Furto di beni pubblici: furto di acque e furto venatorio

DEMANIO E PATRIMONIO --> ABUSI DEI PRIVATI --> REATI --> FURTO

La sottrazione di materiale calcareo da una cava dismessa, di proprietà demaniale, in assenza di un'espressa autorizzazione dell'ente titolare del diritto, e, dunque, al di fuori del suo controllo, integra l'impossessamento di una cosa mobile altrui configurando la fattispecie di furto ex art. 624 c.p. e art. 625 c.p., n. 2 e 7; è irrilevante della circostanza che il materiale fosse destinato alla realizzazione di lavori appaltati dallo stesso ente comunale.

Costituisce mezzo fraudolento, e pertanto integra l'aggravante al reato di furto di cui all'art. 625 c.p., n. 2, l'allacciamento abusivo alla rete elettrica tramite un cavo volante.

Il prelievo di material... _OMISSIS_ ...te dell'ex-titolare di concessione demaniale costituisce furto aggravato, trattandosi di beni destinati a pubblica utilità.

DEMANIO E PATRIMONIO --> ABUSI DEI PRIVATI --> REATI --> FURTO --> ACQUE

Risponde di furto aggravato ex art. 625 c.p., n. 7 e non del mero illecito amministrativo previsto dal R.D. 11 dicembre 1933, n. 1775, artt. 17 e 219, il legale rappresentante di un consorzio di acquedotti che utilizzi l'acqua di un fiume in misura superiore a quanto stabilito nell'atto di concessione, trattandosi di norme che tutelano beni giuridici diversi, ossia la proprietà, con la sanzione penale, e l'ambiente e la salubrità delle acque, con quella amministrativa.

Chi sottrae acqua appartenente ad altri commette furto ag... _OMISSIS_ ...osi ritenere legittimo ed autonomo possessore solo del quantitativo stabilito con il provvedimento di concessione e l'impossessamento di acqua in quantitativi maggiori rispetto a quelli consentiti implica una condotta cosciente e volontaria di sottrazione del bene altrui, nella quale non può ravvisarsi la buona fede.

L'impossessamento abusivo dell'acqua convogliata nelle condutture dell'acquedotto municipale integra il reato di furto aggravato e non già la violazione amministrativa prevista dal D.Lgs. 11 maggio 1999, n. 152, art. 23, che si riferisce alle sole acque pubbliche, ossia ai flussi non ancora convogliati in invasi o cisterne.

Nel concetto di impossessamento abusivo di acque pubbliche, occorre distinguere tra l'attingimento di acqua e ... _OMISSIS_ ... abusivo a condutture, con acqua già convogliata: ove si tratti di acque sotterranee o superficiali (laghi, fiumi, ecc.) l'acqua è da qualificarsi pubblica, in quanto appartenente al demanio, sicché l'attingimento abusivo integra l'illecito amministrativo di cui al R.D. n. 1775 del 1933, art. 17; ove si tratti di acque convogliate in acquedotti, l'attingimento abusivo integra il delitto di furto.

La disponibilità di acqua già convogliata da parte dell'ente gestore, ancorché pubblico, dà luogo ad una gestione della rete idrica che comporta dei costi e dei profitti e, pertanto, la sottrazione del bene idrico, oltre i limiti previsti nel provvedimento di autorizzazione all'allacciamento idrico, configura, a carico del soggetto che se ne appropri, il reato di furt... _OMISSIS_ ...azione amministrativa prevista dal D.Lgs. 11 maggio 199, n. 152, art. 23, che si riferisce alle sole acque pubbliche, ossia, appunto, ai flussi non ancora convogliati in invasi o cisterne.

L'impossessamento abusivo di acque pubbliche integra esclusivamente l'illecito amministrativo di cui al D.Lgs. 11 maggio 1999, n. 152, art. 23 e non anche il delitto di furto, perché il predetto art. 23 è norma speciale rispetto all'art. 624 cod. pen., ai sensi della L. 24 novembre 1981, n. 689, art. 9.

L'impossessamento abusivo delle acque già convogliate nelle condutture dell'acquedotto municipale integra il reato di furto aggravato, e non già la violazione amministrativa prevista dal D.Lgs. n. 152 del 1999, art. 23 che si riferisce soltanto alle acque pubbl... _OMISSIS_ ...flussi non ancora convogliati in vasi o cisterne.

Non può dubitarsi della qualificazione giuridica del fatto in termini di condotta furtiva e non già di mero illecito amministrativo, nel caso non di derivazione del corso di acque pubbliche dalla loro sede naturale, ma di un impossessamento (anche tentato) di acque mediante un precario sistema di prelievo (es.: tubo di gomma applicato alla forte erogatrice di acqua).

Nel caso di sottrazione di acqua destinata alla irrigazione e dunque con una finalità pubblica, tale azione pregiudica la fruizione della fonte di approvvigionamento per le esigenze dell'agricoltura, e quindi sebbene provochi un danno di lieve valore economico, integra il reato di furto aggravato.

Ricorre la circostanz... _OMISSIS_ ... cui all'art. 625 c.p., n. 7 nel furto d'acqua dalla rete idrica comunale, in ragione della destinazione pubblica della "res furtiva" a rischio per la pubblica utilità, dato che riduce la possibilità di fruizione collettiva.

L'illecito di abusiva captazione di acque pubbliche è da qualificare come illecito permanente, dal momento che consegue da un'attività di continuo emungimento dell'acqua, anche se realizzato uno actu mediante l'escavazione di pozzi.

Il prelievo abusivo di acqua pubblica già convogliata nell'acquedotto integra il delitto di furto (art. 624 c.p.) e non l'illecito amministrativo di cui all'art. 23 D. Lgs. 152/1999.

Il fatto che il soggetto, dopo l'accertamento del prelievo non autorizzato di acque deman... _OMISSIS_ ...enuto i necessari titoli autorizzatori non può valere ad elidere la già intervenuta commissione del reato: l'eventuale diritto di utilizzare le acque in pendenza della domanda di concessione del prelievo, anche in sanatoria, non potrebbe far venir meno la configurazione del reato con riferimento al prelievo realizzato antecedentemente alla presentazione della detta domanda di concessione.

L'impossessamento abusivo di acque pubbliche - in virtù dell'art. 23 D. Lgs. 152/1999, che ha sostituito l'art. 17 R.D. 1775/1933 - integra esclusivamente un illecito amministrativo ed è attualmente punito solo con la sanzione amministrativa prevista dallo stesso art. 23 D. Lgs. 152/1999 e non a titolo di furto, a norma dell'art. 624 c.p., poiché, attesa la natura di norma sp... _OMISSIS_ ...to art. 23 rispetto alla disposizione del codice penale, prevale la norma speciale su quella generale, ai sensi dell'art. 9 legge 689/1981.

L'impossessamento di acque già convogliate in una rete idrica pubblica costituisce una condotta punita ai sensi dell'art. 624 c.p. e non dell'art. 17 R.D. 1775/1933, dal momento che queste acque, una volta convogliate, non sono più pubbliche: invero un problema di concorso tra le due norme che si sono citate può porsi unicamente per le acque pubbliche così come definite dal D.P.R. 238/1999 altrimenti si finirebbe con il sovrapporre questa nozione con quella che trae causa dalla natura pubblica dell'ente proprietario.

La giurisprudenza più recente sembra attestata sulla tesi per la quale l'impossessame... _OMISSIS_ ...acque pubbliche integra esclusivamente un illecito amministrativo ed è attualmente punito solo con la sanzione amministrativa di cui all'art. 17 R.D. 1755/1933 - così come sotituito dall'art. 23 D. Lgs. 152/1999 e dall'art. 96, co. 4, D. Lgs. 152/2006 - e non anche a titolo di furto, ex art. 624 c.p.: infatti, in virtù della specialità del citato art. 17 rispetto alla disposizione codicistica, prevale la norma speciale su quella generale, ai sensi dell'art. 9 legge 689/1981.

Un problema di concorso apparent...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 14224 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 2,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo