Carrello
Carrello vuoto



Il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza


 Sono omessi dal presente articolo eventuali note ed altri contenuti reperibili nel prodotto

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.

Laureata in giurisprudenza

La figura del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza, introdotta ufficialmente con il d.lgs. n. 626/1994 in linea di continuità con quanto già previsto dall'art. 9 St.Lav. (l. n. 300/1970) ed in ogni caso con la normativa europea, è attualmente delineata in maniera dettagliata dal d.lgs. n. 81/2008 (cd. T.U. in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro), parzialmente modificato dal d.lgs. n. 106/2009.

Tramite essa i lavoratori hanno la possibilità di partecipare attivamente al sistema di valutazione e prevenzione dei rischi dell'ambiente in cui operano, attraverso quel meccanismo procedimentale che deve essere adottato da tutti i datori di lavoro ai sensi della legislazione in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro e in ossequio al cd. modello partecipativo. Ciò in linea di principio senza la necessità di una mediazione da parte degli organismi sindacali che di fatto però svolgono anche in questo caso un ruolo specifico nelle imprese con dimensioni superiori ai 15 dipendenti.

E così dunque ex art. 47 d.lgsn. 81/08 il Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza è eletto o designato in tutte le aziende, o unità produttive:
- in quelle che occup... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...15 lavoratori direttamente dailavoratori al loro interno oppure è individuato per più aziende nell'ambito territoriale o del comparto produttivo secondo quanto previsto dall'articolo 48;
- in quelle con più di 15 lavoratori è eletto o designato dai lavoratori nell'ambito delle rappresentanze sindacali in azienda. In assenza di tali rappresentanze, ilrappresentante è eletto dai lavoratori della azienda al loro interno.
Il numero minimo legale dei rappresentanti è di uno nelle aziende ovvero unità produttive sino a 200 lavoratori; tre nelle aziende ovvero unità produttive da 201 a 1.000 lavoratori; sei in tutte le altre aziende o unità produttive oltre i 1.000 lavoratori. La contrattazione collettiva ha quindi il potere di stabilire un numero maggiore oltre alle «modalità di designazione o di elezione del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza, nonché il tempo di lavoro retribuito e gli strumenti perl'espletamento delle funzioni».

Ai sensi dell'art. 50 d.lgs. cit. il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza:
a) accede ai luoghi di lavoro in cui si svolgono le lavorazioni;
b) è consultato preventivamente e tempestivamente in ordin... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...tazione dei rischi, alla individuazione, programmazione, realizzazione e verifica della prevenzione nella azienda o unità produttiva;
c) è consultato sulla designazione del responsabile e degli addetti al servizio diprevenzione, alla attività di prevenzione incendi, al primo soccorso, alla evacuazione dei luoghi di lavoro e del medico competente;
d) è consultato in merito all'organizzazione della formazione di cui all'articolo 37;
e) riceve le informazioni e la documentazione aziendale inerente alla valutazione dei rischi e le misure di prevenzione relative, nonché quelle inerenti alle sostanzeed ai preparati pericolosi, alle macchine, agli impianti, alla organizzazione e agli ambienti di lavoro, agli infortuni ed alle malattie professionali;
f) riceve le informazioni provenienti dai servizi di vigilanza;
g) riceve una formazione adeguata;
h) promuove l'elaborazione, l'individuazione e l'attuazione delle misure diprevenzione idonee a tutelare la salute e l'integrità fisica dei lavoratori;
i) formula osservazioni in occasione di visite e verifiche effettuate dalle autorità competenti, dalle quali è, di norma, sentito;
l) partecipa alla riunione periodica di cui all'arti... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ... /> m) fa proposte in merito alla attività di prevenzione;
n) avverte il responsabile della azienda dei rischi individuati nel corso della sua attività;
o) può fare ricorso alle autorità competenti qualora ritenga che le misure di prevenzione e protezione dai rischi adottate dal datore di lavoro o dai dirigenti e i mezzi impiegati per attuarle non siano idonei a garantire la sicurezza e la salute durante il lavoro.

Gode delle medesime tutele attribuite dalla legge alle rappresentanze sindacali. Su sua richiesta e perl'espletamento della sua funzione riceve copia della documentazione aziendale in materia di sicurezza, ha diritto ad una formazione particolare in materia di salute e sicurezza concernente i rischi specifici esistenti negli ambiti in cui esercita la propria rappresentanza, tale da assicurargli adeguate competenze sulle principali tecniche di controllo e prevenzione dei rischi stessi.

 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI