Articolo

METODOLOGIE STATISTICHE PER LA STIMA IMMOBILIARE

Generalità
 
 Il valore di un immobile, come è facile comprendere anche ai non esperti del settore immobiliare, dipende da molteplici fattori.
I fattori sono in un numero rilevante, ai fini della presente trattazione, si elencano le caratteristiche più importanti, che incidono sul valore dei fabbricati civili e pertanto debbono opportunamente essere tenuti presenti nella stima immobiliare.
Queste caratteristiche sono raggruppabili in due grandi categorie.
La prima relativa a fattori ambientali generali di zona detti caratteri estrinseci e la seconda a caratteri intrinseci.
Tra la categoria dei fattori estrinseci rientrano:
- i caratteri del centro urbano in cui è posto il fabbricato, quali la dimensione demografica, i collegamenti pubblici generali a centri viciniori, il clima, la presenza di servizi, la possibilità di offerte di lavoro, la criminalità, ecc.; 
- i caratteri generali della zona del centro urbano in cui è sito il fabbricato, quali la posizione (zona centrale, semicentrale, periferica, suburbana, degradata, industriale, agricola, direzionale, ecc.), l’interesse artistico storico, turistico, la dotazione di verde, la salubrità dell’aria, la vicinanza al centro principale degli affari, il livello socio-economico della popolazione, il livello di urbanizzazione... _OMISSIS_ ...trasporto pubblici, la disponibilità di parcheggi, la qualità edilizia media, l’epoca di costruzione dei fabbricati, ecc.;
- gli stessi caratteri del punto precedente nell’immediato intorno del fabbricato.
I fattori specifici ovvero intrinseci, perché esclusivi dell’immobile sono invece costituiti da:
- tipologia edilizia del fabbricato (edilizia intensiva, estensiva, abitazione in condominio o in villa);
- finiture edilizie del fabbricato (popolari, economiche, civili, di lusso) e la dotazione di impianti tecnologici;
- la vetustà;
- lo stato di conservazione;
- la consistenza del fabbricato;
- il livello di piano;
- gli affacci, la panoramicità, l’esposizione la luminosità.
- l’eventuale interesse artistico storico;
- altre caratteristiche specifiche;
- le servitù attive e passive ed eventuali altri vincoli di natura pubblica o privata.
 
Da quanto sopra si evince, in linea generale, come mal si presterebbe l’analisi di regressione multipla per la soluzione del problema della stima immobiliare proprio in relazione all’alto numero di variabili in gioco ed in particolare delle loro possibili reciproche interazioni.
L’alto numero di variabili in gioco e la correlata nece... _OMISSIS_ ...rilevazione campionaria per impostare il modello ha frenato l’applicazione del modello di regressione anche per la complessità delle elaborazioni necessarie ed i connessi calcoli matematici.
Ad oggi, in relazione alle innovazioni tecnologiche dell’informatica che hanno reso disponibili, a basso costo, elaboratori elettronici indispensabili per trattare i complessi sistemi di equazione risultanti dai modelli, in passato possibili solo in pochi centri di ricerca, è venuto a mancare anche questo ultimo impedimento.
Per lo sviluppo delle analisi di regressione, anche per i modelli più complessi, è sufficiente un normale personal computer e programmi statistici, anche solo di base, per sviluppare le analisi.
 
Rimane tuttavia un altro grosso impedimento per lo sviluppo a tappeto delle analisi di regressione nel campo immobiliare, collegato alla scarsa disponibilità di numerosi dati di riferimento relativi ai prezzi di mercato e alle caratteristiche delle unità immobiliari simili a quella da stimare, per un corretto svolgimento del processo.
Tuttavia, con le opportune accortezze, l’analisi di regressione consente di svolgere previsioni del prezzo di un immobile assai fedeli alla realtà, in quanto il suo principio basilare consiste nell’interpolazione di una funzione teorica con i dati osservati, scelta in modo che me... _OMISSIS_ ...mi ai dati stessi.
Inoltre alcuni test statistici sono in grado di fornire anche utili informazioni sull’attendibilità dei risultati.
In ogni caso, come già osservato nel paragrafo 2.2.3, una stima sviluppata con tale procedimento non può sostituire una stima immobiliare tradizionale, in quanto pur adottando ogni opportuno accorgimento (come illustrato nel seguito) non potrà mai, ordinariamente, raggiungere il livello di qualità di una stima puntuale, ovviamente sviluppata nella piena ortodossia della disciplina dell’estimo.
Per cui l’applicazione di questa metodologia estimativa è, in generale, relegata all’utilizzo nell’ambito di un sistema estimativo di massa, quale potrebbe essere quello necessario a chi deve, ad esempio, gestire l’imposizione immobiliare (sistema fiscale). Di fatto, per le stime di massa, quale quelle che occorre sviluppare per la formazione o la revisione del sistema estimativo di un catasto, tese indifferentemente ad attribuire un valore immobiliare o reddito, che potrebbero interessare, nel nostro Paese, decine di milioni di immobili, è impensabile di potere procedere con metodi di stima tradizionali.
 
Il campione statistico 
 
In statistica un piccolissimo campione è formato indicativamente da 30-60 osservazioni e per il suo studio ... _OMISSIS_ ...

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

...continua.

Acquista l'articolo per soli 4,00 €, potrai visualizzarlo sempre sul nostro sito e ti verrà inviata una mail con il PDF dell'articolo in allegato

Acquista