L'annullamento regionale del titolo edilizio

PATOLOGIA --> AUTOTUTELA --> TITOLO EDILIZIO --> ANNULLAMENTO REGIONALE --> COMPETENZA

La competenza ad adottare il provvedimento di annullamento regionale del permesso di costruire (art. 39 D.P.R. 380/2001) è del Dirigente e non del Presidente della Giunta Regionale o della Giunta medesima.

Legittimamente l'annullamento del permesso di costruire da parte della provincia è disposto da un soggetto che ha qualifica di dirigente e non dall'organo politico.

PATOLOGIA --> AUTOTUTELA --> TITOLO EDILIZIO --> ANNULLAMENTO REGIONALE --> FINALITÀ

L'esercizio del potere sostitutivo di annullamento regionale delle concessioni di costruzione, a differenza dei poteri di autotutela del comune, non comporta ... _OMISSIS_ ...precedente operato, ma è finalizzato a ricondurre le amministrazioni comunali al rigoroso rispetto della normativa in materia edilizia, onde l'interesse pubblico all'annullamento è “in re ipsa” .

L'annullamento regionale ex art. 39 D.P.R. 380/2001 è volto a ricondurre le amministrazioni comunali al rispetto della normativa urbanistica locale e nazionale nell’esercizio del potere di pianificazione del territorio spettante alla Regione.

PATOLOGIA --> AUTOTUTELA --> TITOLO EDILIZIO --> ANNULLAMENTO REGIONALE --> L. COST. 3/2011

La normativa urbanistico-edilizia rientra nella materia indicata come “governo del territorio” ed attribuita alla potestà legislativa concorrente delle regioni (art. 1... _OMISSIS_ ...st.); sicché nulla si oppone a che tale normativa (nella specie, dapprima contemplato dall'art. 27 della l. 17 agosto 1942, n. 1150, poi dall’art. 39, D.P.R. 380/2001 nonché, per la Regione Puglia, dall’art. 39 l.r. 22/2006) preveda la possibilità di un intervento della regione - o di un ente da questa delegato (come nel caso di specie, le Province) - al fine di assicurare l'esercizio unitario delle relative funzioni amministrative, come in tema di annullamento straordinario, sulla base del principio di adeguatezza (stante la dimensione regionale dell'ordinamento urbanistico-edilizio).

La portata della previsione di cui all’art. 39 del Testo unico edilizia è limitata ad attribuire alla Regione, ovvero all’ente da questa delegato, il pot... _OMISSIS_ ...re l'amministrazione comunale al rigoroso rispetto della normativa edilizia nell'ambito di un sistema, in cui, secondo l'art. 118 Cost., nel testo risultante dalla l. cost. 18 ottobre 2001, n. 3, le funzioni amministrative sono attribuite ai comuni salvo che, per assicurarne l'esercizio unitario, siano conferite a Province, Città metropolitane, Regioni e Stato, sulla base dei principi di sussidiarietà, differenziazione ed adeguatezza.

Il potere previsto dall'art. 39 D.P.R. 380/2001 sussiste anche dopo l'entrata in vigore della l. cost. 3/2001.

La Regione o la Provincia non ha perso il potere di annullamento del titolo edilizio di cui all'art. 39 D.P.R. 380/2001 per effetto dell'entrata in vigore della l. cost. 3/2001.

Il potere di... _OMISSIS_ ...regionale (o provinciale, qualora la Regione abbia delegato tale potestà alla Provincia) non è stato superato dall'entrata in vigore della l. cost. 3/2001.

PATOLOGIA --> AUTOTUTELA --> TITOLO EDILIZIO --> ANNULLAMENTO REGIONALE --> NATURA

Il potere di annullamento regionale di un titolo edilizio è una forma di autotutela speciale, riconducibile al paradigma dell’art. 21 nonies l.n. 241/1990, salva la specialità dei termini di esercizio, che sono di perdurante vigenza. Che si tratti di un potere di autotutela è desumibile dai seguenti rilievi: - l’annullamento dell’atto non è dovuto in presenza della riscontrata illegittimità. L’art. 39 t.u. edilizia configura il potere di annullamento regionale come un potere ... _OMISSIS_ ...utilizzando l’espressione “possono essere annullati”; - l’annullamento non è un atto “coercibile” da parte del privato o da altro organo dell’amministrazione.

Il potere di annullamento in autotutela regionale di un titolo edilizio è un potere di amministrazione attiva, di secondo grado, coerente con l’art. 21 nonies l.n. 241/1990 secondo cui il potere di annullamento dell’atto amministrativo illegittimo può essere esercitato, oltre che dall’amministrazione che ha autorato il provvedimento, da altro organo previsto dalla legge.

Il potere regionale di annullamento di un titolo edilizio si caratterizza come espressione del ruolo partecipativo della Regione nella complessiva azione di gover... _OMISSIS_ ...io. Esso non è un'esternazione di un potere di controllo, nel qual caso, il suo esercizio sarebbe stato vincolato a rimuovere l’atto edilizio illegittimo, obbligo escluso, appunto, dall’espressione «possono essere annullati», contenuta nella legislazione regionale e nazionale di riferimento.

Il potere di annullamento regionale del titolo edilizio di cui all’art. 39 t.u. n. 380/2001 configura un'autotutela speciale, riconducibile al paradigma dell’art. 21-novies l. n. 241/1990. Che si tratti di un potere di autotutela è desumibile dai seguenti rilievi:- l’annullamento dell’atto non è “dovuto” in presenza della riscontrata illegittimità. L’art. 39 t.u. edilizia configura il potere di annullamento ... _OMISSIS_ ...un potere discrezionale, utilizzando l’espressione “possono essere annullati”;- l’annullamento non è un atto “coercibile” da parte del privato o da altro organo dell’Amministrazione.Si tratta dunque di un potere di amministrazione attiva, di secondo grado, coerente con l’art. 21-novies l. n. 241/1990 secondo cui il potere di annullamento dell’atto amministrativo illegittimo può essere esercitato, oltre che dall’Amministrazione che ha autorato il provvedimento, da altro organo previsto dalla legge.

Anche a voler accedere alla tesi secondo cui il potere di annullamento regionale del titolo edilizio di cui all’art. 39 t.u. n. 380/2001 è un potere di vigilanza e controllo, questo non giustifica senz... _OMISSIS_ ... sua sottrazione all’ambito di applicazione dell’art. 21-novies l. n. 241/1990; infatti tale norma non reca una delimitazione dell’annullamento di ufficio all’ambito della c.d. autotutela, e fa riferimento a tutti i casi in cui l’annullamento possa essere disposto dalla stessa Amministrazione autrice dell’atto o da “altro organo previsto dalla legge”.

Il potere di annullamento regionale del titolo edilizio non è assimilabile all'attività di controllo (ontologicamente vincolata nell'an) ma va invece ricondotto alla concorrente competenza dell'autorità regionale in materia di pianificazione urbanistica. Ne consegue da un lato che l'esercizio di detto potere ha carattere eccezionale, in quanto la prevalenza della sc... _OMISSIS_ ...one su quella del comune rappresenta la clausola di salvaguardia in un sistema che vede i due Enti concorrere in modo paritario al corretto esercizio della gestione del territorio; dall'altro che l'annullamento regionale non è in alcun modo doveroso ma resta sempre assolutamente discrezionale. Ciò comporta, in sostanza, che in materia non è configurabile un obbligo della Regione di provvedere sull'istanza di terzi che sollecitano l'esercizio di quel potere.

L'esercizio del potere di annullamento regionale del titolo edilizio ha...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 34383 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 7,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo