Articolo

 Questo articolo è tratto dal testo in formato PDF nel riquadro, scaricabile in pochi minuti

 COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con citazione della fonte e link

Il presente articolo è composto da sintesi giurisprudenziali tratte dal  prodotto di cui è mostrata la copertina. In tale prodotto il testo è riportato senza omissis, e ciascuna  sintesi è associata al pertinente brano originale e agli estremi della sentenza a cui essa si riferisce (come si può constatare scaricandosi il  demo del prodotto). Il cliente può acquistare il prodotto completo nonché, in certi casi, il solo articolo tratto da esso. 

Categorie di beni appartenenti al patrimonio indisponibile

DEMANIO E PATRIMONIO --> PATRIMONIO INDISPONIBILE --> ALBERGO IN AREA TERMALE

Appartiene al patrimonio indisponibile del Comune l'immobile destinato ad albergo in area termale.

DEMANIO E PATRIMONIO --> PATRIMONIO INDISPONIBILE --> ALLOGGI MAP PER SFOLLATI

Gli alloggi MAP assegnati alle vittime del sisma del 6 aprile 2009 appartenengono al patrimonio indisponibile del Comune di L'Aquila.

DEMANIO E PATRIMONIO --> PATRIMONIO INDISPONIBILE --> ALLOGGIO DI SERVIZIO

L’omesso pagamento degli oneri accessori al canone concessorio, entro la scadenza del termine stabilito, costituisce causa di decadenza dalla concessione già rilasciata ma non ha influenza sulla assegnazione in concessione di un nuovo alloggio.

Gli alloggi di servizio del personale militare sono beni patrimoniali indisponibili e, per loro natura, possono formare oggetto di concessioni di di... _OMISSIS_ ...n di negozi di diritto privato.

Gli alloggi di servizio sono beni patrimoniali indisponibili e, per loro natura, possono formare oggetto di concessioni di diritto pubblico e non di negozi di diritto privato.

L'alloggio di servizio di un custode di una scuola appartiene al patrimonio indisponibile.

Gli alloggi di servizio sono qualificabili come beni patrimoniali indisponibili.

Gli alloggi di servizio destinati a custodia sono caratterizzati da un nesso pertinenziale fra l’alloggio di servizio e l’immobile oggetto di custodia, dei quali pertanto seguono il regime.

Gli alloggi di servizio rientrano nella categoria dei beni patrimoniali indisponibili.

Il concetto di alloggio di servizio comprende anche gli immobili di proprietà dello Stato e di enti pubblici destinati ad uso abitativo dei propri dipendenti, la cui assegnazione sia comunque condizionata dalla pre... _OMISSIS_ ...zio determinato presso uffici del luogo in cui si trova l'immobile, poiché tali alloggi si differenziano da quelli di E.R.P. in quanto hanno in via primaria una finalità organizzativa del buon andamento della P.A., facilitando ai suoi dipendenti il reperimento nella sede del proprio ufficio di appartamenti decorosi con un canone di affitto proporzionato allo stipendio, e solo indirettamente, e non necessariamente, contribuiscono alla finalità sociale generale di favorire l'accesso all'abitazione dei cittadini meno abbienti.

La nozione giuridica di "alloggio di servizio" va ricostruita alla stregua di un criterio di tipo teleologico e funzionale, dovendosi avere riguardo alla concreta utilizzazione dell’immobile, quale risulta dagli atti che ne dispongono e regolamentano l’uso.

L’elemento distintivo fondamentale per la qualificazione di un alloggio come "di servizio" è que... _OMISSIS_ ...viduabile nella finalità di far fronte, in concreto, alle esigenze abitative di categorie di personale istituzionalmente e di fatto soggette ad una maggiore mobilità rispetto ad altri dipendenti; al di là di siffatte ipotesi, gli immobili non assegnati in specifica connessione con concrete esigenze di servizio non possono essere qualificati come alloggi di servizio, ai fini dell’applicazione della relativa disciplina speciale, né è possibile collegare simile qualificazione semplicemente alla qualificazione del personale assegnatario, prescindendo dalla concreta funzionalizzazione dell’alloggio.

Gli alloggi di servizio si caratterizzano per l’appartenenza allo Stato o ad enti pubblici, per essere normalmente oggetto di concessione o di locazione in favore del personale destinatario, nel limite di tempo in cui il personale stesso è in attività di servizio ovvero presta servizio nella sed... _OMISSIS_ ...rsquo;alloggio assegnato.

È difficilmente giustificabile, sul piano della legittimità costituzionale, una normativa che prevedesse le assegnazioni di alloggi a tempo indeterminato solo a favore di una determinata categoria di pubblici impiegati, ed a prescindere dal venir meno delle esigenze di servizio. Questo perché gli alloggi di servizio devono far fronte alle esigenze abitative del personale soggetto ad una maggiore mobilità finché detto personale sia in attività di servizio, ovvero presti servizio nella sede in cui si trova l’alloggio assegnato: diversamente, sarebbe difficile decifrare la natura giuridica degli alloggi assegnati ed il titolo giustificativo del permanere dell’assegnazione, una volta venute meno le esigenze di servizio.

L'alloggio di servizio fa parte del patrimonio indisponibile dell'amministrazione ed è fruito dal pubblico dipendente in ragione dell'opp... _OMISSIS_ ...cessità della sua presenza nel luogo in cui si svolge l'attività lavorativa.

Gli alloggi e le foresterie non costituiscono un patrimonio da gestire con finalità lucrative e criteri privatistici, ma un patrimonio immobiliare da utilizzare, a titolo oneroso o gratuito a seconda dei casi e dei destinatari, per scopi di rappresentanza istituzionale ed agli incarichi effettivamente svolti ovvero per temporanea concessione al personale dipendente in ragione di esigenze “di servizio”.

DEMANIO E PATRIMONIO --> PATRIMONIO INDISPONIBILE --> AREE PEEP

L’art. 35 della L. n. 865 del 1971 prevede espressamente che le aree comprese nei piani di zona entrano a far parte del patrimonio indisponibile del Comune.

Per effetto del combinato disposto degli artt. 21 e 35 L. n. 865/1971, poiché non è ipotizzabile che il Comune eserciti la prelazione nei confronti di ... _OMISSIS_ ...aghi a sé stesso il corrispettivo dei suoli di cui è già proprietario, deve necessariamente pervenirsi alla conclusione che in tale fattispecie specifica le aree espropriate nell’ambito del P.e.e.p. e non utilizzate restino definitivamente acquisite al patrimonio indisponibile del Comune, di per sé caratterizzato da un vincolo di destinazione pubblica dei beni che ne fanno parte, restando inoperante il diritto alla retrocessione in capo ai proprietari espropriati.

DEMANIO E PATRIMONIO --> PATRIMONIO INDISPONIBILE --> AREE PEEP --> ALIENABILITÀ

Il regime di alienazione delle aree acquisite dai Comuni mediante espropriazione nell'ambito dei P.e.e.p. è quello specificamente previsto dagli artt. 35, undicesimo comma, e 21 della legge n. 865 del 1971; ne consegue l'esclusione della possibilità da parte del Comune, di alienare un bene espropriato, facente parte del P.e.e.p. e, qu... _OMISSIS_ ...onio indisponibile, per realizzare un’ipotesi speculativa in favore dello stesso ente esponenziale.

Il principio di ultrattività tempo indeterminato delle prescrizioni di zona e di quelle relative agli allineamenti, ex art. 17 L. n 1150/1942, non avente applicazione limitata alle ipotesi di piano non attuato o attuato solo parzialmente, impedisce al Comune una diversa destinazione del bene rispetto a quella impressa con il piano interamente attuato (nel caso di specie parcheggio e verde a servizio del PEEP) e, quindi, anche la sottrazione della fruibilità alla collettività stabilmente insediata nella zona, che verrebbe a realizzarsi per effetto dell’alienazione a terzi.

DEMANIO E PATRIMONIO --> PATRIMONIO INDISPONIBILE --> BENI ESPROPRIATI

L'effetto del provvedimento con il quale la P.A. dispone l'espropriazione per ragioni di pubblica utilità conferisce al bene che n... _OMISSIS_ ...ecifica destinazione pubblicistica con la conseguenza che, una volta verificatasi l'ablazione, il bene entra a far parte del patrimonio indisponibile dell'amministrazione, ancorché non ancora materialmente appreso dalla P.A. eo trasformato nell'opera pubblica progettata.

L'art. 48 comma 4, DPR 327/2001 per cui le aree “non utilizzate per realizzare le opere oggetto della dichiarazione di pubblica utilità” possono essere acquistate, con diritto di prelazione, dal comune territorialmente competente ed entrano a fare “parte del patrimonio indisponibile”, muove dal presupposto che il procedimento espropriativo conferisca al bene appreso dalla P.A. una connotazione giuridico-dominicale del tutto nuova, intrinsecamente finalizzata al soddisfacimento dell’interesse pubblico che sta alla base del procedimento medesimo.

Una volta intervenuto il provvedimento ablativo, il bene non può rientrare i... _OMISSIS_ ... categoria se non in quella dei beni del patrimonio indisponibile amministrativo, salva richiesta di “retrocessione” o attivazione degli altri procedimenti previsti in favore dei soggetti espropriati o degli aventi ragione ai sensi degli artt. 46 e segg. del T.U. n. 327/2001 (in precedenza ex artt. 60 e segg. L. 2359/1865).

L’effetto del provvedimento con il quale la P.A. dispone l’espropriazione per ragioni di p.u. conferisce al bene che ne è oggetto una specifica destinazione pubblicistica (che poi è la ragione stessa del potere ablativo della P.A. a tenore dell’art. 42, comma 3, Cost.); di guisa che, una volta verificatasi l’ablazione (per effetto dell’emissione del decreto di esproprio, o di altro atto negoziale equivalente), il bene entra a far parte del patrimonio indisponibile dell’amministrazione.

L'art. 48 comma 4, DPR 327/2001 per cui le aree “non utilizza... _OMISSIS_ ......

...continua.

Acquista l'articolo per soli 5,00 €, potrai visualizzarlo sempre sul nostro sito e ti verrà inviata una mail con il PDF dell'articolo in allegato

Acquista articolo