Edilizia residenziale agevolata: assegnazione dell'alloggio, impugnazione degli atti, contributi regionali, divieto di alienazione e fissazione dei prezzi

EDILIZIA RESIDENZIALE AGEVOLATA --> ASSEGNAZIONE

Il rapporto che si instaura a seguito dell’assegnazione di un alloggio di servizio al dipendente rientra nel novero delle concessioni amministrative e non è, pertanto, riconducibile ad alcuno dei diritti da considerare cause escludenti dall’assegnazione di alloggi di edilizia sovvenzionata ed agevolata (proprietà, usufrutto, uso e abitazione).

Il godimento di un alloggio di servizio, siccome correlato all’incarico ricoperto, in considerazione della sua evidente precarietà, non può costituire condizione preclusiva all’eventuale assegnazione, secondo le regole previste per la generalità dei cittadini, di un alloggio di edilizia convenzionata-agevolata che assicuri al dipen... _OMISSIS_ ...a famiglia la disponibilità di un’abitazione, una volta cessata la situazione transitoria; una diversa soluzione costituirebbe una limitazione di notevole rilevanza imposta nei confronti dei dipendenti militari, ai quali resterebbe preclusa, a differenza degli altri cittadini, la possibilità di poter conseguire, sol perché venuti a trovarsi transitoriamente in una situazione di apparente incompatibilità, la titolarità di un’abitazione propria, con possibile discrimine anche di rilievo costituzionale.

In tema di edilizia popolare ed economica, l'acquisto della proprietà dell'alloggio sociale da parte del socio di cooperativa edilizia fruente del contributo erariale, non si verifica per effetto di un contratto, bensì in virtù ed al termine di ... _OMISSIS_ ...ocedimento, plurifasico, improntato al perseguimento di finalità pubblicistiche.

Con riguardo alle cooperative edilizie che fruiscono di contributo statale, la prenotazione dell’alloggio da parte del socio non è configurabile come un’accettazione di una proposta contrattuale nell’ambito di uno schema privatistico, ma si qualifica come semplice momento di un complesso procedimento, di rilevanza pubblicistica, diretto alla assegnazione dell’alloggio, dopo la quale potrà avere luogo il negozio traslativo dell’alloggio con acquisizione del diritto di proprietà su di esso.

In materia di edilizia convenzionata, l’assimilazione della prenotazione al contratto preliminare è stata ammessa anche dalla giurisprudenza amm... _OMISSIS_ ...esta ha attributo alla prenotazione dell’alloggio di edilizia popolare il ruolo di prima fase del complesso procedimento amministrativo di assegnazione al socio di un appartamento di cooperativa convenzionata. In detta prospettiva, la prenotazione si pone come un atto intermedio intercorrente necessariamente tra l’iscrizione a socio e la medesima assegnazione.

In tema di edilizia abitativa agevolata, l’assegnazione in proprietà delle singole unità immobiliari costituisce un’ipotesi di scioglimento della comunione.

In mancanza di divisione, avvenuta consensualmente con atto scritto ad substantiam o attraverso il ricorso all’autorità giudiziaria, nessuno degli assegnatari di immobili residenziali agevolati può essere ... _OMISSIS_ ...re di una determinata unità immobiliare.

EDILIZIA RESIDENZIALE AGEVOLATA --> ATTI IMPUGNABILI

In materia di contributi per l'edilizia residenziale pubblica si applica il principio per cui il concorrente aggiudicatario ha soltanto la facoltà e non anche l’onere di impugnare l’aggiudicazione provvisoria, potendo egli legittimamente attendere l’adozione dell’aggiudicazione definitiva.

Il beneficiario di contributi per l'edilizia residenziale pubblica ha la facoltà, ma non l'onere, di impugnare la graduatoria e la determinazione provvisoria del contributo, avendo onere di impugnare solo quella definitiva.

EDILIZIA RESIDENZIALE AGEVOLATA --> CONTRIBUTI REGIONALI

L’art. 2... _OMISSIS_ .... 457 del 5 agosto 1978 instaura un inequivocabile collegamento tra il mancato sbocco dell’intervento edilizio ausiliato in un accesso al bene dell’abitazione da parte di un soggetto munito dei requisiti previsti, da un lato, ed il recupero integrale da parte dello Stato dei contributi erogati, ivi compresi quelli sugli interessi di preammortamento, dall’altro (benché questi ultimi vengano erogati già durante il corso dei lavori, e per un importo rigidamente predeterminato).

La finalità intorno alla quale ruota l’ausilio pubblico in materia di edilizia residenziale agevolta è quella dell’agevolazione dell’accesso alla prima casa di abitazione da parte di persone non abbienti, in possesso quindi di particolari requisiti.
... _OMISSIS_ ...egittima l'iniziativa regionale volta al recupero dei contributi per l'edilizia residenziale agevolata se per alcuni degli alloggi previsti non si è effettivamente verificata l’assegnazione a destinatari in possesso dei requisiti prescritti ed è rimasto quindi insoddisfatto l’interesse pubblico al quale l’erogazione contributiva era preordinata.

La concessione di contributi regionali per la realizzazione di interventi diretti all’acquisizione delle aree dei piani di edilizia economica e popolare o alla realizzazione di alloggi da parte delle cooperative edilizie non può prescindere dalla verifica dei requisiti soggettivi normativamente previsti per l’assegnazione dei medesimi alloggi.

La Regione è tenuta a mantenere... _OMISSIS_ ...neo a garantire l’eventuale saldo dovuto ai beneficiari di contributi per l'edilizia agevolata.

EDILIZIA RESIDENZIALE AGEVOLATA --> DIVIETO DI ALIENAZIONE

Il contratto preliminare stipulato dall'assegnatario di un alloggio costruito da una cooperativa edilizia con il contributo dello stato prima dello scadere del decennio dall'assegnazione, con il quale l'assegnatario si obbliga a trasferire a terzi la proprietà dell'alloggio, non ha efficacia reale ma meramente obbligatoria, e pertanto non è nullo per contrasto con le norme imperative contenute nelle leggi sull'edilizia residenziale sovvenzionata, anche quando sia convenuto l'anticipato trasferimento de possesso del bene.

Nel caso di contratto preliminare stipulato dall'... _OMISSIS_ ... un alloggio costruito da una cooperativa edilizia con il contributo dello stato prima dello scadere del decennio dall'assegnazione, con il quale l'assegnatario si obbliga a trasferire a terzi la proprietà dell'alloggio, qualora l'obbligo di trasferimento della proprietà dell'immobile debba essere adempiuto dal promittente venditore prima della scadenza del predetto termine decennale, la relativa clausola è nulla, ma non determina la nullità dell'intero contratto.

L'assegnazione in favore del socio dell'alloggio realizzato da una società cooperativa edilizia è, al pari di una compravendita, un contratto ad effetti reali che si perfeziona con il consenso delle parti e che determina il trasferimento all'acquirente della proprietà del bene immobile che ne è ogget... _OMISSIS_ ...F| Sono esclusi dai divieti di alienazione stabiliti dalle norme in materia di edilizia residenziale pubblica i contratti preliminari nei quali sia prevista la stipula del rogito definitivo dopo la scadenza del divieto, in quanto contratti aventi esclusivamente effetti obbligatori e non reali, e ciò anche se il preliminare preveda l'anticipata attribuzione del possesso; la nullità del contratto preliminare si ha, tuttavia, qualora questo preveda la stipulazione del contratto definitivo ...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 16402 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 3,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo