Abusi dei privati su demanio e beni pubblici: sanatoria

DEMANIO E PATRIMONIO --> ABUSI DEI PRIVATI --> SANATORIA

Rispetto all’abusiva occupazione del suolo demaniale non è configurabile alcuna sanatoria in assenza di una specifica disposizione normativa che contempli tale strumento: l’amministrazione conserva invece la facoltà discrezionale di concedere per il futuro l’uso dell’area ai privati, a seguito di apposito procedura ad evidenza pubblica, alla quale se del caso può partecipare, su di un piano di parità con altri soggetti interessati, anche chi già occupa abusivamente l'area.

La Regione Puglia ha reiteratamente negato la possibilità giuridica del rilascio di concessioni demaniali in sanatoria (cfr. Circolari Regione Puglia - Settore Demanio e Patrimonio n. 13 e n... _OMISSIS_ ...F|
L’autorizzazione o la concessione ottenuta successivamente alla occupazione di area demaniale marittima ha efficacia esclusivamente per il periodo di occupazione successivo al detto rilascio e non produce alcun effetto estintivo sul reato di cui agli artt. 54 e 1161 c. nav. integrato con la precedente abusiva occupazione.

Poiché il rapporto concessorio di beni demaniali sorge esclusivamente da un atto formale e costitutivo, nel caso di pregresse occupazioni abusive non sanate a causa del mancato pagamento, da parte dell'occupante, degli indennizzi quantificati dall’Amministrazione, pagamento al quale per legge è subordinato il perfezionamento del titolo, ne deriva perfezionato il presupposto dell’emissione dell’ordinanza di ... _OMISSIS_ ...
Non incombe sulla competente Amministrazione un obbligo tassativo ed inderogabile, ogni qual volta il privato responsabile dell'abusiva occupazione del demanio abbia inoltrato una domanda diretta ad acquisire in sanatoria il prescritto titolo di legittimazione, di pronunciarsi sull'istanza medesima, in quanto ciò che può esigersi dall'Amministrazione è, tutt'al più, che essa tenga conto dell'eventuale sanabilità dell'occupazione prima di ingiungere lo sgombero del demanio, ma non può ritenersi che la presentazione di una qualunque istanza sia sufficiente per paralizzare il potere-dovere di tutela del demanio marittimo, previsto dagli art. 54 e 55 del codice della navigazione.

L'occupazione (parziale) di suolo demaniale con il fabbricato costituisce c... _OMISSIS_ ...l rilascio di concessione in sanatoria, atteso che le disposizioni della L. 28 febbraio 1985, n. 47, sul cosiddetto condono edilizio, riguardano i procedimenti inerenti ad opere abusive, costruite senza licenza o concessione od in contrasto con essa, che siano suscettibili di sanatoria a norma degli artt. 31 e segg. della legge medesima, e pertanto non sono invocabili in controversia attinente a costruzioni abusive in quanto realizzate su terreni demaniali.

La mancata conclusione del procedimento di sanatoria non incide sulla legittimità della decadenza dalla concessione demaniale marittima se non risultano le ragioni per le quali tale procedimento non si sia ancora concluso, né che l'interessato abbia esercitato quei mezzi di tutela previsti dall’ordina... _OMISSIS_ ...rare tale mancata conclusione del procedimento.

In caso di fabbricato abusivo eretto su suolo di proprietà del demanio pubblico dello Stato, è legittimo il diniego di condono in mancanza della produzione, da parte del richiedente, della necessaria dichiarazione di disponibilità dell’Ente proprietario a concedere onerosamente l’uso del suolo su cui insiste la costruzione per come previsto dall’art. 32 Legge n. 47/1985 e s.m.i.

Pur essendo possibile ai sensi dell'art. 35, comma 5, l. n. 47 del 1985 la concessione in sanatoria relativa a manufatti realizzati su di un'area demaniale, essendo tale effetto condizionato soltanto alla disponibilità dell'ente proprietario del suolo, l'Amministrazione può negare discrezionalmente tale di... _OMISSIS_ ...scrivendo le ragioni di tale scelta.

La possibilità di presentare un'istanza di sanatoria per abusi commessi su area demaniale non può escludersi a priori, dal momento che, in fattispecie di sgombero di area abusivamente occupata, si afferma costantemente che, a fronte di un’istanza di sanatoria, l’interessato può esigere che la P.A. tenga conto dell'eventuale sanabilità dell'occupazione prima di ingiungere lo sgombero del demanio.

E' legittimo il diniego di sanatoria dell'occupazione demaniale (nella specie ai sensi dell'art. 2, comma 9, della legge regionale Piemonte n. 12 del 2004) se non risulta dimostrato l'effettivo possesso dell'area da parte dell'interessato.

Non può ordinarsi la demolizione di manufatti abusiv... _OMISSIS_ ...squo;Amministrazione competente si sia pronunciata sulla domanda di sanatoria dei medesimi: regola questa che assume particolare significato qualora occorrano provvedimenti concessori che presuppongono la sanatoria edilizia comunale.

Ai fini della legittimità del provvedimento con cui si sanziona l’occupazione non autorizzata del demanio marittimo, è del tutto irrilevante che il privato abbia instaurato dei procedimenti per la regolarizzazione dell’occupazione e della costruzione abusiva, ossia per il rilascio della concessione demaniale e del titolo edilizio in sanatoria, soprattutto qualora tali procedimenti siano pendenti da lungo e tempo (nella specie dieci anni) e l'interessato non abbia azionato alcuno strumento giuridico per indurre il Comun... _OMISSIS_ ...la loro definizione.

La sanatoria prevista dalla legge 177/1992 non trova spazio in presenza di un giudicato che statuisce la liceità della costruzione realizzata sull'area demaniale e la carenza di danno per lo Stato.

Il soggetto che occupa sine titulo un bene demaniale non ha alcuna aspettativa giuridicamente tutelata al rilascio della concessione demaniale che regolarizzi la situazione, indipendentemente dal comportamento tenuto dalla P.A. nel corso delle trattative e dal fatto che pagasse un'indennità per tale occupazione sine titulo.

Allorquando una determinata attività sia assoggettata al previo assenso dell’autorità amministrativa e, ciò nonostante, l’iniziativa sia stata condotta a termine, spetta alla P.A. (pu... _OMISSIS_ ... una specifica disciplina) valutare la ricorrenza delle condizioni che possano rendere legittima la stessa, autorizzandola in via postuma: pertanto, è configurabile il rilascio di una concessione in sanatoria al soggetto che abbia occupato sine titulo un'area demaniale.

Colui che, all'epoca dell'intervento edilizio, non ha alcun titolo giustificante la disponibilità di un'area demaniale e delle opere su di essa ubicate, non è legittimato a presentare l’istanza di sanatoria.

È viziato l'ordine con il quale l'amministrazione comunale dispone lo sgombero dell’area demaniale senza aver prima definito, con provvedimento esplicito ed adeguatamente motivato, la previa domanda di concessione presentata dall'interessato.

Il Com... _OMISSIS_ ...inare la rimozione del piccolo casotto insistente sul suolo pubblico e contenente impianti al servizio dell’emittente radio prima di avere adottato una qualsiasi determinazione sulle istanze con le quali l’interessato ha chiaramente manifestato (e da tempo) l’intenzione di voler procedere alla regolarizzazione della propria posizione e della propria attività.

Non può costituire un ostacolo alla sanatoria dell'occupazione di suolo pubblico la circostanza che le domande present...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 12064 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 2,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo