Competenza di Regioni e Province nel rilascio del condono per opere edilizie abusive

ABUSI EDILIZI --> SANATORIA --> CONDONO --> REGIONI/PROVINCE

Si esclude la possibilità per le Regioni di introdurre un condono extra ordinem, in quanto spettano al Legislatore statale, oltre ai profili penalistici, le scelte di principio sul versante della sanatoria amministrativa, in particolare quelle relative all'an, al quando e al quantum, ed esulando dalla potestà legislativa delle Regioni il potere di disporre autonomamente una sanatoria straordinaria per il solo territorio regionale.

La Corte Costituzionale ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 32, comma 26, del d.l. n. 269 del 2003, nel testo originario e in quello risultante dalla legge di conversione n. 326 del 2003, nella parte in cui non prevede ... _OMISSIS_ ...gionale possa determinare la possibilità, le condizioni e le modalità per l’ammissibilità a sanatoria di tutte le tipologie di abuso edilizio di cui all’Allegato 1 alla legge medesima.

È costituzionalmente illegittima la legge regionale che attribuisce la qualifica di «edifici legittimi esistenti» ai fini della sanatoria di determinati edifici, sostituendosi, per questo verso, al legislatore statale cui spetta, nell’esercizio della competenza concorrente in materia di governo del territorio, il compito di porre le norme di principio che consentano di qualificare un immobile come edificio legittimo esistente. La natura di normativa di principio della disciplina statale concernente il regime della sanatoria degli interventi edilizi ... _OMISSIS_ ...ertanto illegittimo l’intervento regionale che, quand’anche fosse meramente ripetitivo delle previsioni statali, non potrebbe superare il test di costituzionalità.

In tema di condono edilizio “straordinario”, spettano alla legislazione statale, oltre ai profili penalistici, anche le scelte di principio sul versante della sanatoria amministrativa, e segnatamente: la decisione sul se disporre, nell’intero territorio nazionale, un condono straordinario, e quindi la previsione di un titolo abilitativo edilizio straordinario; la decisione relativa all’ambito temporale di efficacia della sanatoria; infine l’individuazione delle volumetrie massime condonabili.

È dubbia la compatibilità costituzionale di una nor... _OMISSIS_ ... grado di esonerare dalla non condonabilità abusi in zona vincolata per finalità meramente urbanistiche.

È costituzionalmente illegittima la norma regionale che prevede che il responsabile dell’abuso edilizio, o l’attuale proprietario dell’immobile, possono ottenere il permesso in sanatoria se l’intervento risulti conforme alla disciplina urbanistica ed edilizia vigente al momento della presentazione della domanda e non anche a quella vigente al momento della realizzazione dell’intervento.

In materia di condono edilizio, spettano alla legislazione statale oltre ai profili penalistici (integralmente sottratti al legislatore regionale), le scelte di principio sul versante della sanatoria amministrativa, in particolare... _OMISSIS_ ...e all’an, al quando e al quantum; la decisione sul se disporre, nell’intero territorio nazionale, un condono straordinario, e quindi la previsione di un titolo abilitativo edilizio straordinario; quella relativa all’ambito temporale di efficacia della sanatoria; infine l’individuazione delle volumetrie massime condonabili. Nel rispetto di tali scelte di principio, competono alla legislazione regionale l’articolazione e la specificazione delle disposizioni dettate dal legislatore statale.

Esula dalla potestà legislativa concorrente delle Regioni il potere di ampliare i limiti applicativi della sanatoria oppure di allargare l’area del condono edilizio rispetto a quanto stabilito dalla legge dello Stato. A maggior ragione, esul... _OMISSIS_ ... legislativa regionale il potere di disporre autonomamente una sanatoria straordinaria per il solo territorio regionale.

ABUSI EDILIZI --> SANATORIA --> CONDONO --> REGIONI/PROVINCE --> CAMPANIA

Le opere astrattamente condonabili secondo quanto disposto dalla normativa primaria di riferimento (art. 32 D.L. n. 269/2003), non lo sono ove realizzate in uno dei Comuni rientranti nella zona rossa ad alto rischio vulcanico di cui alla legge regionale 10 dicembre 2003, n. 21.

In tema di vincoli sulla zona rossa vesuviana ex L. Reg. n. 21/2003, il divieto di condono per gli edifici destinati alla residenza, previsto dall’art. 5 della legge regionale suddetta, col richiamo agli ulteriori “titoli edilizi abilita... _OMISSIS_ ...rdato tutti gli edifici, non solo quelli da costruire, ma anche quelli preesistenti, privi di un titolo abilitante.

La normativa sulla ‘zona rossa’ vesuviana ex L. Reg. n. 21/2003 è volta a tutelare non gli aspetti paesaggistici, ma l’incolumità pubblica e privata; il legislatore regionale, nell’introdurre il divieto assoluto di edificabilità di particolari tipologie di edifici, ha posto dunque una presunzione di pericolosità della zona in questione ed ha introdotto misure limitative strettamente connesse tra loro, e cioè quelle volte a non far realizzare ulteriori opere destinate alla residenza e quelle preclusive del condono.

Le modifiche apportate dalla legge regionale Campania n. 16/2014 alla legge regionale n. 10/200... _OMISSIS_ ... oggetto il c.d. terzo condono, ma esclusivamente i precedenti, nel senso, peraltro, di sollecitarne semplicemente la definizione.

Nella Regione Campania, in materia di condono edilizio ai sensi del legge n. 326/2003, l’istituto del silenzio-assenso previsto dalla legislazione nazionale non può trovare applicazione, ostandovi le contrarie previsioni contenute nell’art. 7 l. reg. n. 10/2004, che testualmente recita «1. Le domande di sanatoria sono definite dai comuni competenti con provvedimento esplicito da adottarsi entro ventiquattro mesi dalla presentazione delle stesse […]. 2. Decorso il termine di cui al comma 1, si applicano le disposizioni di cui alla legge regionale 28 novembre 2001 n. 19, art. 4, che disciplinano l’inter... _OMISSIS_ ...vo da parte dell’amministrazione provinciale competente».

Il chiaro tenore letterale dell'art. 7 LR Campania n. 10/2004, in tema di silenzio inerente l'istanza di sanatoria, non lascia adito a dubbi sulla qualificazione del comportamento inerte del Comune come mero silenzio-inadempimento, e non già quale silenzio-assenso.

Non possono formare oggetto di sanatoria le opere abusive realizzate in uno dei Comuni della L.R. Campania del 10/12/2003 n. 21 art. 1 aventi destinazione residenziale, ad eccezione di quelle opere compiute per gli adeguamenti di natura igienico-sanitarie e funzionali di cui all’art. 5, co. 2, della stessa Legge Regionale Campania.

La legge regionale Campania n. 10 del 2004, conformemente all'ar... _OMISSIS_ ...326 del 2003 che prevede espressamente che non sono suscettibili di sanatoria le opere abusive realizzate su immobili soggetti a vincolo ambientale e paesaggistico, nonché contrastanti con gli strumenti urbanistici, sancisce la non sanabilità delle opere abusive compiute nei Comuni della cd. Zona rossa ad alto rischio eruzione Vesuvio, definite dall’art. 1 della legge regionale 21/2003.

La legge regionale della Campania n. 16 del 2014 non riguarda il cosiddetto “terzo condono” di cui al d.l. n. 269 del 2003 e non può trovare applicazione al fine di ritenere che siano sanabili le opere ...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 33998 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 7,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo