Modalità legittime di apposizione dei vincoli espropriativi

VINCOLI ED EDIFICABILITÀ --> VINCOLI URBANISTICI E LEGALI --> ESPROPRIATIVI E CONFORMATIVI --> ESPROPRIATIVI --> APPOSIZIONE

Dovendosi assicurare la conformità dell'opera alla normativa urbanistica di riferimento, il vincolo espropriativo si può legittimamente apporre unicamente quando diventa efficace l'atto di approvazione del piano urbanistico generale o, in mancanza, in caso di approvazione di una variante del piano urbanistico generale.

VINCOLI ED EDIFICABILITÀ --> VINCOLI URBANISTICI E LEGALI --> ESPROPRIATIVI E CONFORMATIVI --> ESPROPRIATIVI --> APPOSIZIONE --> COMPETENZA

L’approvazione del progetto definitivo e la collegata dichiarazione di pubblica utilità, ove comportante variante allo s... _OMISSIS_ ...stico, è di competenza del Consiglio Comunale.

L’assoggettamento del territorio a vincolo espropriativo, comporta una scelta di pianificazione urbanistica di rilevante impatto politico ascrivibile alla competenza consiliare.

VINCOLI ED EDIFICABILITÀ --> VINCOLI URBANISTICI E LEGALI --> ESPROPRIATIVI E CONFORMATIVI --> ESPROPRIATIVI --> APPOSIZIONE --> DATI CATASTALI

È fondamentale l'allegazione delle mappe catastali relative alle proprietà interessate dal tracciato dell'opera, nonché dell’elenco dei proprietari delle stesse, nel provvedimento di inserimento dell'opera nello strumento urbanistico con conseguente apposizione del vincolo preordinato all'esproprio, consentendo i dati catastali di identificar... _OMISSIS_ ...e aree asservite ed i proprietari delle medesime.

VINCOLI ED EDIFICABILITÀ --> VINCOLI URBANISTICI E LEGALI --> ESPROPRIATIVI E CONFORMATIVI --> ESPROPRIATIVI --> APPOSIZIONE --> ESPRESSA MENZIONE

La volontà dell’amministrazione di comprimere il diritto di proprietà del privato attraverso l'imposizione di un vincolo espropriativo, deve risultare in modo chiaro e inequivoco dal provvedimento amministrativo.

VINCOLI ED EDIFICABILITÀ --> VINCOLI URBANISTICI E LEGALI --> ESPROPRIATIVI E CONFORMATIVI --> ESPROPRIATIVI --> APPOSIZIONE --> IN RAPPORTO ALLA DICHIARAZIONE DI P.U.

Nulla esclude che l’apposizione del vincolo preordinato all'esproprio sia contestuale alla dichiarazione ... _OMISSIS_ ...lità conseguente all’approvazione del progetto definitivo dell'opera, anzi proprio il livello di dettaglio del progetto definitivo, con conseguente puntuale identificazione della localizzazione dell’opera pubblica, giustifica l’apposizione del vincolo ablatorio.

È possibile, in un'ottica di massima semplificazione, che l'approvazione del progetto definitivo di un'opera pubblica cumuli l'effetto di adozione di variante del piano regolatore ex art. 19 D.P.R. n. 327/2001 e di dichiarazione di pubblica utilità dell'opera, ed è possibile l'elaborazione congiunta del progetto definitivo ed esecutivo, che si coagulano nell'approvazione di un unico atto da parte dell'Amministrazione.

VINCOLI ED EDIFICABILITÀ --> VINCOLI URBANISTICI ... _OMISSIS_ ... ESPROPRIATIVI E CONFORMATIVI --> ESPROPRIATIVI --> APPOSIZIONE --> INDENNIZZO

Ai fini della contestazione della legittimità del decreto di apposizione del vincolo, non possono essere dedotti pretesi vizi scaturenti dall’omessa predeterminazione dell’indennità provvisoria e dalla sua mancata offerta ai proprietari colpiti dal procedimento ablativo; detti adempimenti, infatti, assieme al deposito delle somme non accettate presso la Cassa depositi e prestiti, rientrano tra i presupposti di validità del decreto di esproprio e non del decreto di apposizione del vincolo.

VINCOLI ED EDIFICABILITÀ --> VINCOLI URBANISTICI E LEGALI --> ESPROPRIATIVI E CONFORMATIVI --> ESPROPRIATIVI --> APPOSIZIONE --> MODALITÀ
|... _OMISSIS_ ...razione del vincolo espropriativo non deve necessariamente essere attuata a mezzo dell'approvazione di un piano particolareggiato, essendo al riguardo sufficiente una semplice variante.

Non occorre che sia approvato un progetto definitivo per l’apposizione di un vincolo preordinato all’esproprio.

Il vincolo preordinato all'esproprio può discendere da un accordo di programma comportante variante urbanistica.

Non ricorrendo le situazioni nelle quali le norme regionali consentono variazioni di piani regolatori derivanti dall’approvazione di progetti di opere pubbliche, per potere espropriare è necessario dar corso alle attività necessarie al coinvolgimento della Regione nel procedimento di variante urbanistica final... _OMISSIS_ ...o;imposizione di vincolo preordinato all’esproprio, secondo le previsioni dell’art. 10 ovvero dell’art. 19 del D.P.R. n. 327/2001.

VINCOLI ED EDIFICABILITÀ --> VINCOLI URBANISTICI E LEGALI --> ESPROPRIATIVI E CONFORMATIVI --> ESPROPRIATIVI --> APPOSIZIONE --> MOTIVAZIONE

Una destinazione a viabilità, pur andando ad incidere su una specifica proprietà, apponendo un vincolo espropriativo, non necessita di apposita, specifica, motivazione quando lo stato dei luoghi e i criteri seguiti nell'impostazione del piano, con specifico riferimento alla viabilità, rendono evidenti le ragioni di pubblico interesse perseguite dall’amministrazione comunale.

Una volta rimasta smentita la tesi che la pregressa... _OMISSIS_ ... verde pubblico attrezzato avesse natura espropriativa, e riconosciutale natura conformativa, non ci si trova al cospetto di una (illegittima) reiterazione di vincolo espropriativo carente di motivazione, ma, al più, di previsioni espropriative ex novo introdotte (o, se si vuole, di trasformazione in espropriativa di una precedente destinazione conformativa), con la conseguente non invocabilità del principio che impone all'Amministrazione un onere motivazionale particolarmente intenso, applicandosi - al contrario - i comuni principi in ragione dei quali a sostegno delle scelte pianificatorie del Comune non è richiesta, salvi i casi di sussistenza di aspettative giuridiche qualificate in capo ai privati interessati, una motivazione specifica ed estesa, e le ragioni delle scel... _OMISSIS_ ...sono ricavarsi dai principi generali che ispirano lo strumento urbanistico.

Nel caso in cui la destinazione impressa configuri non reiterazione ma prima imposizione di vincolo espropriativo, anche in termini di trasformazione in espropriativa di una precedente destinazione conformativa, non è invocabile il principio che impone all'Amministrazione un onere motivazionale particolarmente intenso, applicandosi – al contrario – i comuni principi in ragione dei quali a sostegno delle scelte pianificatorie del Comune non è richiesta, salvi i casi di sussistenza di aspettative giuridiche qualificate in capo ai privati interessati, una motivazione specifica ed estesa, e le ragioni delle scelte adottate possono ricavarsi dai principi generali che ispirano lo... _OMISSIS_ ...nistico.

VINCOLI ED EDIFICABILITÀ --> VINCOLI URBANISTICI E LEGALI --> ESPROPRIATIVI E CONFORMATIVI --> ESPROPRIATIVI --> APPOSIZIONE --> NECESSITÀ

Una dichiarazione dei proprietari, trascritta nei registri immobiliari, con cui riconoscono la precarietà di un loro manufatto su area destinata all'opera impegnandosi a rimuoverlo su richiesta dell'amministrazione rinunciando a ogni indennizzo, costituisce atto negoziale di per sé idoneo a vincolare la proprietà ...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 12070 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 2,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo