La concessione di canone ricognitorio o agevolato in tema di demanio marittimo

DEMANIO E PATRIMONIO --> CONCESSIONE E AUTORIZZAZIONE --> CANONE --> DEMANIO MARITTIMO --> CANONE RICOGNITORIO O AGEVOLATO

Il canone ricognitorio previsto dall’art. 48, comma 1, lett. e), del r.d. 8 ottobre 1931, n. 1604, non si applica alle società cooperative non composte da pescatori lavoratori.

In tema di concessioni demaniali marittime, la riduzione del canone prevista dall'art. 3 della legge 4 dicembre 1993, n. 494 spetta solo al concessionario che non ritragga proventi o utili dal bene demaniale.

È condivisibile ritenere che, ai fini del riconoscimento del canone ricognitorio, la mancanza di scopo di lucro e il pubblico interesse (connesso alla realizzazione dell’opera) non costituiscano due variabil... _OMISSIS_ ... sicché entrambi devono coesistere; ed in tal senso occorre avere riguardo al fine che il concessionario si propone in relazione all’uso del bene. Si può dunque ritenere che non sia sufficiente che la mancanza del lucro sia dovuta alla materiale impossibilità, anche solo temporanea, di conseguire un’utilità economica dal bene in concessione, dovendosi piuttosto dare rilievo allo scopo economico che il concessionario persegue, vieppiù se sul punto nulla è indicato nel relativo atto concessorio.

Ai fini dell'applicazione del canone, previsto dal secondo comma, art. 39 cod. nav., s'intendono concessioni che perseguono fini di pubblico interesse diversi dalla beneficenza quelle nelle quali il concessionario non ritrae dai beni demaniali alcun lucro o p... _OMISSIS_ ...to sussistono le condizioni per applicare il canone di mero riconoscimento nel caso di concessione demaniale marittima ad Enel analoghi perché da un lato, la concessione è di pubblico interesse, perché strumentale alla fornitura di energia elettrica ad edifici siti all’interno dell’area demaniale; dall’altro Enel non ricava alcun utile diretto ed immediato dall’occupazione delle aree demaniali.

L'istituto del canone ricognitorio o agevolato postula che l’occupazione dell’area, che comporta la sua sottrazione all’immediato uso pubblico, sia comunque funzionale allo stretto perseguimento di una finalità a valenza pubblicistica, oppure all’esercizio di servizi di pubblica utilità, in entrambi i casi privi di redditt... _OMISSIS_ ...i.

L'art. 39, secondo comma, cod. nav., nella parte in cui prevede il canone di mero riconoscimento, ovvero nell’ipotesi di mancata ritrazione di alcun utile o provento dall’area in concessione, deve essere intesa in senso funzionale e, atteso il suo carattere di specialità nei confronti di generali princìpi, deve essere interpretata in senso restrittivo; conseguentemente, il canone di mero riconoscimento non potrà essere riconosciuto nei casi in cui la ritrazione di utili o proventi dell’attività derivi in modo indiretto e mediato, ma pur sempre con un nesso di strumentalità necessaria, dall’utilizzo dell’area demaniale.

La riduzione del canone ai sensi dell'art. 39 comma 2 del codice della navigazione e del... _OMISSIS_ ... 2 del regolamento postula che l’occupazione dell’area, che comporta la sua sottrazione all’immediato uso pubblico, sia comunque funzionale allo stretto perseguimento di una finalità a valenza pubblicistica, oppure all’esercizio di servizi di pubblica utilità, in entrambi i casi privi di reddittività o proventi.

Ai fini della riduzione del canone alla misura del c.d. canone ricognitorio, il soggetto concessionario che sia un’associazione a scopo non lucrativo deve fornire la prova dell’impiego per scopi di interesse pubblico delle imbarcazioni dei soci ormeggiate nelle aree demaniali, a tal fine essendo insufficiente il semplice ormeggio, in sé e per sé considerato, consentito ai soci.

Una associazione di prom... _OMISSIS_ ...ai sensi dell’art. 2 della legge 7 dicembre 2000, n. 383 e associazione di protezione ambientale ai sensi dell’art. 13 della legge 8 luglio 1986, n. 349 e del decreto del Ministro dell’ambiente del 17 dicembre 2001 (nella specie, la Lega Navale Italiana) ha diritto l’applicazione del c.d. canone ricognitorio qualora i soci titolari di diritti di ormeggio verso pagamento di un compenso esercitino tale loro diritto in modo strettamente strumentale e funzionale ai fini perseguiti dall’associazione, nel senso che gli stessi mettano le proprie imbarcazioni ormeggiate nelle aree demaniali a disposizione per il perseguimento di scopi di interesse pubblico, rimanendo in siffatta ipotesi il provento conseguito dalla Lega Navale (sotto forma di compenso p... _OMISSIS_ ...ggio versato dai soci) interamente assorbito dal perseguimento dello scopo di interesse pubblico.

L’art. 37 cod. nav., nella parte in cui prevede il canone di mero riconoscimento, per il suo carattere di specialità in raffronto ai princìpi generali, deve essere interpretato in senso restrittivo: pertanto tale canone non può essere applicato nei casi in cui la ritrazione di utili o proventi dell’attività derivi in modo indiretto e mediato (ma pur sempre con un nesso di strumentalità necessaria) dall’impiego del bene demaniale.

Nel caso di occupazione di aree demaniali marittime per la posa di cavi ed impianti strumentali alla somministrazione di energia elettrica, sussistono ambedue i presupposti indicati dall’art. ... _OMISSIS_ ...ma, c.nav., nonché dall’art. 37, secondo comma, regol. c.nav., per beneficiare del regime del cd. canone ricognitorio di cui al medesimo art. 39, secondo comma, cit., e, quindi, della misura ridotta di detto canone stabilita dall’art. 2, comma 7, del d.m. n. 342/1998, e cioè: 1) l’essere le opere realizzate di pubblico interesse, perché strettamente strumentali alla fornitura di energia elettrica; 2) il non ricavare la concessionaria alcun lucro o provento diretto dal bene demaniale, poiché i proventi della società derivano dal corrispettivo ad essa versato dagli utenti del servizio di fornitura dell’energia elettrica, e non già dall’occupazione e utilizzazione dell’area demaniale.

Non può beneficiare del regime del cd. cano... _OMISSIS_ ... nella misura ridotta stabilita dall’art. 2, comma 7, del d.m. n. 342/1998 l'attività di prelievo di acqua marina per la condensazione del vapore di scarico delle turbine ed il raffreddamento dei macchinari di una centrale termoelettrica.

Le concessioni alle quali si applica la riduzione del canone prevista dall’art. 39, co. 2, cod. nav. sono quelle che perseguono fini di beneficenza o comunque di pubblico interesse, dalle quali il concessionario non ritrae alcun lucro o provento.

La riduzione del canone prevista dall’art. 39, co. 2, cod. nav. postula che l'occupazione dell'area sia funzionale alla stretta attuazione di una finalità pubblicistica oppure all'esercizio di servizi di pubblica utilità, in un caso come nell'altro pr... _OMISSIS_ ...ità o proventi, con la precisazione che l'assenza di provento o reddito da tali attività non implica né la sua l’attrazione all'interesse pubblico né la riduzione del canone.

In tema di concessioni demaniali marittime, per l'applicazione del canone ridotto di mero riconoscimento rileva, ai sensi dell'art. 39 c. nav., non la natura pubblica o privata dell'ente concessionario, ma il fine, di beneficenza o di pubblico interesse, che il concessionario si propone di conseguire attraverso la c...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 17434 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 3,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo