Il rimedio dell'opposizione consente di censurare tutte le attività connesse al procedimento di determinazione dell'indennità

GIUDIZIO --> DETERMINAZIONE GIUDIZIALE DELL'INDENNITÀ --> OGGETTO

E’ inammissibile per carenza di interesse il ricorso avverso il provvedimento determinativo della indennità di espropriazione qualora ad essere contestata non è la quantificazione della stessa bensì la illegittimità dell’atto per essere stato emesso oltre i termini previsti dalla dichiarazione di pubblica utilità, in considerazione della natura endoprocedimentale dello stesso che ne esclude il carattere lesivo atto a radicare l’interesse a ricorrere.

In sede di opposizione alla stima dinanzi alla Corte di appello non è possibile invocare l'accertamento del diritto di proprietà dell'opponente; ciò infatti realizzerebbe una indebita eliminazione del doppio gra... _OMISSIS_ ...ione e l'estensione di una competenza eccezionale, al di fuori dell'ambito di previsione.

La deliberazione di determinazione della indennità che abbia omesso le fasi di cui dell’art. 17, comma 2, ed art. 20 d.P.R. n. 327/2001 relativamente alle comunicazioni da indirizzare ai soggetti espropriandi, deve ritenersi priva di autonomo contenuto lesivo avendo carattere meramente preparatorio nell’ambito del procedimento di determinazione dell’indennità di esproprio.

Il giudizio di opposizione alla stima dell'indennità di espropriazione e di occupazione nonché quello diretto ad ottenerne la determinazione, è rigorosamente circoscritto alle questioni relative all'ammontare di dette indennità nei rapporti tra soggetto espropriante, obbligato a... _OMISSIS_ ...l'indennità, e soggetti espropriati, aventi diritto all'indennità stessa; restano conseguentemente ad esso estranee ogni tipologia di rapporto diverso, quanto ai soggetti, al titolo o all'oggetto.

L'inadeguata determinazione dell'indennità e l'insufficienza della somma a tale titolo depositate e relative doglianze,devono essere fatte valere esclusivamente con il giudizio di opposizione alla stima di cui alla L. n. 865 del 1971, art. 19.

Il giudizio di opposizione alla stima non tende all'accertamento del diritto reale a favore del soggetto che, indicato come proprietario nella procedura espropriativa, come tale si legittima all'opposizione, ciò in quanto l'oggetto esclusivo di quel giudizio è costituito dalla determinazione definitiva dell'indennità dov... _OMISSIS_ ...priazione del bene.

Il rimedio dell'opposizione ex art. 54 ex DPR 327/2001 è un rimedio ampio che consente di censurare tutte le attività connesse al procedimento di determinazione dell'indennità, nonché l'indennità stimata dai tecnici.

Il giudizio di opposizione alla stima delle indennità di espropriazione (e di occupazione temporanea), al pari di quello volto alla determinazione giudiziale del giusto indennizzo di espropriazione (e di occupazione temporanea), devoluti alla competenza in unico grado della corte di appello, sono rigorosamente circoscritti alle questioni relative all'ammontare di dette indennità nei rapporti tra espropriante ed espropriati. In tale contesto, pertanto, l'espropriante non può opporre in compensazione proprie autonome ragio... _OMISSIS_ ...antate nei confronti delle controparti ed inerenti a rapporti diversi.

Nel giudizio di opposizione alla stima, la Corte d'Appello non deve esaminare questioni autonome, come le domande di rivalsa riconducibili nell'alveo della cd. garanzia impropria.

L’azione deve essere qualificata quale tipica “opposizione alla stima”, che, in base all’art.54 d.p.r. n. 327 del 2001, è riservata alla giurisdizione del giudice ordinario e, quindi alla speciale competenza in unico grado della Corte di Appello territorialmente competente, quando si risolva nella contestazione della stima del valore degli immobili trasferiti, ancorché sia focalizzata sul modus procedendi, o incentrata sulla natura del mezzo di pagamento, ovvero prospettata in relazi... _OMISSIS_ ...in base ai quali si è proceduto all’apprezzamento del valore economico.

Il giudizio di opposizione alla stima delle indennità di espropriazione (e di occupazione temporanea), devoluto alla competenza in unico grado della corte di appello, introduce un ordinario processo di cognizione rigorosamente circoscritto alle questioni relative all'ammontare di dette indennità nei rapporti tra espropriante ed espropriati, al quale è necessariamente estranea ogni tipologia di rapporto diverso, quanto ai soggetti, al titolo o all'oggetto, quale è quello relativo all'obbligazione di garanzia che il soggetto concessionario del diritto di superficie sulle aree espropriate assume, sulla base di una apposita convenzione, nei confronti del comune espropriante riguardo all'obbl... _OMISSIS_ ...itaria verso l'espropriato.

Esula dalla cognizione del giudice dell'opposizione alla stima la pretesa finalizzata al risarcimento del danno morale a causa della mancanza sopravvenuta dello scopo di pubblica utilità e della dedotta violazione del giusto equilibrio tra interesse generale e sacrificio del diritto del privato, senza che neppure sia specificato quale sia il pregiudizio derivato dalla presunta inutilità dell'espropriazione.

Per ragioni di economia processuale la domanda di liquidazione dell'indennità di occupazione può essere proposta alla Corte di Appello come giudice di unico grado, pur nel contesto del giudizio che la vede giudice di secondo grado investito dell'impugnazione della sentenza del Tribunale su altre questioni.

Il gi... _OMISSIS_ ...izione alla stima ha per oggetto esclusivamente la determinazione del quantum dell'indennità dovuta all'espropriato per effetto dell'ablazione dell'immobile e non è estensibile a rapporti diversi, ancorché asseritamente connessi, rispetto a quello, fra espropriato ed espropriante, inerente al credito indennitario.

La mancata menzione dello strumento dell'acquisizione sanante nell’art. 29 D.Lgs. 150/2011 non esclude l’applicabilità di tale norma, la quale non avrebbe potuto fare espresso richiamo ad un istituto introdotto nell'ordinamento solo in epoca successiva.

Non spetta alla Corte di appello in sede di opposizione alla stima pronunciarsi sulla questione della proprietà della particella espropriata, essendo quel Giudice chiamato solo alla... _OMISSIS_ ... dell’indennità in contestazione.

Anche secondo la disciplina del D.P.R. n. 327 del 2001, art. 54, al proprietario espropriato sono concesse due azioni: l'una di determinazione dell'indennità di esproprio e l'altra di opposizione alla stima, a seconda se sia o meno stata calcolata l'indennità definitiva, che è demandata alla Commissione Provinciale ed, in alternativa, al collegio dei tecnici di cui all'art. 21.

L'opposizione alla stima (delle indennità di espropriazione e di occupazione temporanea), devoluta alla competenza in unico grado della corte di appello, circoscrive necessariamente il processo di cognizione alle questioni relative all'ammontare delle medesime nei rapporti tra espropriante ed espropriato, pur in esse comprese quelle inerent... _OMISSIS_ ...o dovuto nell'ipotesi di espropriazione parziale.

In materia di opposizione alla stima dell'indennità di espropriazione o di occupazione temporanea, oggetto del giudizio è la congruità e conformità di essa ai criteri di legge, esulando dall'ambito di quel giudizio le domande finalizzate a conseguire il pagamento dell'indennità definitivamente accertata e non contestata.

Il giudizio di opposizio...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 10088 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 5,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo

Autore

Accordino, Salvatore

Avvocato, funzionario legale - Responsabile di servizio presso Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili - Provveditorato OO.PP. Sicilia Calabria

Nuovo

L’articolo sopra riportato è composto da contenuti tratti da questo prodotto (in formato PDF) acquistabile e scaricabile con pochi click. Attenzione: ove l'articolo contenga NOTE, per motivi tecnici esse NON sono riportate nell'articolo stesso ma solamente nel prodotto da cui esso è tratto. Pertanto se si pensa di avere necessità di un testo completo di note, si invita a comprare direttamente il prodotto. Si ricorda comunque che in caso di acquisto successivo del prodotto, dal costo dello stesso verrà scontato il costo già sostenuto per l'articolo.

pdf 1414 pagine in formato A4

35,00 €