ESPROPRIonline 2/2007

Le nostre pubblicazioni sono realizzate nel pratico  formato PDF e sono scaricabili immediatamente dopo l'acquisto online. Non vendiamo libri cartacei.

L'espropriazione per pubblica utilità

Benini, Stefano

01 gennaio 2008

pdf  / 248 pagine in formato A4

Indennità pari al valore venale: pietra miliare di un rapporto nuovo tra pubblica amministrazione ed espropriati | E' incostituzionale la reiterazione dei vincoli espropriativi con legge-provvedimento restando vulnerato il rispetto delle garanzie procedimentali | I nuovi criteri di determinazione dell’indennità di espropriazione per le aree edificabili. Brevi riflessioni, a caldo, sull’art. 37-bis del disegno di legge finanziaria 2008 | Il nuovo testo dell’art. 37 d.p.r. 327/2001 sulla determinazione dell’indennità di espropriazione per le aree edificabili nel disegno di legge finanziaria 2008 | Le procedure accelerate nell’ambito della procedura espropriativa | eccetera

25,00

  • editore: Exeo
  • collana: osservatorio di giurisprudenza
  • numero in collana: 2
  • issn: 1971-999 X
  • sigla: EOL02
  • categoria: ESPROPRIonline
  • tipologia: giuridica
  • genere: periodico
  • altezza: cm 24
  • larghezza: cm 17
  • dimensione: A4
  • funzioni permesse: Stampa: SI - Modifica: SI - Copia/Incolla: SI
  • protezione: digital watermarking
  • disponibità: illimitata
  • destinatari: professionale accademico
  • soggetto: diritto

parte 1 dottrina


PAOLO LORO
INDENNITA’ PARI AL VALORE VENALE: PIETRA MILIARE DI UN RAPPORTO NUOVO TRA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ED ESPROPRIATI

Il nuovo art. 37 del dPR 327/2001
La sentenza 348/2007 e la “funzione sociale” applicata all’indennità di esproprio
Espropri isolati ed interventi di riforma economico-sociale
La maggiorazione del 10% sul valore venale
Il regime transitorio
L’equiparazione tra indennità e risarcimento

STEFANO BENINI
E’ INCOSTITUZIONALE LA REITERAZIONE DEI VINCOLI ESPROPRIATIVI CON LEGGE-PROVVEDIMENTO RESTANDO VULNERATO IL RISPETTO DELLE GARANZIE PROCEDIMENTALI

La questione e i profili di incostituzionalità
Leggi-provvedimento e scrutinio di costituzionalità
La Corte ripensa la sua posizione

MAURIZIO BORGO
I NUOVI CRITERI DI DETERMINAZIONE DELL’INDENNITÀ DI ESPROPRIAZIONE PER LE AREE EDIFICABILI. BREVI RIFLESSIONI, A CALDO, SULL’ART. 37-BIS DEL DISEGNO DI LEGGE FINANZIARIA 2008

ANTONINO CIMELLARO
IL NUOVO TESTO DELL’ART. 37 D.P.R. 327/2001 SULLA DETERMINAZIONE DELL’INDENNITÀ DI ESPROPRIAZIONE PER LE AREE EDIFICABILI NEL DISEGNO DI LEGGE FINANZIARIA 2008

L’art. 37 bis del disegno di legge finanziaria 2008
Gli espropri “isolati”
Gli espropri “funzionalizzati”
La maggiorazione del 10%
L’articolo 55 TU

PAOLO LORO INES MELLONI
LE PROCEDURE ACCELERATE NELL’AMBITO DELLA PROCEDURA ESPROPRIATIVA

Premessa
L’occupazione d’urgenza preordinata all’esproprio: nozione, classificazione, evoluzione dell’istituto
Le procedura accelerate: collocazione nell’ambito del procedimento espropriativo
Il vantaggio – per la PA – delle procedure accelerate nell’immissione in possesso
Articolo 22 e procedimento ordinario
Articolo 22 bis e procedimento ordinario
La scelta “strategica” tra il decreto di esproprio e il decreto di occupazione
Le condizioni per il ricorso alle procedure accelerate. L’urgenza è sempre necessaria ?
Numero dei destinatari superiore a 50
L’urgenza (apparentemente) “semplice” dell’articolo 22 e “particolare” dell’articolo 22 bis
Il concetto di urgenza
Il frazionamento

INES MELLONI
ART. 37 BIS DISEGNO DI LEGGE FINANZIARIA 2008: BREVI RIFLESSIONI

INES MELLONI
L’ARTICOLO 43 DPR 327/2001 NELLA PATOLOGIA DELL’ESPROPRIAZIONE

L’articolo 43 e gli istituti della occupazione acquisitiva ed usurpativa
Articolo 43: la incognita della retroattività
L’articolo 43 e l’usucapione
L’articolo 43 e la corte EDU
Articolo 43: ambito oggettivo
Articolo 43: ipotesi di applicazione
Vicende riguardanti il vincolo espropriativo
Vicende riguardanti la dichiarazione di pubblica utilità
Vicende riguardanti il decreto di esproprio

FRANCESCO SCAGLIONE
QUALI I DIRITTI DEL PROPRIETARIO ESPROPRIATO DOPO LE SENTENZE 348/07 E 349/07 DELLA CORTE COSTITUZIONALE?


parte 2 giurisprudenza


ART. 43 TU: VA MOTIVATA LA PREVALENZA E NON LA MERA SUSSISTENZA DELL’INTERESSE PUBBLICO

IN MANCANZA DEL PROVVEDIMENTO EX ART. 43, L’OPERA APPARTIENE AL TITOLARE DEL FONDO PER ACCESSIONE

I VINCOLI IMPOSTI INDIFFERENZIATAMENTE SU INTERE CATEGORIE DI BENI NON DECADONO

LA RETROCESSIONE TOTALE PRESUPPONE LA MANCATA REALIZZAZIONE DELL’OPERA

ACQUISTO DEL BENE OCCUPATO SINE TITULO: IN MANCANZA DI USUCAPIONE NECESSARIO IL PROVVEDIMENTO EX ART. 43 TU

SANABILI GLI ERRORI NELL’ELENCO DESCRITTIVO DEL PIANO PARTICELLARE PURCHE’ LE AREE SI EVINCANO DALLA PLANIMETRIA

IL VINCOLO PROMISCUO DIVENTA ESPROPRIATIVO QUANDO L’ENTE DECIDE DI FARE L’OPERA PUBBLICA

OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA: RISPONDONO TUTTI I RESPONSABILI IN CARICA DURANTE IL TEMPO UTILE PER IL PERFEZIONAMENTO DELLA PROCEDURA

LA RINNOVAZIONE DELLA DICHIARAZIONE DI P.U. NON SANA LA PREGRESSA OCCUPAZIONE APPROPRIATIVA

VALORE AGRICOLO SE LA VOLUMETRIA E’ STATA TRASFERITA SU ALTRI LOTTI CON IL PIANO DI ATTUAZIONE PRIVATO

LA TUTELA RISARCITORIA PER OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA SPETTA AL GA SE CONNESSA ALLA DICHIARAZIONE DI PU

22 BIS IN PERIZIE DI VARIANTE: SUFFICIENTE IL RICHIAMO ALL’URGENZA ORIGINARIA

LA PA NON PUO’ PERSEVERARE NELLA OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA, ANCHE SE COSTA MENO DELLA SOSPENSIONE DEI LAVORI

REITERAZIONE IN “BLOCCO” DEI VINCOLI ESPROPRATIVI: NON NECESSARIA UNA PUNTUALE MOTIVAZIONE

L’OCCUPAZIONE D’URGENZA EX ART. 22 BIS TU E’ ISTITUTO ECCEZIONALE

ILLEGITTIMO IL 22 BIS IN PRESENZA DI RITARDI IMPUTABILI ALLA PA

SFORAMENTO DEL PIANO PARTICELLARE: OCCUPAZIONE USURPATIVA E GIURISDIZIONE DEL G.O.

NON PUÒ ESSERE DISPOSTA L’OCCUPAZIONE D’URGENZA DI UN BENE GIÀ OCCUPATO ABUSIVAMENTE

21 OCTIES: GLI ATTI DELLA PROCEDURA ESPROPRIATIVA NON HANNO CARATTERE VINCOLATO

VIABILITA’ E PARCHEGGIO: VINCOLI ESPROPRIATIVI

INDENNITA’ DI ASSERVIMENTO DA ACQUEDOTTO: ART. 1038 C.C. RAPPORTATO AL VALORE DI ESPROPRIO

DOPO LA SENTENZA C.COST. 349/2007 NON E’ PIÙ APPLICABILE L’ART. 55 TU

EDIFICABILITÀ’ AI FINI ICI: SUFFICIENTE LA PREVISIONE DEL PIANO REGOLATORE ADOTTATO

ISTANZA DI RIPIANIFICAZIONE: NON PIÙ NECESSARIA LA DIFFIDA PER LA FORMAZIONE DEL SILENZIO-RIFIUTO

VARIANTI PER INFRASTRUTTURE DI TRASPORTO, VIABILITA’ E PARCHEGGI: L’ART. 98 DLGS 163 INCOSTITUZIONALE

IL GIUSTO PROCEDIMENTO NON SERVE SE LA PARTECIPAZIONE E’ IRRILEVANTE

L’OCCUPAZIONE APPROPRIATIVA ESISTE INDIPENDENTEMENTE DA UN INTERVENTO LEGISLATIVO CHE DISPONGA L’EFFETTO ACQUISITIVO

LE PERTINENZE NON SONO INDENNIZZABILI CON IL CRITERIO DELLE AREE EDIFICATE

CESSIONE VOLONTARIA: IL PERFEZIONAMENTO A MEZZO DI ROGITO E’ MERA OBBLIGAZIONE

E’ EDIFICABILE IL TERRENO OVE SIA CONSENTITO L’INTERVENTO ANCHE DEL PRIVATO

ILLEGITTIMA UN’OCCUPAZIONE SPROPORZIONATA RISPETTO ALLE REALI NECESSITA’

BENE OCCUPATO SINE TITULO: E’ DOVUTO IL RISARCIMENTO DEL DANNO FINO ALLA DATA DI RESTITUZIONE

L’INDENNITA’ DI ASSERVIMENTO DEVE COMPRENDERE ANCHE IL DEPREZZAMENTO DEL FONDO RESIDUO

IL VINCOLO A FASCIA DI RISPETTO STRADALE E’ CONFORMATIVO E NON DECADE

CEDU: IL RISARCIMENTO DEL DANNO SI COMPONE ANCHE DELLA PLUSVALENZA DERIVANTE DALL’OPERA PUBBLICA REALIZZATA

DECADONO I VINCOLI DI INEDIFICABILITA’ CHE INCIDONO SU BENI DETERMINATI

C’E’ PUBBLICA UTILITA’ ANCHE SE L’OPERA E’ INIZIALMENTE UTILIZZATA DA POCHI

22 BIS: NESSUNA MOTIVAZIONE SOPRA I CINQUANTA DESTINATARI

IN PENDENZA DI GIUDIZIO LA PA NON PUÒ EMANARE IL PROVVEDIMENTO ACQUISITIVO EX ART. 43 TU

ICI: ALL’EVASORE TOTALE L’INDENNITA’ VA PAGATA DOPO LA REGOLARIZZAZIONE

RISARCIMENTO DEL DANNO PARI AL VALORE VENALE SIA NEL CASO DI OCCUPAZIONE ACQUISITIVA CHE DI PROVVEDIMENTO EX ART. 43 TU

L’ILLEGITTIMITA’ DELLE RITENUTA FISCALE DEVE ESSERE VALUTATA CON RIFERIMENTO ALL’ART. 53 COST. E NON ALL’ART. 42

Produciamo e vendiamo esclusivamente pubblicazioni professionali in formato pdf. 

Sono testi che puoi consultare e trasportare ovunque con qualunque dispositivo, realizzati nel più comune e universale dei formati digitali. 

Se hai necessità di stamparli o di fare il copia incolla, puoi farlo, salvo alcune eccezioni e nel rispetto del divieto di distribuzione a terzi e della nostra politica di copyright riguardo la riproduzione dei contenuti.  

I nostri prodotti sono privi di restrizioni DRM, sono solo marchiati digitalmente con il nome dell'utilizzatore; possono essere aperti senza limiti dal soggetto destinatario su più dispositivi e scaricati ogni volta che vuole dal sito una volta acquistati.

Per saperne di più clicca qui.

Rivista bimestrale di dottrina e giurisprudenza in materia di espropriazione per pubblica utilità. La giurisprudenza è recensita nel bimestre di riferimento dalla rivista telematica www.esproprionline.it. Alle massime (“sintesi”) sono associati i brani pertinenti originali delle sentenze a cui esse si riferiscono.