenimento della concessione.

Ai sensi dell'art. 2 l. reg. Sicilia 31 maggio 1994 n. 17 non può dirsi concluso il procedimento per la concessione edilizia con silenzio assenso finché l'interessato non comunichi di aver dato inizio ai lavori. A questo punto si apre una seconda fase che si conclude con un intervento esplicito della p.a. o con il decorso del term... _OMISSIS_ ...iorni, all'esito del quale il silenzio assenso si consolida e la p.a. non può più decidere la pratica con un atto di "primo grado".

TITOLO EDILIZIO --> SILENZIO DELLA P.A. --> SILENZIO ASSENSO

Ai fini della formazione del titolo edilizio per silentium è necessario che risulti provata anche la conformità dell'intervento richiesto alla disciplina edilizia e urbanistica in vigore. In caso contrario, il richiedente, sulla base dell'inerzia della p.a., verrebbe ad ottenere un ampliamento della propria sfera giuridica, in termini di assenso all'esercizio dello ius aedificandi, che non avrebbe potuto conseguire mediante l'ordinario procedimento espresso.

In relazione all'art. 20 del T.U. Edilizia, le condizioni minime per... _OMISSIS_ ... formato il silenzio assenso sulla domanda di rilascio del permesso di costruire, in primis la condizione della regolarità dell'istanza e della completezza della documentazione allegata alla domanda, costituiscono tuttavia solo i presupposti formali, di ricevibilità e di ammissibilità, dell'istanza. Infatti si ritiene necessaria anche la sussistenza dei requisiti sostanziali per la formazione del silenzio assenso, cioè occorre dimostrare anche la conformità del progetto alle prescrizioni costruttive.

Ai sensi dall’art. 20 d.p.r. 380/2001, al decorso del 90° giorno dalla presentazione della istanza di permesso di costruire, in assenza di richieste integrative da parte dell’amministrazione deve ritenersi formato il silenzio assenso.

... _OMISSIS_ ...20 del D.p.r. 380/2001 non costituisce unico punto di riferimento normativo della disciplina del silenzio assenso in materia edilizia, ma va letto congiuntamente alla norma che regolamenta i motivi ostativi all’accoglimento della domanda, così come contemplata dall’art. 10 bis della legge 241/1990.

L’avvenuta notifica del preavviso di diniego non interrompe il termine di perfezionamento del silenzio assenso, ma, ai sensi dell’art. 20, comma 6, del d.p.r. n. 380/2001 (nonché, nella specie dell’art. 142, comma 11, della L.R. Toscana n. 65/2014), prolunga il termine di 10 giorni, per cui esso di per sé non vale ad escludere il tacito rilascio del titolo edilizio.

La conformità dell’opera progettata allo st... _OMISSIS_ ...tico è condizione di perfezionamento del silenzio assenso.

La formazione del silenzio-assenso sulla domanda di permesso di costruire postula non soltanto l’avvenuta presentazione dell’istanza e il decorso del termine di conclusione del procedimento normativamente previsto, ma pure che l'istanza sia assistita da tutti i presupposti previsti per il suo accoglimento, e, in particolare, che essa sia conforme agli strumenti urbanistici vigenti.

L’operatività dell’istituto del silenzio-assenso nella materia edilizia deve ritenersi confinata all’ipotesi in cui la richiesta del privato abbia ad oggetto il rilascio di un permesso di costruire “ordinario”, in relazione al quale l’amministrazione si limita a ... _OMISSIS_ ...onformità del progetto edilizio alla normativa di settore e alla strumentazione urbanistica vigente, attraverso un’attività sostanzialmente vincolata nei propri contenuti, avendo l’amministrazione già esaurito la propria discrezionalità in sede pianificatoria, all’atto di redigere lo strumento urbanistico.

Nel caso di istanze di privati preordinate al rilascio di un permesso di costruire in deroga allo strumento urbanistico di cui all’art. 5 comma 9 del D. L. n. 70 del 2011 (convertito in l. n. 106 del 2011), l’istituto del silenzio-assenso non può ritenersi applicabile, attesa l’esigenza di una compiuta valutazione degli interessi pubblici coinvolti nella pianificazione urbanistica.

L’istituto del silen... _OMISSIS_ ...la concessione edilizia introdotto dall'art. 8 (ora abrogato) della legge 25 marzo 1982 n. 94 risultava caratterizzato da una disciplina eccezionale e dunque sottoposta ad interpretazione rigorosa insuscettibile di applicazione analogica. Il silenzio-assenso costituiva in realtà un’ipotesi derogatoria rispetto alla disciplina generale che richiedeva per il legittimo esercizio dello ius aedificandi il rilascio di un provvedimento espresso.

L’aver previsto, quale requisito di efficacia del silenzio-assenso ex art. 8 (ora abrogato) della legge 25 marzo 1982 n. 94, la comunicazione di inizio dei lavori costituiva un indice della volontà del legislatore di circoscrivere il perimetro applicativo dell’istituto alle sole ipotesi di domande volte ad o... _OMISSIS_ ...scio di una concessione edilizia.

Il silenzio assenso costituisce istituto di semplificazione procedimentale e di tutela dei privati nei confronti dell’inerzia della pubblica amministrazione, consentendo la formazione di un titolo edilizio abilitativo tacito nell’ipotesi in cui la stessa non abbia provveduto con atto espresso sulla relativa istanza nei termini di conclusione del procedimento previsti dalla normativa.

La formazione del silenzio assenso sulla richiesta di titolo edilizio trova presupposto nel decorso del termine di legge e nell’inerzia dell’amministrazione, richiedendosi unicamente che la stessa sia ingiustificata, fattispecie ravvisabile quando si sia di fronte ad una istanza che sia corredata da documenta... _OMISSIS_ ...nta al soggetto pubblico di assumere una determinazione, di accoglimento ovvero di reiezione della stessa.

La formazione del silenzio assenso sul titolo edilizio non richiede che siano configurabili tutti i presupposti di legittimità del provvedimento, ben potendosi formare un titolo silenzioso illegittimo, sul quale l’amministrazione può intervenire in sede di autotutela.

L’istituto del silenzio-assenso, preordinato ad ovviare all’inerzia dell’Amministrazione, costituisce uno strumento eccezionale, con il quale si deroga all’istituto del silenzio...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 25958 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 7,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo