Quali beni pubblici possono essere sdemanializzati in forma tacita?

DEMANIO E PATRIMONIO --> DEMANIO --> SDEMANIALIZZAZIONE --> TACITA --> CASISTICA
A differenza di quanto previsto dall'art. 829 c.c. - secondo cui il passaggio di un bene dal demanio pubblico al patrimonio ha natura dichiarativa e può avvenire anche tacitamente - per i beni appartenenti al demanio marittimo, tra i quali si include la spiaggia, comprensiva dell'arenile, non è possibile che la sdemanializzazione si realizzi in forma tacita, essendo necessaria, ai sensi dell'art. 35 c.n., l'adozione di un espresso e formale provvedimento della competente autorità amministrativa, avente carattere costitutivo.
Nel caso di concessione di un bene demaniale in uso a privati verso la prestazione di un canone, giammai si ... _OMISSIS_ ...are in tale fattispecie un caso di “sdemanializzazione tacita”, non ricorrendo affatto comportamenti inequivoci dell’ente proprietario, incompatibili con la volontà di conservare il bene all’uso pubblico, tali da non potere essere desunti dalla sola circostanza che un bene non sia più adibito anche da lungo tempo ad uso pubblico.

oncorre con gli elementi per poter concludere nel senso dell’avvenuta sdemanializzazione tacita del bene il fatto che la relativa occupazione, da parte del privato, sia avvenuta in epoca remota (nella specie, da circa quarant'anni) senza che il Comune abbia mai fatto valere l’assunta demanialità dell’area in oggetto, assumendo un atteggiamento di completa e persistente tolleran... _OMISSIS_ ...o di fatto, costituito dalla “occupazione” di tale area, al fine d’edificare, su di essa, una parte dell’immobile.
Ai fini della sdemanializzazione tacita, rientra fra i comportamenti inequivoci dell’ente proprietario, incompatibili con la volontà di conservare il bene all’uso pubblico, il fatto che il bene in oggetto non risulta negli elenchi dei beni demaniali.
Ai fini della sdemanializzazione tacita di un bene del demanio idrico può essere valorizzato il fatto nel canale de quo sono state convogliate, nel tempo, acque piovane e nere, che non costituiscono acque pubbliche, per difetto del fondamentale requisito dell'attitudine ad usi di pubblico generale interesse.
... _OMISSIS_ ...V|Tanto l’omessa, reiterata, richiesta di parere all’Autorità preposta alla gestione del vincolo idrico, in occasione delle integrazioni documentali sollecitate dal Comune circa la domanda di condono, presentata in relazione all’immobile de quo, quanto la realizzazione, da parte della stessa Amministrazione Comunale, di lavori di rifacimento tratto rete fognaria, anche qui senza alcun riferimento all’asserita demanialità dell’area e alla conseguente necessità di provvedere a richieste di autorizzazione all’Autorità Regionale, sono sintomatiche del sostanziale disinteresse, mostrato dall’Amministrazione medesima, circa la natura pubblica e – a fortiori – circa la qualificazione dello stesso canale come bene del demanio idr... _OMISSIS_ ..., tale da potere essere annoverato tra i comportamenti inequivoci dell’ente proprietario, incompatibili con la volontà di conservare il bene all’uso pubblico.
Rientra fra gli elementi di prova, convergenti nel senso dell’assunta sdemanializzazione tacita di un'area originariamente appartenente al demanio idrico, anche la mancata previsione di fasce di rispetto – rispetto al canale de quo – nella strumentazione urbanistica vigente e in corso d’approvazione.

ostituisce un indice rilevante, ai fini della sdemanializzazione tacita di un'area del demanio idrico, il fatto che, ad un'analisi empirico-visiva, risulti l’inesistenza attuale di ogni traccia del canale de quo.
... _OMISSIS_ ...
A differenza di quanto previsto dall'art. 829 c.c. (secondo cui il passaggio di un bene dal demanio pubblico al patrimonio ha natura dichiarativa e può avvenire anche tacitamente), per i beni appartenenti al demanio marittimo, tra i quali è inclusa la spiaggia (comprensiva dell'arenile), la sdemanializzazione non può mai avvenire in forma tacita ("per facta concludentia"), ossia per non essere il bene più adibito all'uso pubblico, ma può avvenire solo in forza di una legge ovvero mediante un espresso e formale provvedimento della competente autorità amministrativa, avente carattere costitutivo.
La sdemanializzazione tacita non può operare se il bene pubblico è assegnato al comune, per affrancazione invertita, nella qualità di en... _OMISSIS_ ..., o, se si vuole, rappresentativo, degli utenti dell'uso civico, con la precisazione che non si tratta della rappresentatività generale e tipica degli enti territoriali, bensì di una rappresentatività affatto peculiare, in quanto il comune è tenuto ad assicurare l'uso civico di destinazione, al quale non può rinunziare liberamente, perché non gli appartiene.
I beni assoggettati ad uso civico, per la loro assimilazione a quelli demaniali, non possono perdere tale loro qualità, se non mediante i procedimenti di liquidazione o liberazione dagli usi civici, previsti e disciplinati dalla l. n. 1766/1927 e da numerose leggi regionali. Non è ammissibile, pertanto, nemmeno la loro c.d. sdemanializzazione di fatto o tacita.
... _OMISSIS_ ...ssione di un bene demaniale a fini alloggiativi per lo svolgimento del rapporto di servizio giammai può realizzare una “sdemanializzazione tacita”, non ricorrendo affatto comportamenti inequivoci dell’ente proprietario, incompatibili con la volontà di conservare il bene all’uso pubblico, tali da non potere essere desunti dalla sola circostanza che un bene non sia più adibito anche da lungo tempo ad uso pubblico.
La circostanza incontestata e manifesta che una strada comunale sia interessata dal pubblico transito impedisce di ritenere ravvisabile la sua sdemanializzazione tacita.
La sdemanializzazione tacita di un'opera idraulica è ammissibile nel regime anteriore alla L. n. 37 del 1994, purch... _OMISSIS_ ...ti univoci e concludenti, incompatibili con la volontà dell'Amministrazione di conservarne la destinazione all'uso pubblico, e da circostanze tali da rendere non configurabile un'ipotesi diversa dalla definitiva rinuncia al ripristino della funzione pubblica del bene, evidenziandosi che la relativa indagine, fondata su accertamenti in fatto, è rimessa al giudice del merito.
Se è vero che il disuso prolungato di un bene soggetto ad uso civico e l'inerzia dell'amministrazione nella cura dello stesso non costituiscono di per sé soli elementi sufficienti a comprovare, in modo inequivoco, la cessazione della destinazione del bene, anche solo potenziale, all'uso pubblico (cd. “sdemanializzazione tacita”), quest’ultima pur sempre si v... _OMISSIS_ ...i predetti elementi indiziari siano accompagnati da fatti concludenti e da circostanze così significative da non lasciare adito ad altre ipotesi, se non a quella che l'amministrazione abbia rinunciato al ripristino dell'uso pubblico del bene.
Ai sensi dell'art. 942 c.c., nella formulazione anteriore alle modifiche introdotte con la L. n. 37 del 1994, il terreno rimasto abbandonato dall'acqua corrente del fiume veniva, a seguito della cessazione della materiale destinazi...<


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 23742 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 3,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo
Nuovo

L’articolo visibile in questa pagina è composto da contenuti tratti dal seguente prodotto (in formato PDF) acquistabile e scaricabile con pochi click.

pdf 795 pagine in formato A4

30,00 €