Carrello
Carrello vuoto



Pubblica utilità in Emilia Romagna, Lombardia, Sicilia


Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:DICHIARAZIONE DI PUBBLICA UTILITÀ
anno:2018
pagine: 1876 in formato A4, equivalenti a 3189 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 40,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


PUBBLICA UTILITÀ --> DICHIARAZIONE DI P.U. --> REGIONI/PROVINCE --> EMILIA - ROMAGNA

La legge reg. Emilia Romagna 19 dicembre 2002 n. 37, all'art. 12 comma 6 prevede che "nel medesimo caso di cui al comma 5 la delibera di approvazione della variante al POC comporta altresì dichiarazione di pubblica utilità qualora l'autorità competente alla realizzazione dell'opera ovvero il soggetto privato che chiede l'espropriazione ne faccia espressa richiesta trasmettendo all'amministrazione comunale il progetto definitivo dell'opera, in luogo di quello preliminare. In tale caso il POC o la variante allo stesso è approvata con le modalità previste dall'articolo 34 della l.r. 20/2000, come integrato dall'articolo 17 della presente legge."

La legge reg. Emilia Romagna 19 dicembre 2002 n. 37 prevede, all'art. 15, che la dichiarazione di pubblica utilità deriva dall'approvazione: a) del progetto definitivo dell'opera pubblica o di pubblica utilità; b) del Piano urbanistico attuativo (PUA) di cui all'articolo 31 della l.r. 20/2000; c) di uno strumento di pianificazione, anche di settore o attuativo, ovvero dal rilascio di una concessione, di una autorizzazione o di un atto avente effetti equivalenti q... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...base alla normativa vigente, l'approvazione od il rilascio di tali atti equivalga a dichiarazione di pubblica utilità.

In base alla legge reg. Emilia Romagna 19 dicembre 2002 n. 37, la dichiarazione di pubblica utilità dell'opera può essere altresì disposta espressamente dagli atti di apposizione del vincolo espropriativo previsti dall'articolo 8, comma 2, qualora con i medesimi atti si provveda all'approvazione del progetto definitivo dell'opera, nell'osservanza anche degli adempimenti previsti dall'articolo 16.

In base alla legge reg. Emilia Romagna 19 dicembre 2002 n. 37 nei casi in cui il POC assume il valore e gli effetti di PUA, ai sensi dell'articolo 30, comma 4, della l.r. 20/2000, la dichiarazione di pubblica utilità delle opere ivi previste deriva dall'approvazione del POC stesso.

Alla luce del disposto di cui all'art. 12 e 15 L.R. 37/2002, perché possa ottenersi la dichiarazione di pubblica utilità dell'opera, ai sensi dell'art. 12, co. 6, l. reg. n. 37/2002, il progetto definitivo dell'opera non deve essere solo trasmesso all'amministrazione, ma deve essere da questa esplicitamente approvato.

E' certamente possibile ritenere, che anche la delibera di prima app... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...el POC o di un suo stralcio possono produrre effetti non dissimili da quelli propri della variante al POC, ma solo se all'approvazione di un POC "parziale" ovvero di uno "stralcio" del medesimo, si accompagni, ai sensi dell'art. 12, comma 6, l'approvazione del progetto definitivo.

La disposizione di cui all'articolo 12 comma 6 della L.R. n. 37/2002, in base al quale la delibera di approvazione della variante al P.O.C. comporta altresì dichiarazione di pubblica utilità qualora sia trasmesso all'Amministrazione comunale il progetto definitivo dell'opera, in luogo di quello preliminare, non presuppone la vigenza del P.O.C; deve pertanto ritenersi applicabile sia in ipotesi di variante che di prima approvazione del P.O.C. ovvero di un suo stralcio.

PUBBLICA UTILITÀ --> DICHIARAZIONE DI P.U. --> REGIONI/PROVINCE --> LOMBARDIA

Anche prescindendo dalla natura ordinatoria del termine ex art. 52 quater DPR 327/2001, lo stesso non trova applicazione qualora nella materia della realizzazione di linee e impianti elettrici la domanda di dichiarazione della pubblica utilità sia regolata dalla normativa speciale (nel caso di specie legge regionale Lombardia n. 52 del 1982), che nessun termine particolare preved... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...do.

PUBBLICA UTILITÀ --> DICHIARAZIONE DI P.U. --> REGIONI/PROVINCE --> SICILIA

L'art. 36 l.r. n. 54/1956 non introduce alcuna deroga alla normativa urbanistica, ma molto più semplicemente prevede un'eccezione al principio generale secondo cui la dichiarazione di pubblica utilità presuppone l'apposizione del vincolo preordinato all'esproprio da parte del Comune. Ne consegue che tale norma deve essere coordinata con quella di cui all'art. 12, comma 3, del DPR n. 327/2001, laddove si prevede che, qualora non sussista ancora il vincolo preordinato all'esproprio, la dichiarazione di pubblica utilità diventa efficace al momento della sua apposizione.



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI