Carrello
Carrello vuoto



La pubblicazione del P.R.G. quale condizione di efficacia normativa

P.R.G. e regolamenti edilizi, per diventare esecutivi ed acquisire efficacia normativa, devono, dopo l'approvazione, essere portati a conoscenza dei destinatari nei modi di legge, ovvero previo pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale, ora nel Bollettino Ufficiale della Regione, ed affissi nell'albo pretorio del Comune.

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:IL CODICE DELLA PIANIFICAZIONE URBANISTICA
anno:2017
pagine: 3590 in formato A4, equivalenti a 6103 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 45,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


PIANIFICAZIONE --> STRUMENTO URBANISTICO COMUNALE GENERALE --> PIANO REGOLATORE GENERALE --> PUBBLICAZIONE

I piani regolatori generali ed i regolamenti edilizi con annessi programmi di fabbricazione - le cui norme, essendo integrative di quelle contenute nel codice in materia di costruzioni, rientrano nella scienza ufficiale del giudice, il quale ha pertanto il dovere di accertarne l'effettiva vigenza tenendo conto che per diventare esecutivi ed acquistare efficacia normativa, devono, dopo l'approvazione dell'autorità regionale, essere portati a conoscenza dei destinatari nei modi di legge, ossia mediante pubblicazione da eseguirsi con affissione all'albo pretorio, essendo tale pubblicazione condizione necessaria per l'efficacia e l'obbligatorietà dello strumento urbanistico, senza possibilità di efficacia retroattiva dalla data di approvazione da parte dell'organo regionale.

Salve le ipotesi di stravolgimento del piano, la pubblicazione prevista dall'art. 9, legge 17.8.1942 n. 1150 finalizzata alla presentazione delle osservazioni da parte dei soggetti interessati al progetto di piano adottato da un comune, non è richiesta per le successive fasi del procedimento, anche se il piano originario risulti modificato a ... [Omissis - La versione integrale � presente nel prodotto - Omissis] ...prescrizioni introdotte in sede di approvazione regionale.

Salve le ipotesi di stravolgimento del PRG, la pubblicazione prevista dall'art. 9, legge 17.8.1942 n. 1150 (e dalle corrispondenti norme regionali), finalizzata alla presentazione delle osservazioni da parte dei soggetti interessati al progetto di piano adottato dal Comune, non è richiesta per le successive fasi del procedimento, anche se il piano originario risulti modificato a seguito di prescrizioni introdotte in sede di approvazione regionale.

L'efficacia del piano regolatore o di sue varianti decorre dalla data di pubblicazione del relativo provvedimento di approvazione sul bollettino ufficiale regionale, ai sensi della disposizione generale di cui all'art. 10 comma 6 della legge 17 agosto 1942, n. 1150, salva diversa previsione legislativa regionale.

Le prescrizioni del P.R.G., una volta approvate e pubblicate nelle forme previste, hanno valore di prescrizione di ordine generale di contenuto normativo, e come tali sono assistite da una presunzione legale di conoscenza da parte dei destinatari.

I piani regolatori generali e i regolamenti edilizi con annessi programmi di fabbricazione, per diventare esecutivi ed acquistare efficacia normativa, devono,... [Omissis - La versione integrale � presente nel prodotto - Omissis] ...rovazione, essere portati a conoscenza dei destinatari nei modi di legge, ossia mediante pubblicazione da eseguirsi con affissione all'albo pretorio, essendo tale pubblicazione condizione necessaria per l'efficacia e l'obbligatorietà dello strumento urbanistico.

la pubblicità della disciplina urbanistica ha valenza di mera pubblicità-notizia e questa conclusione non muta in considerazione dell'art. 34 del d.lgs. 267/2000, dedicato all'accordo di programma.

L'obbligo di pubblicazione del piano regolatore risulta strumentale alla migliore partecipazione e collaborazione dei cittadini e di chiunque vi abbia interesse alla attività di pianificazione del territorio comunale, anche attraverso, in particolare, la presentazione delle previste osservazioni.

La pubblicazione del P.R.G. non deve essere ripetuta laddove il Piano regolatore riceva modifiche in dipendenza dell'accoglimento di osservazioni presentate o anche per effetto di modifiche introdotte a seguito di espressa richiesta rappresentata dalla Regione in sede di approvazione, a meno che l'accoglimento delle osservazioni (o comunque la modifica introdotta) abbia comportato una profonda deviazione dai criteri posti a base del piano stesso, nel qual caso oc... [Omissis - La versione integrale � presente nel prodotto - Omissis] ...uova pubblicazione e la conseguente raccolta delle nuove osservazioni.

Non è necessaria la ripubblicazione del P.R.G. qualora la modifica introdotta non incida sulle linee portanti dello strumento in itinere ma su singole prescrizioni previste dalle NTA per la specifica utilizzazione dell'area.

È necessaria la ripubblicazione del P.R.G. qualora, dall'accoglimento delle osservazioni formulate dai privati, comportanti una profonda deviazione dai criteri posti a base del piano adottato, discenda una modifica immediata del testo del piano stesso.

Le norme del piano regolatore generale divengono vincolanti per la P.A. e per i privati cittadini soltanto dal momento in cui il piano, adottato dal Consiglio Comunale e poi approvato dall'autorità competente, è pubblicato nella Gazzetta Ufficiale, ora nel Bollettino Ufficiale della Regione, ed affisso nell'albo pretorio del Comune.

I piani regolatori ed i regolamenti edilizi con annessi programmi di fabbricazione per diventare esecutivi ed acquistare efficacia normativa devono, dopo l'approvazione, essere portati a conoscenza dei destinatari nei modi di legge, ossia mediante pubblicazione da eseguirsi con affissione all'albo pretorio, essendo tale pubbl... [Omissis - La versione integrale � presente nel prodotto - Omissis] ...ndizione necessaria per l'efficacia e l'obbligatorietà dello strumento urbanistico.

La pubblicazione nell'albo pretorio del P.R.G. non deve risultare necessariamente dalla certificazione del segretario comunale, prevista dall'art. 163 del R.D. 297/1911, ma può essere anche desunta da elementi indiziari gravi, precisi e concordanti, quale può essere la sua prolungata applicazione, le affermazioni del c.t.u., specie se non contestate dallle parti, il certificato di destnazione urbanistica.

L'obbligo di nuova pubblicazione del Piano Regolatore Generale, con possibilità per i privati di presentare nuove osservazioni, ricorre solo nel caso in cui le modifiche introdotte mutino le caratteristiche essenziali ed i criteri di impostazione del piano.

La P.A. è tenuta a ripubblicare lo strumento urbanistico generale quando rispetto alla versione adottata vengano introdotte modificazioni di portata e rilievo tali da determinare una rielaborazione complessiva dello strumento medesimo, ovvero un mutamento delle sue caratteristiche essenziali e/o dei criteri che presiedono alla sua stessa impostazione.

La pubblicazione prevista dall'art. 9 legge 1150/1942 è finalizzata alla presentazione delle... [Omissis - La versione integrale � presente nel prodotto - Omissis] ...ni da parte dei soggetti interessati al progetto di piano adottato dal Comune, ma non è richiesta, di regola, per le successive fasi del procedimento, anche se il piano originario risulti modificato a seguito dell'accoglimento di alcune osservazioni o di modifiche introdotte in sede di approvazione regionale, salvo che si tratti di modifiche tali da stravolgere il piano e comportare nella sostanza una nuova adozione.

La ripubblicazione del P.R.G. è necessaria , a seguito dell'accoglimento delle osservazioni presentate dai privati, solo nel caso in cui sia stata effettuata una rielaborazione complessivamente innovativa del piano stesso, e cioè un mutamento delle sue caratteristiche essenziali e dei criteri che presiedevano alla sua impostazione.

L'obbligo di ripubblicazione di un piano regolatore comunale, a seguito delle modifiche ad esso apportate in sede di approvazione da parte della Regione o della Provincia, sussiste solo se si tratta di modifiche discrezionali e non anche nel caso di modifiche obbligatorie volte ad adeguare il piano comunale ad uno strumento sovraordinato e vincolante.

I piani regolatori generali ed i regolamenti edilizi con annessi programmi di fabbricazione, per diventare esecutivi ed acqu... [Omissis - La versione integrale � presente nel prodotto - Omissis] ...cacia normativa, devono, dopo l'approvazione, essere portati a conoscenza dei destinatari nei modi di legge, ossia mediante pubblicazione da eseguirsi con affissione all'albo pretorio, essendo tale pubblicazione condizione necessaria per l'efficacia e l'obbligatorietà dello strumento urbanistico

Il sistema di pubblicazione del PRG previsto dall'art. 10 della L. n. 1150/1942 mediante pubblicazione nella G.U. del decreto di approvazione e deposito del piano nella casa comunale in libera visione del pubblico, resta fermo pur dopo il passaggio delle funzioni alle regioni, ai sensi dell'art. 1 lett. a) del d.p.r. 15 gennaio 1972 n. 8 , salvo diversa previsione legislativa regionale, che, di solito, prescrive la mera pubblicazione sul bollettino ufficiale della regione del piano regolatore generale.

Solo qualora l'accoglimento delle osservazioni formulate dai privati abbia comportato una profonda deviazione dai criteri posti a base del piano adottato si deve far luogo ad una nuova pubblicazione ed alla conseguente nuova raccolta delle osservazioni dei privati.


 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI