Articolo

 Questo articolo è tratto dal testo in formato PDF nel riquadro, scaricabile in pochi minuti

 COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con citazione della fonte e link

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

CONFORMITÀ URBANISTICA

VINCOLI URBANISTICI ED EDIFICABILITÀ --> CONFORMITÀ URBANISTICA --> OPERE ED INTERVENTI, CASISTICA --> IMPIANTI A RETE

La L.R. Puglia n. 3 del 2005, art. 8, prevede che possono essere localizzate e dichiarate di pubblica utilità, con efficacia immediata e senza preventiva apposizione del vincolo preordinato all'esproprio, opere di infrastrutturazione a rete che non pregiudichino la destinazione prevista dagli strumenti urbanistici (nel caso di specie rete idrica in area a destinazione agricola).

L'opera infrastrutturale a rete (nel caso specifico collettore fognario), deve ritenersi compatibile con le diverse destinazioni di zona di piano.

VINCOLI URBANISTICI ED EDIFICABILITÀ --> CONFORMITÀ URBANISTICA --> OPERE ED INTERVENTI, CASISTICA --> IMPIANTI DI DISTRIBUZIONE CARBURANTI

L'art. 2, co. 1-bis, D. Lgs. 32/1998 qualificano la localizzazione degli impianti di distribuzione di carburanti come semplice adeguamento degli strumenti urbanistici, rendendoli quindi compatibili con qualsiasi zonizzazione, eccetto quelle espressamente indicate dalla legge; ne deriva che la loro localizzazione non presuppone una variante urbanistica, ma una valutazione di compatibilità con il contesto, da svolgere in concreto.

Non vi sono norme che vietino ai comuni l’utilizzo della pianificazione urbanistica per l’individuazione dei siti degli impianti di distribuzione di carburanti; tuttavia, tali siti non possono essere considerati come esclusivi, in quanto il potere di contingentamento e di esclusione dei siti sulla base di scelte pianificatorie discrezionali è precluso ai comuni dalla normativa in materia, che qualifica la localizzazione degli impianti come semplice adeguamento degli strumenti urbanistici.

Se un’area non classificata negli strumenti urbanistici come sito per distributori di carburanti possiede le caratteristiche e soddisfa i requisiti per questa destinazione alla pari dei siti espressamente individuati, deve essere consentito a chi abbia la disponibilità dell’area stessa di localizzarvi un impianto.

La zonizzazione non può costituire un ostacolo alla localizzazione degli impianti di distribuzione di carburanti, quando non vi siano specifici interessi pubblici che rendono inidonee a questo fine le aree prescelte.

I distributori di carburante non costituiscono volumetria vera e propria, ma rientrano tra le opere catalogabili lato sensu come opere di urbanizzazione secondaria e infrastrutture complementari al servizio della circolazione stradale, come tali installabili in qualsiasi zona del territorio.

I distributori di carburante possono essere installati anche nelle aree destinate a verde agricolo.

L'installazione di un distributore di carburante non necessita di variante... _OMISSIS_ ...

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

...continua.

Acquista l'articolo per soli 6,00 €, potrai visualizzarlo sempre sul nostro sito e ti verrà inviata una mail con il PDF dell'articolo in allegato

Acquista