DEMANIO STRADALE

Le nostre pubblicazioni sono realizzate nel pratico  formato PDF e sono scaricabili immediatamente dopo l'acquisto online. Non vendiamo libri cartacei.

Boschetti, Monica

07 aprile 2021

 / 91 Pagine in formato libro (17X24 cm)

Attraverso la stesura della presente opera si è cercato di creare un compendio dei concetti di strada vicinale e di uso pubblico e di responsabilità della Pubblica Amministrazione, intesa quale soggetto custode dei beni del demanio stradale ex art. 2051 c.c. Dopo l’introduzione relativa ai requisiti di appartenenza di una strada vicinale al demanio pubblico, si passa all’analisi della responsabilità civile della Pubblica Amministrazione in applicazione dell’art. 2051 c.c. Grazie alla numerosa casistica giurisprudenziale in materia, ci si sofferma sulle nozioni di relazione custodiale e di esclusione della responsabilità con un’analisi più approfondita delle figure che costituiscono il caso fortuito e i c.d. insidia e trabocchetto.

20,00

  • editore: Exeo
  • collana: patrimoniopubblico
  • numero in collana: 20
  • isbn: 978-88-6907-310-6
  • sigla: PL40
  • categoria: MONOGRAFIE
  • tipologia: giuridica
  • genere: studio applicato
  • altezza: cm 24
  • larghezza: cm 17
  • dimensione: A4
  • funzioni permesse: Stampa: SI - Modifica: NO - Copia/Incolla: NO
  • protezione: digital watermarking
  • disponibità: illimitata
  • destinatari: professionale accademico
  • soggetto: diritto

CAPITOLO I - INTRODUZIONE

1. Premessa

2. Prime classificazioni delle strade.

3. Le fonti normative.


CAPITOLO II - LE STRADE VICINALI E DI USO PUBBLICO

1. Prime classificazioni.

2. Strade vicinali pubbliche e private.

3. La dicatio ad patriam e il diritto di uso pubblico.

4. I requisiti per l'uso pubblico.

4.1. L'inserimento nell'elenco delle strade comunali.

4.2. Il titolo.


CAPITOLO III - LA RESPONSABILITÀ DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

1. La nozione di responsabilità civile.

2. Le classificazioni della responsabilità civile. La responsabilità indiretta.

3. La responsabilità oggettiva. Profili generali.

4. La responsabilità ex art. 2051 c.c. Profili generali.


CAPITOLO IV - IL DEMANIO STRADALE E LA RESPONSABILITÀ EX ART. 2051 C.C.

1. Premessa. La nozione di "custodia".

2. I presupposti della responsabilità ex art. 2051 c.c.

3. Le cause di esclusione della responsabilità.

3.1. Il comportamento del danneggiato.

3.2. Il caso fortuito.

3.2.1. Il caso fortuito: casistica giurisprudenziale.

4. L'affidamento a terzi e la responsabilità ex art. 2051 c.c.

4.1. Gli obblighi di manutenzione.

5. L'onere della prova.

5.1. La nozione di "insidia o trabocchetto".

6. La prescrizione.

7. Ulteriore casistica.


CONCLUSIONI

Produciamo e vendiamo esclusivamente pubblicazioni professionali in formato pdf. 

Sono testi che puoi consultare e trasportare ovunque con qualunque dispositivo, realizzati nel più comune e universale dei formati digitali. 

Se hai necessità di stamparli o di fare il copia incolla, puoi farlo, salvo alcune eccezioni e nel rispetto del divieto di distribuzione a terzi e della nostra politica di copyright riguardo la riproduzione dei contenuti.  

I nostri prodotti sono privi di restrizioni DRM, sono solo marchiati digitalmente con il nome dell'utilizzatore; possono essere aperti senza limiti dal soggetto destinatario su più dispositivi e scaricati ogni volta che vuole dal sito una volta acquistati.

Per saperne di più clicca qui.

Scopo della presente opera è quello di fornire un’esplicazione generale della cospicua casistica giurisprudenziale in materia di responsabilità civile della Pubblica Amministrazione ai sensi dell’art. 2051 c.c.
In particolare, dopo aver introdotto le c.d. strade vicinali e i concetti di uso pubblico, il lettore si addentra nello specifico nell’argomento della responsabilità civile.
L’opera può peraltro essere suddivisa in due parti, con una prima parte dedicata più propriamente ai concetti di strada vicinale e di uso pubblico ed una seconda parte più vicina al diritto privato in tema di responsabilità oggettiva per le cose in custodia.
Ci si sofferma sui requisiti che consentono di affermare l’appartenenza di una strada vicinale al demanio pubblico, individuati da una giurisprudenza ormai uniforme in tre concetti: il transito iure servitutis publicae, l’idoneità della strada a soddisfare le esigenze di pubblico interesse e l’esistenza di un valido titolo costituente il diritto di uso pubblico (che può invero consistere nell’usucapione ventennale ovvero nella protrazione dell’uso da tempo immemorabile).
La seconda parte è interamente dedicata alla responsabilità civile, dapprima in senso generale (per edulcorare la specificità degli argomenti quali il c.d. nesso di causalità e l’elemento soggettivo richiesto dall’art. 2043 c.c.) e in seguito più in particolare, con l’analisi dell’applicazione dell’art. 2051 c.c. alla Pubblica Amministrazione quale proprietaria e custode del demanio stradale. Il prezioso ausilio è arrivato dalla numerosa quanto varia casistica giurisprudenziale, che ha permesso di utilizzare esempi concreti per introdurre nozioni più prettamente giuridiche, quali quelle di relazione custodiale e di cause di esclusione della responsabilità, con un focus sul concorso del comportamento del danneggiato e – soprattutto – sul caso fortuito, con un necessario approfondimento delle nozioni di insidia e trabocchetto.

Galleria immagini

Ultimi articoli pubblicati

APPROFONDIMENTI

La causa principale di esclusione della responsabilità della Pubblica Amministrazione ai sensi dell’art. 2051 c.c., è il caso fortuito contemplato letteralmente dalla norma in commento. La giurisprudenza, dal canto suo, è molto restrittiva in ciò che concerne la dimostrazione del fortuito ...
Apri l'articolo
È necessario affrontare la tematica dell’affidamento della strada (o della sua manutenzione) a soggetti terzi, diversi dall’amministrazione proprietaria, in relazione agli eventi dannosi ivi verificatisi. In altre parole, occorre meglio comprendere se l’affidamento in appalto o ...
Apri l'articolo
Partendo dall’ormai noto presupposto per cui l’ente proprietario è responsabile degli eventi dannosi occorsi sulla strada di sua proprietà, vediamo ora l’annosa questione relativa all’onere della prova in tema di responsabilità oggettiva. Una premessa doverosa: l’en...
Apri l'articolo