La proprietà come diritto inviolabile della persona: nuovi sviluppi applicativi del danno non patrimoniale da disturbo

La tematica che sarà affrontata in questo paragrafo costituisce uno dei campi dove sono possibili nuovi sviluppi applicativi del «danno non patrimoniale da disturbo».

Tale pregiudizio, come si è visto, presenta confini tutt’altro che definiti, che mutano al variare sia dello schema strutturale di responsabilità che viene adottato, sia in base a quali situazioni giuridiche soggettive sono considerate diritti inviolabili della persona costituzionalmente garantiti.

Quest’ultima valutazione, in virtù dell’interpretazione dell’art. 2 Cost. quale catalogo aperto dei diritti fondamentali, è spesso demandata al giudice, che la compie adottando come parametro la coscienza sociale del periodo storico in cui si trova ad... _OMISSIS_ ...
In questo paragrafo, ci chiederemo se il diritto di proprietà rientri o meno nel catalogo suddetto. Si è visto, infatti, che la proprietà, tutelata al massimo grado dall’impianto individualistico del codice del ’42, dopo l’entrata in vigore della Costituzione repubblicana è stata sottoposta a vincoli che la funzionalizzano alla pubblica utilità. È indubbio, però, che il diritto in questione trovi amplio riconoscimento e piena tutela all’interno della carta costituzionale.

Ma la sua violazione, oltre a dover essere risarcita in forma specifica o per equivalente sul versante patrimoniale, è anche idonea a far nascere in capo al danneggiante una responsabilità non patrimoniale?

In altre parole, dopo aver analizzat... _OMISSIS_ ...capitolo, il disturbo patrimoniale derivante dall’illegittima compressione delle facoltà inerenti ai diritti dominicali provocata dall’azione amministrativa, ci interrogheremo sulla configurabilità anche di un disturbo non patrimoniale scaturente da tale illegittima compressione.

Alcune pronunce amministrative riconoscono l’esistenza di un tale pregiudizio. Una di esse è la sentenza n. 1139 emessa dal TAR Puglia il 13 maggio 2009.

La fattispecie concreta sulla quale essa si basa vede il ricorrente adire il giudice amministrativo per ottenere il risarcimento del danno provocato dalla revoca di una concessione edilizia. Revoca che, in seguito, è stata dichiarata illegittima.

Il collegio pugliese accerta l’e... _OMISSIS_ ...disturbo patito dal proprietario sia sul versante patrimoniale, che su quello non patrimoniale. La medesima condotta amministrativa ingiustificatamente lesiva delle facoltà inerenti al diritto di proprietà, quindi, non solo ha provocato un danno patrimoniale, ma ha determinato un pregiudizio attinente alla sfera personale areddituale del proprietario. «Si vuol dire, cioè, che la precarietà della situazione abitativa in cui l’interessato è stato costretto a vivere (…) ha inciso e negativamente sulle condizioni di esistenza e di abitazione del ricorrente e quindi su valori costituzionalmente protetti. Si vuol fare qui riferimento al rispetto del proprio domicilio (art. 14 Cost.), al diritto ad una esistenza dignitosa di cui all’art. 2 Cost., al rispett... _OMISSIS_ ...propria vita privata e del proprio domicilio pure affermato nell’art. 8 della Convenzione europea di salvaguardia dei diritti dell’uomo» .

Il TAR Puglia, dunque, afferma che l’illegittima compressione delle facoltà inerenti ai diritti dominicali può provocare un danno a diritti fondamentali ed inviolabili della persona quali sono il diritto al domicilio, sancito all’art. 14 Cost. e all’art. 8 C.E.D.U. e quello ad un’esistenza dignitosa, ricavabile dall’art. 2 Cost.

Si può notare che il g.a. non ha citato direttamente il diritto di proprietà tra i diritti inviolabili della persona lesi dall’azione amministrativa. Da ciò è possibile dedurre che, secondo una tale impostazione, la lesione dei d... _OMISSIS_ ...delle facoltà ad essi connesse è pienamente idonea a provocare un disturbo anche non patrimoniale al titolare degli stessi, ma tale disturbo deriva dalla circostanza che la lesione suddetta si è perpetrata anche nei confronti di diritti fondamentali dell’individuo diversi dal diritto di proprietà.

In altre parole, il pregiudizio non patrimoniale non scaturisce direttamente dalla lesione del diritto di proprietà, ma dalla violazione di diritti fondamentali ed inviolabili, che è avvenuta congiuntamente alla lesione del diritto reale.
Si può dire, dunque, che l’illegittima compressione dei diritti dominicali è sì idonea a provocare un disturbo non patrimoniale, ma solo in via indiretta.

Il primo protocollo aggiuntivo del... _OMISSIS_ ...Europea dei Diritti dell’Uomo, invece, all’art. 1, ritiene la proprietà un vero e proprio diritto fondamentale della persona umana, la cui violazione è idonea a provocare un danno non patrimoniale. Tale interpretazione è affermata dalla Corte EDU in numerose pronunce. In Carbonara e Ventura c. Italia, ad esempio, i giudici di Strasburgo affermano che la violazione della Convenzione ha comportato per i ricorrenti un sicuro danno morale, risultante da un senso di impotenza e di frustrazione di fronte allo spossessamento illegale dei loro beni .

La Cassazione afferma che ai diritti predicati dalla Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo non spetta il rango di diritti costituzionalmente protetti, poiché la Convenzione, pur essendo dotata di una... _OMISSIS_ ...distingue dagli obblighi nascenti da altri Trattati internazionali, non assume, in forza dell’art. 11 Cost., il rango di fonte costituzionale, né può essere parificata, a tali fini, all’efficacia del diritto comunitario nell’ordinamento.

Una parte della giurisprudenza civile, recentemente, pur prendendo atto di ciò, tende ugualmente a configurare la proprietà come un vero e proprio diritto fondamentale ed inviolabile della persona, la cui violazione può provocare in via diretta un pregiudizio non patrimoniale in capo al proprietario. Questa tesi si basa sull’inclusione del diritto di proprietà all’interno del catalogo aperto dei diritti inviolabili costituzionalmente ga...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 13103 caratteri complessivi dell'articolo.

 Sono omessi dal presente articolo eventuali note ed altri contenuti reperibili nel prodotto

Acquista per soli 5,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo