Demanio e patrimonio pubblico: gli impianti pubblicitari stradali

DEMANIO E PATRIMONIO --> STRADE --> OPERE ED INTERVENTI, CASISTICA --> IMPIANTI PUBBLICITARI

Nell’attivarsi per accertare se nel settore degli impianti pubblicitari vi siano illegalità da affrontare, è del tutto legittimo inviare la richiesta di documentazione alla ditta autorizzata ad installare l'impianto e non a quella che lo utilizza di fatto.

Il bene primario protetto dall’art. 23 D. Lgs. 285/1992 è quello della sicurezza stradale, che deve essere tutelato da lesioni anche solo astrattamente ipotizzabili.

L’impianto pubblicitario mantiene natura pubblicitaria e non segnaletica, anche se collocato in prossimità della sede stradale.

La potestà regolamentare prevista dal comma 6 dell'art... _OMISSIS_ ... 30 aprile 1992, n. 285, concerne espressamente ed esclusivamente le dimensioni, le caratteristiche, l'ubicazione dei mezzi pubblicitari lungo le strade, le fasce di pertinenza e nelle stazioni di servizio e di rifornimento di carburante, ed è finalizzata a garantire, in generale, la sicurezza stradale. Tale potere non coincide con quello spettante ai comuni in materia di disciplina dell'imposta di pubblicità e di diritti sulle pubbliche assunzioni, in ragione dell'assoluta diversità sia delle materie considerate - la prima mirante ad assicurare la sicurezza stradale, la seconda volta a disciplinare l'applicazione dell'imposta sulla pubblicità e l'effettuazione del servizio delle pubbliche affissioni; sia degli interessi tutelati.

Il provvedimento abilitativo ... _OMISSIS_ ...ne del mezzo pubblicitario è provvedimento tipizzato previsto a tutela di interesse distinto da quello che caratterizza l'imposta sulla pubblicità e segnatamente a tutela dell'amministrazione e della gestione del suolo pubblico.

Gli impianti pubblicitari di tipo trittico o portale trifilare contrastano con la normativa dettata dal d. lgs. 285/1992.

La pubblicità stradale non si configura come un servizio reso all’ente locale, ma come forma di svolgimento di un’attività economica, soggetta ad autorizzazione sia perché gli enti locali hanno funzione di salvaguardia del decoro delle strade sia perché da essa traggono specifiche entrate espressamente volte anche a compensare l’eventuale occupazione del suolo pubblico.

... _OMISSIS_ ...RIMONIO --> STRADE --> OPERE ED INTERVENTI, CASISTICA --> IMPIANTI PUBBLICITARI --> AUTOSTRADE

L’art. 23, co. 7, D. Lgs. 285/1992 sancisce il divieto di qualsiasi forma di pubblicità lungo le autostrade e le strade extraurbane principali e i relativi accessi.

Lungo i percorsi autostradali l'installazione di impianti pubblicitari è vietata nel vigore del nuovo codice della strada come lo era nel codice anteriore.

DEMANIO E PATRIMONIO --> STRADE --> OPERE ED INTERVENTI, CASISTICA --> IMPIANTI PUBBLICITARI --> AUTOSTRADE --> INSEGNE DI ESERCIZIO

Ha finalità pubblicitarie e non può essere installata lungo un’autostrada l’insegna che duplichi altra insegna già esistente e sia ... _OMISSIS_ ...un lato in cui non vi è alcuna entrata.

Dall'art. 23, co. 7, d. lgs. 285/1992 si desume che lungo le autostrade può essere autorizzata l'installazione soltanto delle insegne di esercizio, che sono quelle che hanno la finalità di individuare il punto di accesso dell’impresa e sempre che le stesse non pregiudichino la sicurezza della circolazione stradale; nessuna autorizzazione, invece, può esere rilesciate per quelle insegne che hanno funzione promozionale dell'attività imprenditoriale del richiedente.

L'autorizzazione all'installazione delle insegne di esercizio deve essere rilasciata dall'A.N.A.S. per il semplice fatto che ad essa sia affidata la gestione del raccordo autostradale, indipendentemente dal fatto che esso sia in un centro ab... _OMISSIS_ ...CRLF| Anche le insegne di esercizio debbono essere autorizzate dall’Ente proprietario della strada: il nulla osta favorevole è subordinato alla condizione che le stesse non si configurino per le loro caratteristiche, quale mezzo essenzialmente pubblicitario e che, pur trattandosi effettivamente di insegne di esercizio, esse non pregiudichino la sicurezza della circolazione.

Lungo le autostrade è ammessa l’installazione soltanto di insegne di esercizio necessarie ai fini della normale attività aziendale, in quanto atte a consentire alla clientela di individuare agevolmente il punto di accesso ai locali dell’impresa: pertanto, non può essere legittimamente autorizzata una insegna che - in quanto posta non in prossimità dell’accesso all'i... _OMISSIS_ ...tetto dell’edificio - non configuri una semplice insegna di esercizio, quanto piuttosto un mezzo pubblicitario.

Un’insegna luminosa posta sul tetto di un edificio, ove sia visibile non dalla strada di accesso, ma solo dalla vicina autostrada, non può essere annoverata tra le cosiddette insegne di esercizio, ma piuttosto tra le insegne pubblicitarie vietate in assoluto dall'art. 23, co. 7, d. lgs. 285/1992 allorquando l’insegna stessa evidenzi anche la tipologia del prodotto o del settore nel quale l’azienda opera.

In sede di valutazione della pratica concernente l'installazione di insegne di esercizio visibili dall'autostrada, l'ente gestore dell'autostrada ha facoltà di richiedere all'ANAS un apposito parere, senza che c... _OMISSIS_ ...aggravamento del procedimento.

DEMANIO E PATRIMONIO --> STRADE --> OPERE ED INTERVENTI, CASISTICA --> IMPIANTI PUBBLICITARI --> CONCESSIONE, INAMMISSIBILITÀ

La previsione di un doppio binario di limitazioni che condizioni l’accesso alla pubblicità stradale esterna, oltre che all’autorizzazione del Comune, anche alla concessione, mediante pubblica gara, dell’area necessaria alla installazione degli impianti, ove questa sia di titolarità dell’Ente, supera l’ambito delle attribuzioni che, in materia, la normativa statale ha inteso demandare all’Ente locale.

DEMANIO E PATRIMONIO --> STRADE --> OPERE ED INTERVENTI, CASISTICA --> IMPIANTI PUBBLICITARI --> CURVE

L... _OMISSIS_ ...dei cartelli pubblicitari non è mai consentita lungo le curve, a prescindere dalla distinzione tra «lato interno» e «lato esterno», che non è dato rinvenire nell'art. 51 D.P.R. 495/1992.

DEMANIO E PATRIMONIO --> STRADE --> OPERE ED INTERVENTI, CASISTICA --> IMPIANTI PUBBLICITARI --> DISTANZA MINIMA

La previsione delle NTA allegate al PRG secondo cui i cartelli e gli impianti pubblicitari devono essere collocati ad almeno 10 metri dal limite della carreggiata non costituisce una deroga alle norme relative alle distanze minime ai sensi dell’art. 23, comma 6, Codice della Strada, ma rappresenta la disciplina generale, approvata dal Comune nell’esercizio della propria potestà regolamentare, rivolta a c... _OMISSIS_ ...esigenze del commercio con i problemi connessi alla tutela della sicurezza stradale e, per i cartelli da posizionare all’interno dei centri abitati, appare ragionevole, congrua e rispettosa del parametro costituzionale di ragionevolezza.

Ai sensi dell’art. 23, comma sesto, del decreto legislativo n. 285/1992, nell’interno dei centri abitati, nel rispetto di quanto previsto dal primo comma della disposizione, i Comuni hanno facoltà di concedere deroghe alle norme relative alle distan...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 32816 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 7,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo
Nuovo

L’articolo sopra riportato è composto da contenuti tratti da questo prodotto (in formato PDF) acquistabile e scaricabile con pochi click.

pdf 2889 pagine in formato A4

40,00 €