Giurisdizione ordinaria e amministrativa sulle strade pubbliche e private

GIUDIZIO --> GIURISDIZIONE E COMPETENZA --> STRADE

Se spetta al Giudice ordinario pronunciarsi sulla natura pubblica o privata di una strada, spetta pur sempre al Giudice amministrativo pronunciarsi sulla legittimità di un provvedimento che vada a incidere sulla regolamentazione dell’uso della strada medesima, eventualmente conoscendo anche incidenter tantum della natura della strada.

Rispetto all’atto con il quale il Comune volontariamente rinuncia a ogni diritto di uso pubblico su di una strada e sul parcheggio realizzato al termine della stessa, che ha natura provvedimentale, andando a disporre di un diritto facente parte del patrimonio dell’Ente, la giurisdizione è del Giudice amministrativo.

Rientra nella giurisdizione del giudice amministrativo la controversia nella quale il concessionario assuma la carenza, in capo all'ANAS, del potere di aggiornare il canone, già determinato, di concessio... _OMISSIS_ ...o.

L'accertamento sul carattere pubblico di una strada non eccede l'ambito della competenza del giudice amministrativo se costituisce il presupposto per l'adozione del provvedimento amministrativo contestato.

Nel caso di ordinanza di ripristino d'un passaggio di uso pubblico su di una strada che si assume utilizzata dalla collettività si è in presenza d'una controversia spettante alla cognizione del G. A. in quanto trattasi di autotutela possessoria esercitata in via amministrativo "iure publico" e finalizzata all'immediato ripristino dello stato di fatto preesistente al fine di reintegrare la collettività nel godimento del bene ed espressione d'un potere generale desumibile dagli articoli 823 e 825 c. c. nonché dall'art. 378, comma 2, l. n. 2248 del 20/3/1865, allegato F, da esercitare in caso di turbative che impediscano o rendano disagevole il normale godimento del pubblico transito sulla strada stessa.

Non sussis... _OMISSIS_ ...ione amministrativa sulle controversie aventi ad oggetto la impugnazione degli avvisi di pagamento emessi ai sensi dell’articolo 27 del decreto legislativo numero 285 del 1992.

La controversia circa la sussistenza di diritti di uso pubblico su una strada privata è devoluta alla giurisdizione del giudice ordinario, posto che essa investe l'accertamento dell'esistenza e dell'estensione di diritti soggettivi, dei privati ovvero dell’amministrazione.

L’esistenza di un formale provvedimento di classificazione della natura pubblica, ovvero di regolamentazione della circolazione e della sosta veicolare sulla strada, presupponente la destinazione ad uso pubblico della stessa, non comporta la giurisdizione amministrativa sulla controversia, poiché tale destinazione radica una presunzione iuris tantum, superabile con la prova contraria dell'inesistenza di un diritto di uso o godimento della strada da parte della collettività amminist... _OMISSIS_ ...to che può avvenire solo in sede di giurisdizione ordinaria, atteso che è il giudice ordinario l'organo cui spetta l'accertamento dell'esistenza dei diritti reali.

Rientrano nella giurisdizione del giudice ordinario le controversie in tema di proprietà, pubblica o privata, delle strade e sull’esistenza di diritti di uso pubblico su strade private, in quanto tali questioni hanno ad oggetto l’accertamento dell’esistenza e dell’estensione di diritti soggettivi, sia dei privati che della pubblica amministrazione.

La questione del carattere privato ovvero pubblico di una data strada è sottoposta, di per sé, alla giurisdizione ordinaria, in quanto inerente a diritti soggettivi, di proprietà ovvero di servitù. Essa può essere conosciuta in via incidentale, e quindi con efficacia limitata al processo, dal giudice amministrativo allorquando incida sulla legittimità di un provvedimento, che in senso ampio imponga una certa rego... _OMISSIS_ ...quo;uso della strada stessa.

GIUDIZIO --> GIURISDIZIONE E COMPETENZA --> STRADE --> CLASSIFICAZIONE DI STRADE

Sussiste la giurisdizione dell’autorità giudiziaria ordinaria tutte le volte che, rispetto alle fattispecie concrete esaminate, viene in questione una controversia promossa dai proprietari della strada per sentire accertare in via principale e definitiva che la strada non è soggetta ad uso pubblico, mentre è classificata come vicinale ad uso pubblico da provvedimenti comunali, contestandosi in radice il potere della medesima Amministrazione di "classificazione" delle strade ad uso pubblico.

La controversia attinente alla proprietà, pubblica o privata, di una strada, è devoluta alla giurisdizione del giudice ordinario, investendo l’accertamento dell’esistenza e dell’estensione di diritti soggettivi dei privati o dell’amministrazione.

La controversia re... _OMISSIS_ ...prietà, pubblica o privata, di una strada, così come quella relativa all'esistenza di diritti di uso pubblico su una strada privata, deve essere devoluta alla giurisdizione del giudice ordinario, in quanto investe l'accertamento dell'esistenza e dell'estensione di diritti soggettivi, dei privati o della pubblica amministrazione.

L’iscrizione di una strada nell’elenco delle vie pubbliche o gravate da uso pubblico riveste funzione puramente dichiarativa della pretesa del Comune, ponendo una semplice presunzione di pubblicità dell’uso, superabile con la prova contraria della natura della strada e dell’inesistenza di un diritto di godimento da parte della collettività mediante un’azione negatoria di servitù: con la conseguenza che la controversia circa la proprietà, pubblica o privata, di una strada, o riguardante l’esistenza di diritti di uso pubblico su una strada privata, è devoluta alla giurisdizione del giudice o... _OMISSIS_ ...
La controversia circa la proprietà, pubblica o privata, di una strada, o riguardante l’esistenza di diritti di uso pubblico su una strada privata, è devoluta alla giurisdizione del giudice ordinario, giacché investe l’accertamento dell’esistenza e dell’estensione di diritti soggettivi, dei privati o della pubblica amministrazione, e ciò anche ove la domanda abbia formalmente ad oggetto l’annullamento dei provvedimenti di classificazione della strada, atteso che il petitum sostanziale, non essendo diretto a sindacare un provvedimento autoritativo della P.A., ha, in realtà, natura di accertamento petitorio.

È rimessa al giudice amministrativo, la delibazione in ordine al carattere pubblico ovvero privato di una strada:- allorquando sia richiesto di risolvere tale questione non già come questione principale, sulla quale pronunciarsi con efficacia di giudicato, ma come questione preliminare ad altra;- ovvero, laddove ven... _OMISSIS_ ...zione la questione, dedotta in via principale – e all’evidenza rientrante nella sua giurisdizione – concernente la legittimità di un provvedimento che, in senso ampio, imponga una certa regolamentazione dell’uso della strada: ciò presupponendo, infatti, che di uso pubblico e non privato si tratti, e, quindi, che si sia di fronte ad una strada non privata.

La natura comunale o vicinale della strada, ove costituisca presupposto per ripristinare il passaggio, può essere valutata, incidenter tantum, dal Giudice amministrativo in sede di esame della legittimità del provvedimento amministrativo adottato dall’ente locale, non sussistendo alcuna pregiudiziale obbligatoria, in queste questioni, a favore del giudice ordinario.

La controversia circa la proprietà, pubblica o privata, di una strada, o circa l’esistenza di diritti di uso pubblico su una strada privata, è devoluta alla giurisdizione del giudice ordinario... _OMISSIS_ ...rsquo;accertamento dell’esistenza e dell’estensione di diritti soggettivi, dei privati o della pubblica amministrazione, e ciò anche ove la domanda abbia formalmente ad oggetto l'annullamento dei provvedimenti di classificazione della strada, atteso che il “petitum” sostanziale, non essendo diretto a sindacare un provvedimento autoritativo della P.A., ha, in realtà, natura di accertamento petitorio.

La lite che attiene alla qualificazione di una strada come privata o pubblica rientra nella giurisdizione del tribunale ordinario, in quanto involge la decisione sull’esistenza e la latitudine di diritto soggettivi, e ciò anche in presenza di atti formali che importano la dichiarazione di natura pubblica di una via.

L’accertamento della proprietà pubblica o privata delle strade, pur essendo in via di principio sottratto alla giurisdizione del giudice amministrativo, può nondimeno essere conosciuto in via i... _OMISSIS_ ...ensi del comma 1 dell'art. 8 c.p.a., nel caso che si tratti di questione pregiudiziale al fine di stabilire la legittimità della deliberazione con cui un Comune ha pianificato la circolazione viaria.

La controversia circa la natura pubblica o privata di una strada, o circa l'esistenza di diritti di uso pubblico su una strada privata è devoluta alla giurisdizione del giudice ordinario, giacché investe l'accertamento dell'esistenza e dell'estensione di diritti soggettivi, dei privati o della P.A.

La questione relativa al carattere privato ovvero pubblico di una data strada è sottoposta, di per sé, alla giurisdizione ordinaria, in quanto inerente a diritti soggettivi, di proprietà ovvero di servitù; può peraltro essere conosciuta in via incidentale, e quindi con efficacia limitata al processo, dal giudice amministrativo allorquando rilevi per decidere della legittimità di un provvedimento, come l'ordinanza che in senso ampio imponga una certa r... _OMISSIS_ ... dell'uso della strada stessa. Ciò presuppone infatti che di uso pubblico e non privato si tratti, e quindi che appunto si sia di fronte ad una strada non privata.

GIUDIZIO --> GIURISDIZIONE E COMPETENZA --> STRADE --> SERVITÙ DI USO PUBBLICO

Competente all’accertamento del diritto soggettivo alla servitù di pubblico passaggio, in termini sia positivi che di accertamento negativo, è il Giudice Ordinario.

La questione circa il carattere privato o pubblico di una strada è sottoposta alla giurisdizione ordinaria, in quanto inerente a diritti soggettivi di proprietà ovvero di servitù; può peraltro essere conosciuta in via incidentale e, quindi, con efficacia limitata al processo, dal giudice amministrativo allorquando rilevi per decidere della legittimità di un provvedimento che, in senso ampio, imponga una certa regolamentazione dell’uso della strada stessa.

Sebbene la valutazione in ord... _OMISSIS_ ...tazione dei provvedimenti di classificazione di una strada - come di proprietà pubblica o dedita all'uso pubblico - è rimessa alla competenza del giudice civile involgendo pretese di accertamento di un diritto soggettivo, nondimeno, sussiste la giurisdizione del giudice amministrativo allorquando la verifica (ex art. 8 cod. proc. amm.) in ordine all’esistenza di una servitù di uso pubblico sulla strada o della sua demanialità è finalizzata a stabilire se i gravati provvedimenti comunali ripristinatori siano o meno legittimi.

Spetta alla giurisdizione amministrativa la controversia in cui la verifica in ordine alla esistenza di una servitù di uso pubblico su di una strada o della sua demanialità è finalizzata a stabilire se i provvedimenti comunali impugnati siano o meno legittimi.

La controversia in ordine alla esistenza di una servitù di uso pubblico su di una strada o della sua demanialità, finalizzata a stabilire se i provvedimenti ... _OMISSIS_ ...ito siano o meno legittimi, appartiene alla giurisdizione del Giudice amministrativo.

Nella controversia il cui petitum sostanziale ha natura di accertamento petitorio dell’inesistenza del diritto di uso pubblico su di un tratto stradale viene proposta un’actio negatoria servitutis la cui cognizione spetta al giudice ordinario.

La controversia circa l’esistenza di diritti di uso pubblico su strade private è devoluta alla giurisdizione del giudice ordinario, poiché investe l’accertamento dell’esistenza di diritti soggettivi dei privati o della pubblica amministrazione.

Le questioni inerenti l’accertamento della proprietà, pubblica o privata, di una strada, o circa l'esistenza di diritti di uso pubblico su una strada privata, sono devolute alla giurisdizione del giudice ordinario, giacché investono l'accertamento dell'esistenza e dell'estensione di diritti soggettivi, dei privati o della pubbl... _OMISSIS_ ...ione. Il giudice amministrativo può conoscere di tali questioni solo in via incidentale qualora l'esistenza della servitù pubblica risulti costituire il presupposto di un atto eventualmente impugnato.

In caso di ordinanza di ripristino del pubblico transito di una strada che si assume utilizzata dalla collettività si è in presenza d'una controversia spettante alla cognizione del G.A. in quanto tr...


...continua.  Qui sono visibili 14000 su 21696 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto). Possono essere presenti sintesi ripetitive o similari, derivanti da pronunce di contenuto ripetitivo o similare. 

Acquista per soli 6,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo