Titolo edilizio necessario per interventi di restauro, risanamento conservativo, ricostruzione e ristrutturazione

TITOLO EDILIZIO --> OPERE ED INTERVENTI, CASISTICA --> RESTAURO E RISANAMENTO CONSERVATIVO

Gli interventi di restauro e di risanamento conservativo richiedono sempre il permesso di costruire quando riguardano immobili ricadenti nel centro storico, dei quali venga mutata la destinazione d'uso: tale modificazione non è compatibile con la "tipologia" dell'edificio, che ricomprende quei caratteri non soltanto architettonici ma anche funzionali che ne consentano la qualificazione in base alle tipologie edilizie.

Distingue tra risanamento conservativo “leggero” e “pesante” l’Allegato A al d.lgs. n. 222/2016, che, ai fini del titolo edilizio occorrente (rispettivamente, CILA o SCIA), individua la dif... _OMISSIS_ ...due figure nell’attinenza o meno delle opere alle parti strutturali dell’edificio.

TITOLO EDILIZIO --> OPERE ED INTERVENTI, CASISTICA --> RICOSTRUZIONE

Gli interventi di ricostruzione effettuati su ruderi costituiscono nuova opera, che richiede idoneo titolo edilizio.

La presentazione di una d.i.a., procedimento necessario e sufficiente per attivare una ristrutturazione, non può essere utile per la ricostruzione non legata funzionalmente alla demolizione e consistente ormai in una nuova costruzione, per la quale deve essere rilasciato apposito permesso di costruire.

Ove il risultato finale dell'attività demolitoria-ricostruttiva non coincida, per volumetria o sagoma, con il manufatto preesistente, ... _OMISSIS_ ...ve essere qualificato come "nuova costruzione" e necessita del permesso di costruire, non essendo sufficiente la semplice denuncia di inizio attività.

Gli interventi di ristrutturazione edilizia consistenti nel ripristino o nella ricostruzione di edifici o parti di essi, eventualmente crollati o demoliti, debbono ritenersi assoggettati a permesso di costruire se non è possibile accertare la preesistente volumetria delle opere, le quali, qualora ricadano in zona paesaggisticamente vincolata, hanno l'obbligo di rispettare anche la precedente sagoma dell'edificio. Sono, invece, soggetti alla procedura semplificata della SCIA se si tratta di opere che non rientrano in zona paesaggisticamente vincolata e rispettano la preesistente volumetria, anche quando... _OMISSIS_ ...modifica della sagoma dell'edificio.

L’intervento di ricostruzione, per essere ascritto alla categoria della ristrutturazione ed essere assoggettato solo a d.i.a., e non a permesso di costruire quale nuova costruzione, deve seguire alla demolizione secondo un criterio di contestualità, e deve concretarsi in un immobile che abbia la medesima superficie ed il medesimo volume che quello abbattuto.

TITOLO EDILIZIO --> OPERE ED INTERVENTI, CASISTICA --> RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA

Ai sensi dell’art. 10, comma l, lettera c), del TUE, le opere di ristrutturazione edilizia necessitano di permesso di costruire se consistenti in interventi che portino ad un organismo edilizio in tutto o in parte diverso dal precedente e che ... _OMISSIS_ ...ifiche del volume, dei prospetti, ovvero che, limitatamente agli immobili compresi nelle zone omogenee A, comportino mutamenti della destinazione d’uso; in via residuale, la SCIA assiste invece i restanti interventi di ristrutturazione c.d. «leggera», compresi gli interventi di demolizione e ricostruzione che non rispettino la sagoma dell’edificio preesistente.

L'inserimento dei balconi, anche a volere escludere che comportino un aumento di volumetria o di superficie utile, variano l’aspetto estetico dell'edificio, comportando, quindi, un apprezzabile mutamento nel “prospetto” dell’edificio stesso. Siffatte opere, perciò, devono considerarsi soggette a concessione edilizia, a norma dell'art. 10 d.P.R. n. 380 del ... _OMISSIS_ ...soggetta oltre gli interventi di nuova costruzione e di ristrutturazione urbanistica anche quelli di ristrutturazione edilizia — tra i quali ultimi appaiono sussumibili anche quelli che comportano modifiche dei prospetti.

Qualora un intervento edilizio, addossato all’edificio principale, costituisca un ampliamento di quest’ultimo, è configurabile quale ristrutturazione edilizia e necessita pertanto del rilascio del titolo edilizio: in mancanza di questo, il manufatto soggiace alla sanzione della demolizione.

Qualora gli interventi abusivi non possano essere qualificati come ristrutturazione edilizia di cui all’art. 10 comma 1 lettera c) DPR n. 380/2001, come modificato dalla L. 164/2014, essendo attestato che la struttura... _OMISSIS_ ...a originaria identità, ma determina un nuovo carico urbanistico, deve ritenersi che tali interventi debbano essere considerati quale nuova costruzione, ai sensi dell’art 3, co. 1, lett. f) del d.P.R. 6.6.2001, n. 380, implicante la creazione di volumi e superfici tali da dar luogo ad una trasformazione del territorio, che, ai sensi del successivo articolo 10, necessita del previo rilascio del permesso di costruire, in mancanza del quale le sanzione da applicare è quella demolitoria di cui al successivo articolo 31.

Gli interventi definiti di ristrutturazione edilizia c.d."pesante", a differenza delle residuali ipotesi rientranti nella categoria - per la cui realizzazione è sufficiente la s.c.i.a. in forza della residuale previsione di cui al D.... _OMISSIS_ ... 2001, art. 22, comma 1, lett. c), - sono assoggettati al previo rilascio del permesso di costruire.

La ristrutturazione edilizia, ai sensi dell’art. 3, comma 1, lett. d), T.U. edilizia, solo ove consistente nella ricostruzione all’esito di demolizione incontra il limite del rispetto della stessa volumetria e sagoma dell’edificio preesistente. Ove invece implichi aumento di unità immobiliari, modifiche del volume, della sagoma, dei prospetti o delle superfici, nonché, nelle zone omogenee A, mutamenti della destinazione d’uso, è assoggettato al previo rilascio del permesso di costruire.

Ai sensi dell'art. 10, comma 1, lett. c), T.U. Edilizia, le opere di ristrutturazione edilizia necessitano di permesso di costruire se con... _OMISSIS_ ...erventi che portino ad un organismo edilizio in tutto o in parte diverso dal precedente e che comportino modifiche del volume, dei prospetti ovvero che, limitatamente agli immobili compresi nelle zone omogenee A, comportino mutamenti della destinazione d'uso (ristrutturazione edilizia), anche se di dimensioni modeste. In via residuale, la SCIA assiste, invece, i restanti interventi di ristrutturazione c.d. leggera (compresi gli interventi di demolizione e ricostruzione che non rispettino la sagoma dell'edificio preesistente).

Non può essere ascritto al restauro o risanamento conservativo un intervento edilizio implicante un incremento di superficie o un mutamento di sagome o di destinazione d'uso che devono essere, in ogni caso, preceduti dall'acquisizione del... _OMISSIS_ ...o edilizio, ravvisabile nel c.d. permesso di costruire: si tratta infatti di una ristrutturazione edilizia.

Ai sensi dell'art 10, comma 1, lettera c), t.u. edilizia, le opere di ristrutturazione edilizia necessitano di permesso di costruire se consistenti in interventi che portino ad un organismo edilizio in tutto o in parte diverso dal precedente e comportino, modifiche del volume o dei prospetti, nonché gli interventi che comportino modificazioni della sagoma di immobili sottoposti a vincoli ai sensi del decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42.

L'apprezzabile mutamento nel “prospetto” dell’edificio ne variando l’aspetto est...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 14846 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 2,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo