L'affidamento dei privati rispetto all'annullamento in autotutela di un titolo edilizio

Il fatto che il Comune abbia, erroneamente, certificato la destinazione urbanistica di un terreno indicando un vecchio indice di edificabilità non determina alcun legittimo affidamento nella legittimità del titolo edilizio successivamente ottenuto.

Laddove l’illegittimità riscontrata dal Comune, nell’esercizio del potere di autotutela, sia addebitabile allo stesso richiedente, non occorre che l’atto di annullamento della concessione edilizia sia motivato mediante la comparazione tra l’interesse pubblico e il contrapposto interesse del privato.

Nella materia edilizia l’annullamento d’ufficio del permesso di costruire richiede un’espressa motivazione in ordine all’interesse pubblico concreto ed attua... _OMISSIS_ ...o dello status quo ante e una valutazione comparativa della posizione del destinatario del provvedimento, in particolar modo laddove tale posizione si sia consolidata, suscitando nel destinatario un ragionevole affidamento, tale da giustificare il ricorso al potere di autotutela della P.A.

Nel novero dei soggetti in capo ai quali deve essere verificata la sussistenza di un affidamento meritevole di protezione rispetto all'annullamento in autotutela di un titolo edilizio, non possono non includersi gli aventi causa del costruttore del fabbricato de quo, ovvero gli acquirenti delle singole unità immobiliari di cui questo è composto: deve anzi rilevarsi che, in considerazione dei risvolti ripristinatori del potere di autotutela, essi sono gli unici soggetti attua... _OMISSIS_ ... di un interesse contrapposto a quello del promotore del procedimento di autotutela, destinato ad essere immediatamente sacrificato per effetto del suo eventuale esito caducatorio.

In sede di annullamento in autotutela di un titolo edilizio, è insufficiente il mero riferimento alla considerazione che l’interesse del privato è sicuramente subordinato a quello paesaggistico, dovendosi motivare tale conclusione anche alla luce delle circostanze del caso concreto (nella specie, l'affidamento ingenerato nel privato dal costante contegno tenuto dall'amministrazione), pervenendo magari ugualmente ad un giudizio di recessività comunque dell’interesse del privato, ma pur sempre all’esito di una valutazione della non decisività di tali elementi, di cui... _OMISSIS_ ...rappresentate le ragioni in sede provvedimentale.

Nessun affidamento può dirsi sorto in capo all'intestatario di un titolo edilizio che, dopo meno di un mese dal rilascio, abbia ricevuto l'avviso di avviso del procedimento per l’annullamento.

L’annullamento d’ufficio di un titolo edilizio da parte dell’amministrazione che intervenga ad una notevole distanza di tempo e dopo che le opere sono state completate esige una più puntuale e convincente motivazione a tutela del legittimo affidamento dell’interessato.

Il canone della ragionevolezza del termine per il legittimo esercizio del potere di annullamento in autotutela deve essere riguardato secondo un’ottica rigidamente oggettiva, parametrandone l... _OMISSIS_ ...cemente in relazione al tempo trascorso fra il momento dell’adozione del provvedimento originario e quello dell’adozione dell’atto di autoannullamento.

In ipotesi di annullamento d’ufficio di un titolo edilizio illegittimo qualora il tempo di reazione in autotutela sia da reputarsi tanto breve da aver impedito il formarsi di qualsivoglia legittimo affidamento in capo al soggetto privato, deve escludersi un onere motivazionale in capo all’amministrazione procedente circa la prevalenza su di esso dell’interesse pubblico all’annullamento d’ufficio.

La brevità del tempo occorso alla P.A. per procedere all’annullamento in autotutela del titolo edilizio illegittimo deve essere valutata anche alla l... _OMISSIS_ ...i provvedimenti di sospensione dei lavori.

Il legittimo affidamento del privato non può fondarsi su atteggiamenti tolleranti o negligenti dell’amministrazione riguardo a condotte dei privati integranti fattispecie di reato.

In materia di edilizia il potere di autotutela deve essere esercitato dall'amministrazione competente entro un termine ragionevole e supportato dall'esternazione di un interesse pubblico, attuale e concreto, alla rimozione del titolo edilizio tanto più quando il privato, in ragione del tempo trascorso, ha riposto, con la realizzazione del progetto, un ragionevole affidamento sulla regolarità dell'autorizzazione edilizia.

In sede di annullamento in autotutela di un titolo edilizio non è configurabile una r... _OMISSIS_ ...i tipo precontrattuale della pubblica amministrazione.

L’esercizio dei poteri di autotutela da parte dell’amministrazione involge profili di discrezionalità amministrativa che in alcun modo incidono, direttamente o indirettamente, sull'aspettativa qualificata del terzo alla conclusione di un rapporto di natura pretensiva in atto con l’amministrazione.

Pur non riscontrandosi un termine di decadenza del potere di autoannullamento del titolo edilizio, la caducazione che intervenga ad una notevole distanza di tempo e dopo che le opere sono state completate, esige una più puntuale e convincente motivazione a tutela del legittimo affidamento.

In materia di annullamento in autotutela di un titolo edilizio, non è configu... _OMISSIS_ ...esione dell'affidamento ingenerato nel privato che abbia realizzato un aumento di volumetria in misura superiore a quella prevista dalla legge utilizzando un titolo diverso da quello necessario.

Il permesso di costruire rilasciato in violazione delle norme urbanistiche pregiudica di per sé gli interessi alla cui salvaguardia è preordinata la stessa normativa, per cui il contrapposto interesse del titolare della concessione edilizia può avere rilievo qualora sia incolpevole e consolidato: solo in quel caso quest’ultimo può essere posto a raffronto con quello al rispetto della programmazione urbanistica comunale.

Ai fini dell'autoannullamento del permesso di costruire, è di norma irrilevante — salvi casi di spazi temporali esagera... _OMISSIS_ ...trascorso dall'attività edilizia posta in essere, in quanto la repressione degli abusi edilizi è un preciso obbligo della P.A. la quale, a fronte dell'accertamento della violazione delle norme edilizie, non gode di alcuna discrezionalità al riguardo.

Non può invocare alcun legittimo affidamento alla conservazione del titolo edilizio illegittimamente conseguito il soggetto che si sia visto sospeso per ben tre volte i lavori.

Il lasso di tempo breve intercorrente tra il rilascio del titolo edilizio e il suo annullamento esclude che possa dirsi formato un affidamento del titolare alla conservazione del permesso di costruire.

Non è accettabile che un soggetto imprenditoriale si predisponga ad una consistente operazione edilizia senza ... _OMISSIS_ ...ertato della legittimità del titolo ricevuto, a fronte di una disciplina pianificatoria chiara ed univoca nel richiedere una previa pianificazione di dettaglio.

L'amministrazione, annullando in autotutela il titolo edilizio, non può fondatamente imputare al privato errori di percezione o di valutazione che sono stati propri, senza sottrarsi un’attenta motivazione in ordine alla comparazione dell'interesse del privato con l’interesse pubblico alla rimozione del permesso di costruire.

In caso di annullamento in autotutela di un ti...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 21380 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 3,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo